È un anno “tock”: nuove GPU per laptop Nvidia nei sistemi di 25 OEM questo mese

73
  • Ecco una galleria di laptop di aprile 2020 con le ultime GPU Nvidia Max-Q. Innanzitutto, il Razer Blade Advanced, con un RTX 2080 Super all’interno.

  • L’Acer Nitro 5, che partirà da $ 999 con una GPU RTX 2060.

  • Il predatore Triton 500.

    Acer

  • L’ASUS Tuf.

  • Il nuovissimo HP Omen 15.

  • Lenovo Legione 7.

  • Lenovo Legion Y540.

    Lenovo

  • L’MSI GS66 Stealth.

  • Il Clevo PC50.

  • Gigabyte AERO 15 Studio, edizione OLED.

Che tipo di anno GPU possiamo aspettarci da Nvidia, uno dei due maggiori produttori mondiali di GPU di fascia consumer? La risposta è in qualche modo nell’aria, perché Nvidia è in una posizione solida ma fluida. Le preoccupazioni del mercato e la cancellazione di eventi pieni di annunci aleggiano su un’estremità, mentre la guida finanziaria sorprendentemente rialzista della società spicca dall’altra.

Ad ogni modo, abbiamo raggiunto aprile senza il solito annuncio da parte dell’azienda di un nuovo hardware desktop entro la fine di marzo, e non sappiamo ancora quando potrebbero arrivare GPU desktop completamente nuove (ne parleremo più avanti). Invece, iniziamo questo mese con una diversa ondata di prodotti: una nuova serie di GPU per laptop, anche se non così nuove.

Nvidia ha annunciato un’ondata di GPU “Max-Q” in arrivo sui laptop da 25 OEM entro la fine di aprile e la maggior parte, ma non tutte, provengono dalla linea di GPU RTX dell’azienda. L’ondata di GPU di questo mese è composta da tre nuove SKU per laptop (RTX 2080 Super, RTX 2070 Super, GTX 1650 Ti) e lievi aggiornamenti a quattro SKU esistenti (RTX 2070, RTX 2060, GTX 1660 Ti, GTX 1650). Ognuna di queste GPU è basata sull’architettura Turing a 12 nm del produttore.

  • Nvidia ha fornito questo grafico sulla sua linea di GPU Max-Q di aprile 2020. Questo non include confronti con i modelli dell’anno scorso.

  • Quando è stato premuto, Nvidia ha fornito questo confronto più chiaro tra alcuni dei modelli RTX 2019 e i loro aggiornamenti “Super” nel 2020.

Ma come abbiamo appreso dalla linea “Super” di GPU desktop dell’anno scorso, questi aggiornamenti consistono principalmente in salti lievi ma graditi su silicio quasi identico, che è ciò che stiamo vedendo in due nuove opzioni Max-Q Super. Entrambe le nuove carte Super Max-Q traggono il massimo vantaggio da un apparente salto nei clock massimi di boost, anche se resta da vedere come quei numeri resistono in natura. Le schede dell’anno scorso sono state lanciate con diversi conteggi di wattaggio massimo, e potrebbe essere lo stesso anche questa volta. E hanno lievissimi aumenti nella capacità del core del tensore, che è diretto principalmente al ray tracing basato su DirectX e agli effetti proprietari Nvidia RTX (come DLSS, di cui parleremo più avanti). In caso contrario, entrambi continuano ad avere 8 GB di memoria GDDR6 con una larghezza di banda di memoria massima di 448 GB/s, e ciascuno di essi ha ricevuto un leggero aumento delle unità di elaborazione “CUDA core” (+4,6% sul 2080 Super e 11,1% sul 2070 Super).

Annuncio

Un briefing solo per la stampa prima della rivelazione delle carte ha mostrato che Nvidia escogita dei modi per ottenere ulteriori guadagni da queste carte, motivo per cui hanno esibito alcune nuove funzionalità esclusive per i modelli di quest’anno. Il più grande, soprannominato “Dynamic Boost”, vede Nvidia collaborare con gli OEM per gestire il carico di lavoro termico condiviso di CPU e GPU e per trasferire fino a 15 W di potenza da un elemento della scheda madre all’altro in base ai dati frame-time live di qualsiasi applicazione . Ciò significa che se questi sensori, attivati ​​a livello di driver, rilevano che la GPU o la CPU sono state spinte al massimo e che l’altra metà potrebbe risparmiare un po’ di energia, il sistema reindirizzerà la sua potenza totale di conseguenza.

“Tutto questo è gratis”

I rappresentanti di Nvidia stimano che questa modifica a livello di sistema comporterà un aumento delle prestazioni di circa il 4-8% in qualsiasi gioco. “Ma tutto questo è gratuito”, ha detto il direttore marketing di Nvidia, Mark Aevermann, in un’intervista telefonica con Ars Technica. “[The performance] era seduto lì rinchiuso perché un controller non era abbastanza intelligente per farlo in passato.” Vale la pena notare che questa funzione richiede l’acquisizione totale da parte di un OEM prima di spedire un laptop con una nuova GPU Nvidia, a causa del livello di sistema ottimizzazioni che Nvidia deve confermare. Quindi non aspettarti che venga applicato ai laptop esistenti con GPU più vecchie. Inoltre, al momento della stampa, le CPU AMD non funzionano con Nvidia Dynamic Boost e il supporto arriverà “poco dopo”. disse Aevermann.

Aevermann ha menzionato ulteriori modifiche progettate per ottenere miglioramenti delle prestazioni ancora più piccoli, comprese le ottimizzazioni della tensione sia per la memoria GDDR6 delle GPU che per i regolatori di tensione generali delle GPU. Questi risultati si traducono in 1-2 W di recupero energetico, ha detto Aevermann, che hanno ammesso essere lieve ma hanno insistito come cruciale: “Vogliamo risparmiare ogni mezzo watt, un quarto di watt, un watt per guidare il core della GPU”.

L’ultima nell’elenco di ottimizzazione è una funzione che suona alla grande: “Advanced Optimus”. Questo è il termine di Nvidia per un nuovo protocollo di connessione per garantire che la soluzione grafica integrata di un laptop non ostacoli la connessione diretta di una GPU Nvidia Max-Q al display di un laptop. Aevermann ha affermato che questo è semplicemente un modo più snello per gli OEM di garantire tecnologie dello schermo come frequenze di aggiornamento variabili (G-Sync, FreeSync) e frame rate fino a 144 fps e oltre, anche se abbiamo visto entrambi nei laptop Nvidia dal ultimi due anni. Ma questo nuovo set di strumenti potrebbe anche avere un costo di licenza o altri problemi, perché al momento della stampa, è stato confermato che solo un laptop in arrivo, il Lenovo Legion 7, implementa Advanced Optimus, con “altri in arrivo”. (“Advanced Optimus, come Dynamic Boost, lo offriamo agli OEM, ma sta a loro implementarlo o meno”, ha detto Aevermann ad Ars.)

Annuncio

  • Questa lama ronzante sembrava un pasticcio nell’implementazione originale di DLSS. L’aggiornamento di quest’anno tiene conto dei sistemi visivi più comuni nei giochi, inclusi materiali semitrasparenti ed effetti particellari.

  • Fa anche un lavoro ridicolmente buono riconoscendo e “sopprimendo” gli elementi di testo. Sebbene queste diapositive siano state fornite da Nvidia, i test sono confermati nella versione attuale del gioco, come ha testato Ars.

Nvidia sembra sperare che i consumatori siano entusiasti di queste modifiche essenziali come lo sono del sistema di elaborazione delle immagini Deep Learning Super Sampling (DLSS) esclusivo di RTX che ha ricevuto un enorme aggiornamento alla fine del mese scorso. Il DLSS 2.0 è davvero una proposta impressionante, dal momento che il suo sistema di anti-aliasing automatizzato può aumentare il metraggio a 1080p a un numero enorme di pixel 4K con pochissimo rumore o distorsione evidente. Finché gli sviluppatori implementano un sistema di anti-aliasing temporale (TAA) nel loro gioco, quindi inoltrano i risultati a Nvidia, è possibile generare un modello automatico. Se più giochi lo facessero, sarebbe sicuramente una buona notizia per chiunque cerchi valore nelle proprie GPU RTX più costose, laptop o altro.

Il nostro test aneddotico della patch DLSS 2.0 della scorsa settimana al bellissimo gioco Control, pieno di ray-tracing, ha rivelato che il sistema funziona principalmente come pubblicizzato e le immagini sopra non fischiano Dixie: sono confermate dai nostri test del stesso gioco. Ma l’effetto è molto migliore quando un segnale 1080p viene elaborato con una risoluzione 4K. Il processo di conversione verso l’alto DLSS 2.0 continua a lottare con risoluzioni più basse, in particolare i suoi tentativi di scalare la risoluzione da 960p a 1440p, quindi gli acquirenti di laptop che puntano a un sistema RTX con un monitor 1440p dovrebbero prestare attenzione. Aevermann ha affermato che il suo sistema DLSS continuerà ad essere aggiornato in modo incrementale nel tempo, quindi speriamo che le risoluzioni con sorgenti inferiori ricevano maggiore enfasi in futuro, specialmente per i sistemi laptop che non sempre vengono forniti con monitor 4K.

Mentre stavamo preparando questo rapporto, le voci sulla prossima serie di GPU della generazione Ampere di Nvidia hanno iniziato a prendere piede, con un rapporto che suggerisce che dovremo aspettare fino a settembre 2020 per vedere qualsiasi scheda della serie “RTX 3000”. Chiunque speri di affondare i denti in un nuovo interessante hardware Nvidia dovrà nel frattempo accontentarsi della linea Max-Q di questo mese. Speriamo di poter lavorare con i laptop appena equipaggiati entro la fine di questo mese e riferiremo i nostri risultati.

Immagine dell’elenco di Razer