Eero per i fornitori di servizi: rete Wi-Fi Eero destinata agli ISP

162

Ingrandisci / Un trio di dispositivi Wi-Fi 6 Eero come questi dovrebbe fornire un’eccellente copertura Wi-Fi e prestazioni per quasi tutte le case.

Questo martedì, Eero, uno dei primi e più popolari provider di reti Wi-Fi, ha annunciato un nuovo programma hardware e software rivolto agli ISP anziché ai clienti al dettaglio. Ars ha parlato a lungo del nuovo programma con Nick Weaver, fondatore e CEO di Eero, e Mark Sieglock, GM of Software Services di Eero.

La versione breve di Eero per fornitori di servizi è semplice: distribuisci il nuovo hardware della serie Eero 6, consenti ai tuoi clienti di installarsi autonomamente utilizzando un’app in co-branding con il nome dell’ISP e fornisci all’ISP Eero Insight, una dashboard che consente loro per visualizzare le metriche dall’intero livello di flotta fino alle singole famiglie. La telemetria esposta all’ISP include interruzioni, dati di test di velocità, topologia di rete client, diagnostica RF e altro.

  • Gli ISP che utilizzano Eero Insight possono verificare le interruzioni di rete utilizzando la telemetria Eero, con livelli di avviso configurabili.

  • Le interruzioni possono anche essere controllate con una panoramica immediata e geolocalizzata a livello di flotta. Gli operatori possono eseguire il drill-down da qui per visualizzare i dettagli delle singole reti client in cui si verificano interruzioni.

  • Oltre alle interruzioni complete, Eero mette a disposizione dell’ISP i dati sulla velocità, misurati durante brevi test di velocità notturni automatizzati dal dispositivo client Eero stesso.

  • A questo livello, abbiamo analizzato una famiglia (fittizia: tutti i dati in questi grafici sono fittizi), per vedere il cambiamento nei test di velocità notturni nelle ultime due settimane.

Weaver ci ha detto che la dashboard di Eero Insight in sé non era l’intera storia, però. Le metriche, i grafici e i grafici esposti dal dashboard sono accessibili anche tramite API, consentendo ai provider più grandi di integrare perfettamente i dati nei propri dashboard esistenti.

Oltre all’hardware Eero stesso, che tende ad essere una delle reti Wi-Fi consumer di migliore qualità disponibili, Weaver ha sottolineato che gli ISP che implementano Eero offrono anche ai consumatori Eero Secure, un servizio di filtraggio che mitiga alcuni rischi di malware oltre a offrire controllo parentale configurabile dal client per le case dotate di Eero. Sebbene il programma Eero Insight sia nuovo, le partnership di Eero con gli ISP non lo sono e la società afferma che gli ISP partner che implementano Eero Secure hanno visto un aumento della fidelizzazione dei clienti fino al 40%.

Eero contro Plume

C’è un ovvio confronto da fare qui con il concorrente di rete Wi-Fi Plume, che ha anche una storia di prestazioni leader di mercato e profonda integrazione con l’ISP. Secondo Weaver, le due società hanno affrontato il mercato da direzioni opposte: Eero era inizialmente rivolto direttamente ai consumatori ed è arrivato agli ISP solo dopo il suo successo al dettaglio, mentre Plume ha trattato in gran parte le vendite al dettaglio come un trampolino di lancio verso il mercato degli ISP.

Annuncio

Ci sono differenze significative negli sforzi di integrazione delle due società, che possono derivare direttamente dalle differenze nei loro piani di mercato originali. Sebbene Eero sembri raggiungere Plume in termini di dati resi disponibili ai suoi partner ISP, è ancora in ritardo nell’integrazione hardware. Sebbene entrambe le società offrano dati tramite API, Plume ha creato stub firmware OpenSync facili da integrare che consentono agli ISP partner di trasformare efficacemente i loro modem e router esistenti in “dispositivi Plume” stessi.

Ciò significa che un’implementazione Plume ISP può consistere in un dispositivo gateway ISP più due Superpod, per un totale di tre punti di accesso Wi-Fi funzionanti, dove una configurazione Eero simile sarebbe solo in due pezzi, poiché la radio del dispositivo gateway sarebbe generalmente disabilitata .

Weaver di Eero sottolinea che finché il dispositivo gateway dell’ISP utilizza lo stesso SSID e password dei nodi Eero, tutto “funzionerà” abbastanza bene per la maggior parte degli intenti. Questo è vero, ma evita la maggiore difficoltà nella configurazione e distrugge il modello a pannello singolo fornito da Eero Insight: i dispositivi client collegati a un gateway abilitato Wi-Fi sarebbero effettivamente invisibili ai nodi Eero che forniscono la telemetria tramite Insight.

Ancora più importante, Weaver sostiene che le nuove tecnologie di distribuzione, che significano principalmente FTTH (Fiber To The Home), non utilizzano comunque dispositivi gateway/modem/router integrati. Weaver afferma che, mentre i partner ISP di Eero passano alla fibra, si stanno già muovendo per dividere la funzionalità con ricetrasmettitori in fibra separati e router Wi-Fi. In questi casi, nulla viene disabilitato e nulla viene perso durante l’implementazione di Eero insieme: i dispositivi Eero sono comunque l’unico router e gli unici punti di accesso sulla rete.

Disponibilità

I nuovi dispositivi della serie Eero 6 (Wi-Fi 6) possono essere combinati e abbinati perfettamente con tutte le revisioni hardware Eero precedenti, fino all’Eero di prima generazione incluso. Il programma Eero for Service Providers sarà inizialmente disponibile per gli ISP negli Stati Uniti e in Canada questo novembre, con futuri rilasci di funzionalità nei mesi successivi.