Google lancia Flutter 2.0 per indirizzare gli sviluppatori su tutte le piattaforme

0
31

Unisciti a Transform 2021 per i temi più importanti nell'intelligenza artificiale e nei dati aziendali. Per saperne di più.

Google ha presentato la versione 2.0 di Flutter, il suo kit di sviluppo dell'interfaccia utente open source che aiuta i produttori di app a creare software multipiattaforma dalla stessa base di codice. Mentre l'aggiornamento introduce una serie di nuove funzionalità, l'evento di lancio di oggi è stato forse progettato principalmente per evidenziare la continua transizione di Flutter oltre i dispositivi mobili per supportare le app ovunque risiedano: Web, desktop e persino fattori di forma emergenti come i pieghevoli.

Il gigante di Internet ha presentato per la prima volta Flutter alla sua conferenza per sviluppatori I / O nel 2017. La versione 1.0 è arrivata sulla scena a dicembre 2018 con il supporto per le app Android e iOS, ma negli ultimi due anni Google ha esteso il supporto (in qualche modo) per includere app Web, MacOS, Linux, Windows e persino dispositivi incorporati. Tuttavia, tale supporto è stato offerto solo nelle iterazioni in fase iniziale che non erano disponibili per la maggior parte degli sviluppatori o non erano progettate per app di livello di produzione – e questo è ciò che sta cambiando oggi.

Il kit di sviluppo web di Flutter è in versione beta dal 2019, ma oggi lo vede raggiungere lo stesso status di cittadino con i suoi fratelli Android e iOS. Per gli sviluppatori desktop, Google ha anche trasferito Flutter per Windows, MacOS e Linux alla versione principale "stabile", avvicinandola al prime time.

"Questa è una pietra miliare enorme per noi, non solo perché il codice stesso è ora pronto per un utilizzo di qualità di produzione serio, ma anche perché in passato era disponibile solo per la piccola minoranza di utenti Flutter che utilizzavano il software pre-release kit di sviluppo ", ha detto a VentureBeat il product manager di Flutter Tim Sneath in una e-mail di domande e risposte.

Sopra: Flutter sta andando oltre il mobile.

Utilizzando il linguaggio di programmazione Dart di Google, Flutter è progettato per aiutare gli sviluppatori a creare app che si sentono native per ciascuna piattaforma su cui vengono eseguite, condividendo al contempo quanto più codice possibile per evitare la duplicazione degli sforzi.

Ci sono innumerevoli considerazioni specifiche sulla piattaforma che gli sviluppatori devono fare quando progettano le app, incluso il modo in cui le persone interagiscono con i loro dispositivi (ad esempio, toccare e scorrere su dispositivi mobili, tastiere e mouse su desktop), le diverse dimensioni dello schermo su cui gli utenti consumano i contenuti, e anche la lingua che usano per scrivere. Questo è il motivo per cui è occorso tempo per far progredire i vari kit di sviluppo Flutter attraverso i loro cicli di rilascio.

"Abbiamo svolto un sacco di lavoro per arrivare a questa fase, inclusa l'aggiunta del supporto per l'internazionalizzazione, ad esempio editor IME per lingue come il cinese, nuovi widget come TreeView e DataTable progettati per il supporto desktop e un migliore supporto per Apple Silicon-powered macchine di sviluppo ", ha detto Sneath.

Sul lato Linux in particolare, Canonical, la società che commercializza progetti relativi a Ubuntu, ha rivelato oggi che Flutter è ora il suo framework predefinito per lo sviluppo di app desktop e mobili per il sistema operativo Ubuntu. Ciò si basa sull'annuncio dello scorso luglio da parte di Google e Canonical, che ha dato il via all'espansione di Flutter nel regno di Linux e ha portato gli ingegneri di Canonical a contribuire con il codice al progetto Flutter.

Come parte di questa ultima espansione, Canonical ha presentato una prima demo di una nuova app di installazione di Ubuntu basata su Flutter.

Sopra: programma di installazione di Ubuntu basato su Flutter.

Altri importanti aggiornamenti di Flutter annunciati oggi includono una versione beta per Google Mobile Ads SDK, che è stato in modalità pilota iniziale fino ad ora, che offre vari formati di annunci per AdMob e AdManager. E Google ha anche implementato gli aggiornamenti del plug-in Flutter che coprono vari servizi Firebase tra cui autenticazione, Crashlytics, messaggistica cloud e archiviazione cloud.

Nel frattempo Dart arriva oggi alla versione 2.12, con il supporto per null safety (o "void safety"), progettato per evitare quelle ignobili eccezioni nulle.

Flutter by

Lo scorso aprile, Google ha rivelato che 500.000 sviluppatori utilizzano Flutter ogni mese. Quasi un anno dopo, la società non ha fornito alcun aggiornamento su quella cifra se non per dire che "l'adozione continua a crescere", ma il numero di punta che sta pubblicizzando oggi è che ci sono 150.000 app basate su Flutter sul Play Store di Google. Non ha accesso alle stesse capacità di tracciamento per altri app store (ad esempio, Apple) per fornire dati da altrove.

"Aneddoticamente, sappiamo che ci sono app in cui aggiungono un'app Flutter per una piattaforma mobile e poi la riportano sull'altra in un secondo momento", ha detto Sneath.

In termini di chi utilizza Flutter per creare app, beh, lo stesso Google è fermamente dietro di esso. A settembre, Google Pay ha iniziato a utilizzare Flutter, aggiungendo a Google Analytics, Google Ads, Google Shopping, Google Nest Hub, Stadia e altri prodotti Google che utilizzavano già il kit di sviluppo. Guardare esternamente offre una visione migliore di quali sviluppatori stanno mettendo le loro uova nel paniere di Flutter: includono il sito web di annunci immobiliari Realtor.com, il titano tecnologico cinese Tencent, la società fintech latinoamericana Nubank, il servizio di pagamento Square e il produttore di sistemi audio wireless Sonos.

È chiaro perché la premessa alla base di Flutter è una proposta convincente: codifica multipiattaforma veloce e coerente. Ma per app aziendali più grandi e complesse, un approccio di sviluppo software nativo rimarrà probabilmente l'approccio preferito per la maggior parte delle aziende, poiché Flutter è un framework relativamente giovane, con meno librerie software di terze parti e pacchetti che limitano gli sviluppatori.

"Gli ecosistemi non crescono dall'oggi al domani e Flutter è ancora una nuova piattaforma per alcuni standard, ma riteniamo che i 15.000 pacchetti e le aziende rappresentate sopra [e.g., Nubank and Realtor.com] sono la prova di una rapida crescita nel colmare le lacune rimanenti, così come esistono ", ha detto Sneath. "Siamo molto incoraggiati da questa continua crescita."

Ci sono prove evidenti che le aziende sono interessate a ciò che Flutter ha da offrire, con Nubank fortemente sostenuto da VC che si spinge fino a pubblicare la sua intera filosofia sul perché utilizza Flutter per lo sviluppo mobile multipiattaforma. Secondo Sneath, Flutter risolve due sfide fondamentali per le grandi aziende.

"In primo luogo, trovano esasperante il fatto che per raggiungere tutti i loro clienti, debbano creare la stessa app due, tre, anche quattro o più volte", ha affermato. "Non esiste un buon parallelo per questa duplicazione: non costruiscono più sistemi di fatturazione, più piattaforme per il libro paga, ecc. , tutti i team di sviluppo devono andare alla velocità del più lento, ecc. "

Il secondo problema che Flutter risolve, secondo Sneath, è che le aziende possono investire milioni nella creazione e nel mantenimento di una suite di marchi aziendali, ma possono quindi essere limitate in ciò che possono fare con le loro proprietà digitali a causa dei loro limiti incorporati.

"Troppo spesso la coda scodinzola il cane qui – i loro siti rivolti ai clienti sono guidati da ciò che il framework consente loro di fare, piuttosto che viceversa", ha detto Sneath. "Adorano il fatto che Flutter dia loro il controllo."

Open source

Il movimento open source ha guadagnato forza negli ultimi dieci anni, con la maggior parte delle principali aziende tecnologiche che lo hanno abbracciato in una certa misura: Facebook ha aperto innumerevoli progetti interni, mentre Google stessa non è estranea all'open source. Microsoft, nel frattempo, ha lavorato duramente per dimostrare che è all-in sull'open source, dichiarando di recente che ora è il modello accettato per la collaborazione interaziendale.

E questo è un punto che vale la pena cogliere, mentre Microsoft, Google, Amazon, Facebook e altri. spesso bloccano le corna come concorrenti, il mondo open source è dove giocano bene. Google potrebbe essere il più grande collaboratore singolo al framework Flutter, ma questo non racconta la storia completa. "Di tutte le persone che hanno contribuito a questa versione, la maggior parte non lavora per Google", ha detto Sneath. “Ovviamente Flutter è più del semplice framework di base; sono disponibili circa 15.000 pacchetti, la maggior parte dei quali proviene da collaboratori non Google come Amazon, Microsoft, Adobe, Huawei, Alibaba, eBay e Square ".

Con l'ultima versione di Flutter, Microsoft ha aggiunto alcuni contributi degni di nota, in particolare attorno alla sua crescente attenzione sul fattore di forma "pieghevole", che può comportare dispositivi con doppio schermo. Microsoft sta ora rilasciando codice per supportare questi nuovi design, consentendo alle app di sfruttare le loro funzionalità uniche.

E questo evidenzia perché l'open source ha senso per questo progetto: Google ha bisogno del pieno consenso del settore e dell'ecosistema affinché Flutter possa prosperare e, se gli sviluppatori possono avere pieno accesso a una base di codice, è più probabile che rimangano in giro.

"Gli sviluppatori di software che sono in grado di vedere il codice fino in fondo allo stack è un enorme vantaggio per un framework di interfaccia utente", ha detto Sneath. "Essere in grado di eseguire il debug attraverso i livelli piuttosto che colpire una scatola nera rende gli sviluppatori più produttivi. Essere in grado di prendere un controllo o un widget e eseguirne il fork se non soddisfa le tue esigenze garantisce che il framework stesso non sia mai un fattore limitante. Da una prospettiva puramente egoistica, essere open source significa ricevere contributi da una comunità di talento. La possibilità di chiedere ai nostri clienti di inviare un bug e una correzione allo stesso tempo, o di correggere qualcosa in privato, è un altro enorme vantaggio ".

Flutter 2.0 è ora disponibile per gli sviluppatori.

VentureBeat

La missione di VentureBeat è quella di essere una piazza cittadina digitale per i responsabili delle decisioni tecniche per acquisire conoscenze sulla tecnologia trasformativa e sulle transazioni.

Il nostro sito fornisce informazioni essenziali sulle tecnologie dei dati e sulle strategie per guidarti mentre guidi le tue organizzazioni. Ti invitiamo a diventare un membro della nostra community, per accedere a:

  • informazioni aggiornate sugli argomenti di tuo interesse
  • le nostre newsletter
  • contenuti gated leader di pensiero e accesso scontato ai nostri eventi preziosi, come Transform
  • funzionalità di rete e altro ancora

Diventare socio