HBO Max ripristina silenziosamente il servizio per gli utenti Linux

15

Ingrandisci / A volte sembra che Widevine sia il DNS di Digital Rights Management. "Non può essere Widevine!" Era Widevine. È sempre Widevine …

Jim Salter

Ad agosto, HBO ha interrotto l'accesso dei suoi clienti al servizio di streaming HBO Max aumentando le impostazioni del suo servizio Widevine DRM, molto probabilmente abilitando un requisito di percorso multimediale verificato. Quando Ars ha contattato HBO Max in quel momento, i rappresentanti del servizio ci hanno spazzolato via con una risposta boilerplate:

Potresti essere in grado di eseguire lo streaming di HBO Max su piattaforme Linux, sebbene al momento non sia ufficialmente supportato per HBO Max. Per i browser e i dispositivi supportati, vedere i dispositivi supportati da HBO Max o visitare il Centro assistenza HBO Max per ulteriore supporto.

I rappresentanti di HBO Max non hanno risposto a una richiesta di commento sul fatto che il servizio avesse abilitato il requisito VMP sotto Widevine, che è ciò che ha rotto CBS All Access per gli utenti Linux nel gennaio di quest'anno. Annuncio pubblicitario

Non abbiamo mai sentito altro da HBO Max, ma come i lettori ci hanno fatto notare questa settimana, qualcuno alla fine ha risolto il problema con Widevine. Il servizio sta ancora una volta distribuendo licenze agli abbonati Linux i cui browser supportano la crittografia Widevine. Il browser completo e proprietario di Google Chrome supporta Widevine (che è un protocollo di Google) per impostazione predefinita; può anche essere abilitato in modo relativamente semplice su Chromium e Mozilla Firefox.

Vale la pena notare che, sebbene l'accesso sia stato ripristinato per gli utenti Linux ora – e siamo grati a chiunque lo abbia finalmente fatto – i PC Linux non sono ancora nell'elenco dei dispositivi supportati da HBO Max.