I principali fornitori di memoria e display abbandonano Huawei dopo le nuove restrizioni statunitensi

0
4

Le restrizioni statunitensi più severe contro Huawei entreranno in vigore il 15 settembre e le aziende di tutto il mondo sono costrette a schierarsi. Abbiamo già visto la più grande fonderia del mondo, TSMC, affermare che non farà più affari con Huawei, anche se Huawei è stata incoronata il più grande produttore di smartphone al mondo lo scorso trimestre. Le prossime società ad abbandonare sono Samsung, LG e SK Hynix, secondo un paio di rapporti del sito coreano Chosun Ilbo.

Guerra commerciale! USA contro Cina

Visualizza altre storie

Innanzitutto, Chosun Ilbo riferisce che Samsung Electronics e SK Hynix hanno entrambi dichiarato che smetteranno di vendere chip a Huawei. Samsung è il produttore di memorie numero 1 al mondo e SK Hynix è il numero 2, quindi Huawei dovrà procurarsi memoria flash NAND e DRAM da qualche altra parte. Il produttore numero 3 di memorie è la società americana Micron, che ha già evitato Huawei. Nel mercato della RAM, Samsung, SK Hynix e Micron sono i "tre grandi" produttori e insieme hanno una quota di mercato di circa il 94%. Tutti e tre sono anche i principali attori nel mercato della memoria flash NAND, che, secondo Statista, va a Samsung (35,5 percento), Kioxia (18,7 percento, ex Toshiba Memory), Western Digital (14,7 percento), Micron (11,3 percento), Intel (9,7%) e SK Hynix (9,6%). Questi produttori, che coprono il 99,5% del mercato, risiedono tutti negli Stati Uniti, in Giappone o in Corea del Sud, quindi nessuno sembra disposto a vendere a Huawei. Le cose sembrano cupe.

Annuncio

Chosun Ilbo afferma che Huawei è il terzo acquirente mondiale di semiconduttori e la società rappresenta il 6% delle vendite di semiconduttori di Samsung Electronics e il 15% delle vendite di SK Hynix. Huawei sa che questo divieto è in arrivo da molto tempo, tuttavia, e il rapporto afferma che la società ha "un inventario di due anni".

Il rapporto n. 2 afferma che Samsung Display e LG Display hanno entrambi sospeso le vendite a Huawei. Samsung produce i migliori display OLED per smartphone e, indipendentemente da ciò che dice il nome all'esterno di un telefono, la maggior parte degli smartphone di punta utilizza display Samsung. Esistono molti modi per tagliare il mercato dei display, ma il più rilevante è il mercato degli smartphone OLED, dove, secondo i numeri del quarto trimestre 2019 di Pulse, Samsung aveva una quota di mercato dell'81,2 percento e LG aveva una quota del 10,8 percento.

La migliore scommessa di Huawei per i display è la società cinese BOE, che era la numero 3 nella lista, con una quota di mercato dell'1,6%. Huawei utilizza regolarmente display BOE su alcuni dispositivi, il più famoso come fornitore per Huawei Mate X, sebbene ammiraglie come il P40 Pro+ utilizzassero ancora un display Samsung. BOE è il più grande produttore di display in generale, ma non ha avuto molto a che fare con il mercato degli smartphone OLED.

Una scorta di chip e fornitori cinesi alternativi possono far andare avanti Huawei un po' più a lungo, ma il problema immediato dell'azienda è il software, a cui è stato impedito di utilizzare il Play Store e le app Android di Google. Domani, Huawei dovrebbe mostrare i progressi sul suo rivale Android "Harmony OS", annunciato lo scorso anno. Probabilmente non è ancora pronto per combattere Android, ma a lungo termine l'azienda spera che il progetto abbia successo laddove Tizen, Windows Phone, Blackberry 10, Sailfish OS, Ubuntu Touch, Firefox OS, Symbian, MeeGo e WebOS hanno fallito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui