Il 5G negli Stati Uniti ha una media di 51 Mbps mentre altri paesi raggiungono centinaia di megabit

4

Getty Images | zf L

La velocità media di download del 5G negli Stati Uniti è di 50,9 Mbps, un bel passo avanti rispetto alla velocità media del 4G, ma molto indietro rispetto a diversi paesi in cui la velocità del 5G è compresa tra 200 Mbps e 400 Mbps. Queste statistiche sono state riportate oggi da OpenSignal, che ha presentato velocità medie 5G in 12 paesi sulla base di test di velocità avviati dall’utente condotti tra il 16 maggio e il 14 agosto. Gli Stati Uniti sono arrivati ​​all’ultimo dei 12 paesi in velocità 5G, con 10 degli altri 11 paesi che pubblicano velocità 5G che hanno almeno raddoppiato quelle degli Stati Uniti.

La velocità media 5G degli Stati Uniti è 1,8 volte superiore alla velocità media di download 4G del paese di 28,9 Mbps. I test degli utenti nel vicino Canada hanno prodotto una media 4G di 59,4 Mbps e una media 5G di 178,1 Mbps. Taiwan e Australia hanno entrambe prodotto medie 5G superiori a 200 Mbps, mentre la Corea del Sud e l’Arabia Saudita hanno prodotto le velocità 5G più elevate rispettivamente a 312,7 Mbps e 414,2 Mbps.

Negli Stati Uniti, la velocità media di download per gli utenti che hanno avuto accesso al 5G almeno una parte del tempo era di 33,4 Mbps, cifra che include sia le esperienze 4G che 5G. Questo è stato il secondo più basso dei 12 paesi esaminati da OpenSignal, con le velocità più elevate in Arabia Saudita (144,5 Mbps) e Canada (90,4 Mbps). Gli Stati Uniti hanno ottenuto risultati migliori nella disponibilità del 5G, la percentuale di tempo in cui gli utenti sono connessi al 5G; la cifra degli Stati Uniti in quella statistica è del 19,3 percento, il quinto migliore, con l’Arabia Saudita al primo posto al 34,4 percento e il Regno Unito all’ultimo al 4,5 percento.

Questi grafici mostrano come i 12 paesi si accumulano in termini di velocità di download 4G e 5G, la percentuale di tempo in cui gli utenti sono connessi al 5G e le velocità di download complessive:

Annuncio

OpenSignal afferma di raccogliere “miliardi di misurazioni ogni giorno da oltre 100 milioni di dispositivi in ​​tutto il mondo”. OpenSignal ha detto ad Ars che i 12 paesi inclusi nel rapporto sono quelli in cui ha raccolto i dati di più alta qualità.

Modesto urto di velocità nello spettro a banda bassa

Il divario relativamente piccolo tra le velocità 4G e 5G negli Stati Uniti (28,9 Mbps contro 50,9 Mbps) riflette l’uso diffuso dello spettro a banda bassa sia per le vecchie che per le nuove reti. T-Mobile, in particolare, ha aggiornato gran parte della sua rete 4G a banda bassa a 5G, il che fornisce un aumento di velocità ma non gli enormi aggiornamenti di velocità possibili nelle reti 5G che si basano sullo spettro a banda alta. Il rapporto di OpenSignal ha spiegato:

Le modeste velocità di download del 5G negli Stati Uniti sono dovute a una combinazione della quantità limitata di nuovo spettro 5G a banda media disponibile e alla popolarità dello spettro a banda bassa (600 MHz di T-Mobile e 850 MHz di AT&T), che offrono un’eccellente disponibilità e copertura ma velocità medie inferiori rispetto allo spettro della banda media da 3,5 GHz utilizzato come banda 5G principale in tutti i paesi al di fuori degli Stati Uniti.

Una precedente ricerca OpenSignal pubblicata a giugno, basata su test tra il 16 marzo e il 13 giugno, ha mostrato che Verizon è di gran lunga il leader negli Stati Uniti nella velocità media di download 5G, a 494,7 Mbps. T-Mobile e la sua sussidiaria di recente acquisizione Sprint hanno entrambe registrato velocità medie 5G di poco superiori a 49 Mbps, mentre AT&T ha registrato una media di 60,8 Mbps.

Ma la rete 5G di Verizon è minuscola, in gran parte a causa della dipendenza di Verizon dalle frequenze delle onde millimetriche che sono facilmente bloccate dai muri e non viaggiano lontano, quindi le elevate velocità di download 5G di Verizon non hanno avuto praticamente alcun impatto sulla media degli Stati Uniti su tutti i vettori. Gli utenti dell’app di test della velocità di OpenSignal sono stati in grado di ottenere un segnale Verizon 5G solo lo 0,4% delle volte, rispetto al 22,5% di T-Mobile, al 14,1% di Sprint e al 10,3% di AT&T. Questi grafici del rapporto di giugno di OpenSignal mostrano la velocità media di download 5G per operatore, la disponibilità del 5G per operatore e le velocità complessive sperimentate dagli utenti 5G su ciascun operatore:

Annuncio

Per maggiori dettagli su come funziona il 5G su diverse bande di spettro, vedere la recente funzione di Jim Salter di Ars, “Cosa significherà l’avvento del 5G, mmWave e non, per i giochi online”.

Nonostante la piccola rete 5G di Verizon, gli Stati Uniti si classificano più in alto nella disponibilità del 5G rispetto alle velocità del 5G perché lo spettro a banda bassa utilizzato da altri operatori “è ideale per consentire un’ottima copertura del 5G e consentire agli utenti di trascorrere più tempo connessi rispetto ai paesi con una frequenza più elevata”. Spettro 5G”, ha scritto OpenSignal nel rapporto di oggi. “Negli Stati Uniti i servizi 5G a banda bassa di T-Mobile e AT&T hanno contribuito a ottenere un risultato di elevata disponibilità del 5G. Il recentissimo lancio di T-Mobile negli Stati Uniti dell’accesso autonomo 5G, in cui un telefono non ha più bisogno di connettersi al 4G per affinché il 5G funzioni, dovrebbe aiutare i servizi 5G in futuro.”

Il graduale passaggio dal 4G al 5G potrebbe sembrare familiare a chi ricorda il passaggio dal 3G al 4G iniziato circa un decennio fa. Il mercato del 5G è attualmente “immaturo” secondo OpenSignal. “Siamo ancora nelle prime fasi di un’era 5G che durerà per almeno un decennio perché i primi servizi 5G sono stati lanciati solo nel 2019 e in un certo numero di paesi continuiamo a vedere il lancio di servizi 5G rivolti agli utenti di smartphone per la prima volta. tempo”, si legge nel rapporto.