Il divieto di Trump sulle parti dei droni cinesi rischia di peggiorare gli incendi

2

Ingrandisci / La foto scattata il 28 agosto 2020 mostra il relitto nel sito in cui un incendio si è abbattuto a Vacaville, nella contea di Solano, nel nord della California.

Xinhua News Agency | Getty Images

La decisione del dipartimento degli interni degli Stati Uniti di non acquistare più droni con parti cinesi ha reso più difficile combattere gli incendi, secondo una nota interna del dipartimento che mette a nudo un costo della repressione dell’amministrazione Trump sulla tecnologia cinese.

Il memorandum, che è stato scritto dall’Office of Aviation Services del dipartimento all’inizio di quest’anno, ha rilevato che entro la fine dell’anno, il dipartimento avrà effettuato solo un quarto della combustione controllata che avrebbe altrimenti potuto fare se fosse andato avanti con il programma acquisti di droni

Gli Stati Uniti stanno vivendo uno dei suoi anni peggiori per le epidemie di incendi grazie al caldo e alla mancanza di vigili del fuoco. E mentre nessuno di questi sembra essere accaduto sul territorio federale, gli addetti ai lavori avvertono che il divieto di fatto di acquistare droni con componenti cinesi rischia di peggiorare la situazione.

La nota interna, scritta all’inizio dell’estate e vista dal Financial Times, avvertiva: “[The department’s current fleet] deve espandersi per soddisfare la domanda di misure preventive obbligatorie per la riduzione degli incendi boschivi attraverso la riduzione della vegetazione”.

Ha scoperto che entro la fine dell’anno, il dipartimento avrà effettuato solo il 28% della combustione controllata che avrebbe potuto fare se avesse acquistato 17 nuovi sistemi antincendio basati su droni come previsto.

Annuncio

David Bernhardt, il segretario degli interni, ha annunciato la repressione dei droni di fabbricazione cinese l’anno scorso tra le preoccupazioni per le implicazioni sulla sicurezza nazionale del loro volo sui territori federali. È stata una delle più ampie azioni che l’amministrazione Trump ha annunciato contro le società tecnologiche cinesi.

Il dipartimento ha il più grande programma di droni civili nel governo federale, utilizzato per tutto, dalla lotta antincendio al monitoraggio della fauna selvatica. Ma per lo più non è stato in grado di volare dallo scorso anno, quando Bernhardt ha deciso che tutti gli 810 velivoli dipartimentali dovrebbero essere messi a terra in attesa di una revisione dei rischi per la sicurezza che comportano, dato che contengono tutti parti cinesi.

Bernhardt ha concesso un’esenzione per l’esecuzione di incendi controllati su terreni federali, un metodo regolare per fermare gli incendi nei loro passi. Ma allo stesso tempo, Susan Combs, una delle sue assistenti segretarie, ha affermato che nessun nuovo drone dovrebbe essere acquistato senza la sua autorizzazione, che da allora non ha dato.

Questa decisione ha interrotto l’acquisto pianificato di 17 nuovi sistemi Ignis, utilizzati per l’accensione di incendi controllati. Senza di loro, la nota interna afferma che il dipartimento ha utilizzato aerei con equipaggio di vigili del fuoco, mettendo a rischio vite umane, o non ha effettuato affatto l’incendio.

Diceva: “Negare l’acquisizione di UAS [drone] i dispositivi di accensione aerea trasferiscono direttamente il rischio ai vigili del fuoco che devono utilizzare aerei con equipaggio per completare queste missioni piuttosto che un’opzione più sicura che utilizza gli UAS. E ha consigliato di riavviare gli acquisti pianificati, cosa che non è ancora avvenuta.

Il dipartimento degli interni ha dichiarato: “Il segretario Bernhardt si impegna a dispiegare tutte le risorse necessarie per proteggere la salute e la sicurezza umana. L’ordine del segretario di mettere a terra i droni del dipartimento raggiunge questi importanti obiettivi affrontando seri problemi di sicurezza nazionale che sono stati sollevati nei briefing riservati alla fine dell’anno scorso”.

© 2020 The Financial Times Ltd. Tutti i diritti riservati. Non deve essere ridistribuito, copiato o modificato in alcun modo.