Il Galaxy Watch Active2 di Samsung può monitorare la pressione sanguigna

64
  • Premere questo pulsante per misurare la pressione sanguigna. Apparentemente sarà così facile (dopo l’installazione).

    SAMSUNG

  • “Setup” significa calibrare l’orologio con un vero bracciale per la pressione sanguigna.

    SAMSUNG

  • Inserisci le statistiche della pressione sanguigna nell’app Samsung e da lì l’orologio può misurare eventuali cambiamenti. Dovrai farlo almeno ogni mese per una lettura accurata.

    SAMSUNG

  • Samsung sta facendo tutto questo solo con il sensore PPG sul retro dell’orologio.

    SAMSUNG

Samsung afferma di aver trovato un’applicazione di monitoraggio della pressione sanguigna per uno smartwatch e la soluzione inizierà a essere spedita sul Galaxy Watch Active2, un orologio Tizen lanciato lo scorso anno. Samsung afferma che l’app “è stata autorizzata dal Ministero della sicurezza alimentare e dei farmaci (MFDS) della Corea del Sud come Software as a Medical Device (SaMD), rendendola un sistema di monitoraggio della pressione sanguigna da banco e senza bracciale approvato dal governo applicazione.”

Gli unici sensori sul retro di un Galaxy Watch Active2 sono un sensore di frequenza cardiaca fotopletismografia (PPG) e un elettrodo per elettrocardiogrammi, ma l’azienda afferma che è sufficiente per ottenere una valutazione della pressione sanguigna. Il trucco è che dovrai prima calibrare i sensori con un vero bracciale per la pressione sanguigna. Il processo di configurazione ti fa indossare l’orologio mentre esegui una lettura della pressione sanguigna con un bracciale, quindi inserisci la lettura del bracciale nel software Samsung. Da lì, il software può presumibilmente eseguire ulteriori letture solo con l’hardware dell’orologio.

I tradizionali bracciali automatici per la pressione sanguigna si gonfiano per limitare il flusso sanguigno nel braccio e, quando il bracciale rilascia la pressione, le pulsazioni arteriose vengono misurate con un sensore di pressione. Esiste già uno smartwatch con una fascia di gonfiaggio che è fondamentalmente un minuscolo bracciale per la pressione sanguigna, l’Omron HeartGuide, ma l’orologio di Samsung non funziona così. Invece, afferma l’azienda, “il dispositivo misura la pressione sanguigna attraverso l’analisi delle onde del polso, che viene monitorata con i sensori di monitoraggio della frequenza cardiaca. Il programma analizza quindi la relazione tra il valore di calibrazione e la variazione della pressione sanguigna per determinare la pressione sanguigna”. È una lettura della pressione sanguigna guidata dal PPG.

Annuncio

In realtà c’è un intero articolo di Nature sull’argomento della misurazione della pressione sanguigna con un sensore PPG. Il succo è che un sensore PPG misura il volume del sangue e non la pressione sanguigna, ma la correlazione tra i due significa che una volta calibrato con una misurazione della pressione sanguigna reale a un certo volume, è possibile misurare la variazione di volume e ricavare un sangue lettura della pressione da quello. Lo svantaggio di questa tecnica è che, per una lettura accurata, Samsung afferma che dovrai ricalibrare l’orologio con un’altra lettura del bracciale “almeno ogni quattro settimane”. L’azienda consiglia inoltre di tenere l’orologio ben stretto al polso e di non parlare o muoversi durante la lettura.

Sembra che il banco di prova per questo sia accaduto nel 2018, quando Samsung e UFCS hanno lanciato il progetto di ricerca “My BP Lab”. Il progetto ha utilizzato il sensore PPG Galaxy S9 per misurare la pressione sanguigna, utilizzando lo stesso piano di calibrazione del bracciale dell’annuncio dello smartwatch di oggi. All’epoca, l’UCSF ha affermato che lo studio gli avrebbe consentito di raccogliere dati “da migliaia di utenti in contesti del mondo reale”.

La funzione richiederà la “Samsung Health Monitor App”, che secondo Samsung sarà disponibile nel terzo trimestre di quest’anno.