Il Mobile World Congress è stato annullato a causa del coronavirus [Updated]

61

[Update 2:32pm ET, February 12. 2020] L’organizzatore del Mobile World Congress 2020 (MWC), GSMA, ha annunciato che quest’anno l’evento tecnologico annuale di Barcellona è stato annullato.

Parte della dichiarazione della GSMA sulla decisione afferma: “La preoccupazione globale per l’epidemia di coronavirus, i problemi di viaggio e altre circostanze, rendono impossibile per la GSMA tenere l’evento”.

La cancellazione ha fatto seguito alla notizia di diversi importanti espositori che si sono ritirati a causa di restrizioni di viaggio e preoccupazioni legate all’epidemia di coronavirus in Cina. Vedi sotto per i dettagli su quella storia in via di sviluppo.

Storia originale 18:05 ET, 10 febbraio 2020

Il Mobile World Congress 2020 (MWC) dovrebbe essere la settimana più importante dell’anno per la tecnologia mobile, ma lo spavento per la salute pubblica del coronavirus e le relative restrizioni di viaggio hanno portato a una grande quantità di incertezza tra la solita fanfara.

Diverse importanti aziende tecnologiche, tra cui Sony, Amazon, LG, Ericsson e Nvidia, hanno annullato i piani per partecipare alla conferenza e alcuni, come Samsung, hanno ancora in programma di partecipare ma con una presenza ridotta. La GSMA si è affrettata a sottolineare, come citato dalla BBC, che l’evento rimane “forte di oltre 2.800 espositori”.

Gli annunci sono arrivati ​​nei giorni scorsi. Molte di queste aziende sono solitamente protagoniste dell’evento e, sebbene molte altre aziende abbiano ancora in programma di partecipare, lo spettacolo di quest’anno sembra essere molto diverso da quello che abbiamo visto nel 2019 o nel 2018.

Organizzato dal gruppo di interesse mobile GSMA e tenuto ogni anno a Barcellona, ​​MWC è diventato senza dubbio l’evento più significativo dell’anno per l’industria della tecnologia mobile e wireless. Molte aziende di telefonia mobile saltano il rumore del CES per svelare i loro piani e fare affari in questo evento più mirato. L’evento di quest’anno doveva essere importante: aprirà le porte alla transizione 5G, hanno previsto le società di telefonia mobile.

Annuncio

Nel 2019, 109.000 persone provenienti da 198 paesi e territori hanno partecipato al MWC. Il sei percento di questi partecipanti proveniva dalla Cina e il 16 percento proveniva dalla più ampia regione dell’Asia-Pacifico, secondo il rapporto annuale della GSMA.

Ieri, la GSMA ha risposto alle ritirate chiarendo le misure di salvaguardia che l’organizzazione sta adottando per proteggere i partecipanti e gli espositori al MWC. Includono il divieto per tutti i viaggiatori provenienti dalla provincia cinese di Hubei e l’obbligo per i viaggiatori di dimostrare di essere stati lontani dalla Cina nei 14 giorni precedenti l’evento. Inoltre, i partecipanti devono dichiarare di non essere stati in contatto con persone infette e sottoporsi a screening della temperatura. La GSMA darà anche “consigli” ai visitatori di non stringere la mano durante l’evento.

Il sindaco di Barcellona Ada Colau ha recentemente rassicurato i visitatori che la città è pronta a gestire l’evento in queste circostanze. “Raccomanderei di ascoltare gli esperti, gli scienziati e le autorità sanitarie che ci dicono che il Mobile (Congresso mondiale) può andare avanti con assoluta normalità”, ha affermato. Il funzionario sanitario catalano Alba Vergés è stato citato nella dichiarazione della GSMA sull’argomento, dicendo: “il sistema sanitario catalano è pronto a rilevare e trattare il coronavirus, per dare la risposta più appropriata, e questo deve essere chiaro a coloro che partecipano al MWC Barcelona”.

L’effetto dell’epidemia di coronavirus sull’industria tecnologica non riguarda solo le conferenze; diverse aziende hanno imposto restrizioni sui viaggi di lavoro ai propri dipendenti, tra cui Apple, Google, Facebook, Microsoft, Airbnb e altre. E sia Apple che Amazon hanno detto agli investitori nelle loro ultime chiamate sugli utili trimestrali che non sono sicuri di quanto gravemente l’epidemia avrà un impatto sulle loro linee di approvvigionamento in Cina. Ci sono state numerose segnalazioni di fabbriche chiave per quelle aziende che chiudono o operano con personale ridotto.

L’epidemia sta colpendo anche altri settori. Il Singapore Airshow ha visto alcuni back-out da parte dei principali espositori, tra cui Lockheed Martin. E in uno dei tanti esempi per l’industria dei giochi, il popolare videogioco PlayerUnknown’s Battlegrounds ha visto il rinvio di un evento di eSport programmato a Berlino.

Come riportato in precedenza dall’Ars, ora ci sono 40.500 casi confermati di virus e ci sono stati 910 morti. La maggior parte dei casi si è verificata in Cina e solo un decesso è stato confermato al di fuori della Cina.