Il nuovo programma di riparazione automatica di Samsung è migliore di quello di Apple

70

iFixit

Molte aziende stanno iniziando ad approvare programmi di autoriparazione come alternativa alle riparazioni o all’aggiornamento professionale. In collaborazione con iFixit, Samsung ha lanciato ufficialmente il proprio programma di autoriparazione per telefoni e tablet Galaxy.

Samsung ha annunciato a marzo che stava collaborando con iFixit per fornire parti di ricambio ufficiali per telefoni e tablet Galaxy, oltre ad aggiornare le guide di riparazione e altra documentazione. A partire da oggi, puoi acquistare parti Samsung originali per le serie Galaxy S20 e Galaxy S21, nonché per il Galaxy Tab S7+. Anche le guide di riparazione sono state aggiornate e ampliate per questi dispositivi.

Parti di ricambio per Galaxy S21 iFixit

Ci sono molti dispositivi mancanti in questo breve elenco: Samsung vende altri due modelli Tab S7, la serie Galaxy S22 e molti telefoni economici Galaxy A. Anche le parti di ricambio sono disponibili per ora solo negli Stati Uniti e alcuni componenti (come i moduli della fotocamera) non sono disponibili. iFixit afferma che sta “lavorando verso più dispositivi e parti complete aggiuntive”.

Il nuovo programma è simile alla partnership di iFixit con Google, iniziata ufficialmente a giugno e offre parti di ricambio simili e guide di riparazione ufficiali per i telefoni Google Pixel. Tuttavia, la disponibilità delle parti è migliore con i dispositivi di Google: puoi acquistare (almeno alcuni) componenti sostitutivi per tutti i telefoni di Google dal Pixel 2 del 2017.

Anche nella sua attuale forma limitata, il programma di riparazione di Samsung è molto più semplice e accessibile del programma di riparazione automatica di Apple iniziato a maggio. Apple richiede alle persone di noleggiare strumenti e attrezzature per le riparazioni dell’iPhone e il completamento di uno schermo o lo scambio della batteria comporta la chiamata a un tecnico remoto affinché l’iPhone lo riconosca come una parte originale. Samsung e Google non hanno gli stessi meccanismi di blocco digitale sui loro dispositivi.

Fonte: iFixit, Samsung