Il nuovo termostato Google Nest arriva alla FCC, possibilmente con controlli gestuali dell'aria

0
6

Il termostato Nest di terza generazione del 2015.

Un nuovo termostato Google Nest ha colpito la FCC. Droid-Life è stato il primo a individuare questo elenco sul sito del governo. L'elenco è in modalità confidenziale, quindi è scarso sui dettagli, ma i dettagli che abbiamo sono un po' strani. Pensiamo che abbia controlli dei gesti aerei.

Innanzitutto, il rapporto sull'esposizione RF elenca il dispositivo come un "termostato" e afferma che ha Wi-Fi 802.11n e Bluetooth, il che sembra tutto abbastanza normale. Quindi, elenca il dispositivo con un "Trasmettitore da 60 GHz", che non era presente su un precedente termostato Nest. Un possibile utilizzo per un trasmettitore a 60 GHz è "WiGig", una forma di Wi-Fi a 60 GHz che può raggiungere i 7 Gbps. Tuttavia, i trasferimenti di dati ad alta velocità non sembrano appropriati per un termostato, quindi l'altra possibilità più probabile è Project Soli, il sistema di gesti aerei di Google che è stato commercializzato per la prima volta alla fine dello scorso anno su Pixel 4.

Project Soli è un sistema di gesti aerei che Google sta sviluppando da tempo. È un sistema radar compatto su chip e Google ha l'approvazione FCC per utilizzare Soli nella banda di frequenza da 57 a 64 GHz. L'idea di vendita originale di Soli era che, facendo esplodere la tua mano con 60 Ghz e catturando il segnale di ritorno, Soli poteva rilevare "movimenti sub-millimetrici delle dita", il che avrebbe consentito un controllo gestuale molto preciso. Era possibile pizzicare il pollice e l'indice insieme per premere un pulsante o strofinare le due dita insieme per far girare un quadrante. Soli è stato originariamente concepito per dispositivi senza touchscreen di grandi dimensioni, come altoparlanti o smartwatch. Un termostato Nest si adatterebbe probabilmente a quella descrizione, dal momento che non ha un touchscreen e si basa invece su una rotella di scorrimento girevole che funge anche da corpo esterno del termostato.

Annuncio

  • I gesti Soli originali del 2015. Nessuno di questi funziona su Pixel 4.

  • Questi gesti sono stati abilitati da questo chip Project Soli originale, come mostrato a Google I/O 2015. Nota che ci sono sei antenne.

  • Nel 2016 Google ha ridotto il chip e il consumo energetico, pur mantenendo le sei antenne.

  • Il chip Pixel 4 ha solo quattro antenne. Molto probabilmente ce n'è uno per la trasmissione del radar e tre per la ricezione.

  • Soli è stato dimostrato in uno smartwatch, il che ha senso dato il piccolo touchscreen.

  • C'era anche una demo dell'altoparlante intelligente, che, di nuovo, ha senso quando non si dispone di un enorme touchscreen.

Ovviamente, la versione Pixel 4 di Project Soli era un disastro e ridurre il chip sperimentale per adattarlo a uno smartphone significava eliminare gran parte della precisione "sub-millimetrica" ​​promessa. Invece di muovere le dita, Pixel 4 aveva bisogno di grandi gesti che agitavano le braccia per rilevare qualsiasi cosa e la funzionalità era molto ridondante considerando che uno smartphone ha già un enorme touchscreen sul davanti. Forse un termostato, che è molto più spesso di uno smartphone e non deve preoccuparsi della durata della batteria, può utilizzare un chip più grande e preciso.

Ad oggi, Google non si è mai davvero impegnato nella progettazione di un termostato Nest. Google ha acquistato Nest nel 2014 per 3,2 miliardi, ma Nest ha trascorso diversi anni a essere gestita come società indipendente sotto l'ombrello di Google (e in seguito di Alphabet). L'attuale termostato di punta, il Nest di terza generazione, è stato rilasciato nel 2015 e il più economico Nest E è stato lanciato nel 2017. Nest ha smesso di essere un'azienda autonoma e si è fusa in Google nel 2018. Con Google I/O 2019, Nest l'azienda era davvero morto e "Nest" è diventato un sottomarchio di Google. Nest e Google hanno ancora molte sovrapposizioni confuse, come le app per la casa intelligente concorrenti, e sembra che alla fine tutti i prodotti Nest dovranno essere sostituiti dalle versioni di Google.

Google potrebbe essere al comando ora, ma raramente c'è una buona ragione per rilasciare una versione aggiornata di un termostato. È solo un termostato! Non ha mai bisogno di processori più veloci o connettività aggiornata, quindi devi avere qualche altra scusa per far girare un nuovo pezzo di hardware. Utilizzando la logica di Google, i gesti aerei di Project Soli sembrano una ragione sufficiente per creare una versione Google del termostato Nest. Non sono sicuro che qualcuno voglia davvero agitare la mano davanti a un termostato, ma vedremo quale sarà l'eventuale proposta di vendita di Google.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui