In che modo IBM utilizza la blockchain per trasformare il potenziale dei dati aziendali

0
43

La blockchain può essere avvolta nel balbettio sul consenso, sulla crittografia e sui libri mastri, lasciando i responsabili IT in un calderone di confusione. Ma nel 2020, IBM ha fatto passi da gigante per portare la blockchain nel mainstream concentrandosi sui vantaggi che offre agli utenti aziendali.

Queste virtù includono la capacità di connettersi con una gamma più ampia di partner per condividere i dati attraverso reti sicure basate sulla fiducia e sulla trasparenza. Per le grandi imprese focalizzate sulla trasformazione digitale, la blockchain sta diventando uno strumento fondamentale per accelerare questi sforzi.

"Penso che quasi tutti i CIO che stanno guidando la trasformazione si siano orientati a pensare a come attaccare questo in un modo che sarà iterativo, agile, veloce e aperto", ha detto Alistair Rennie, direttore generale della blockchain IBM. "Il punto in cui abbiamo avuto successo è portare la blockchain nel loro radar come uno strumento di business davvero utile. Non è una discussione sulla tecnologia esoterica a questo punto. Se stai cercando di realizzare un'integrazione multipartitica con sicurezza e privacy e devi farlo rapidamente in un modo che avrà un rapido impatto sul business, allora la blockchain è una tecnologia adatta per perseguire tale obiettivo aziendale. "

Blockchain sta prendendo il suo posto come un altro modo per aiutare le aziende a sfruttare la crescente quantità di dati che stanno raccogliendo e IBM sta cercando di far avanzare l'adozione della blockchain lungo tre percorsi.

Hyperledger

Blockchain utilizza registri distribuiti che vengono archiviati in più luoghi, consentendo una maggiore trasparenza nelle transazioni che avvengono in tutto il sistema. Consente inoltre l'identificazione sicura dei singoli prodotti, che ha il potenziale per ridurre le frodi e tracciare le spedizioni a un livello molto granulare.

L'impegno fondamentale di IBM sulla blockchain consiste nel contribuire a Hyperledger, il programma open source della Linux Foundation per sviluppare blockchain specificamente per gli utenti aziendali. La fondazione è stata costituita nel 2016 e tra i suoi 30 soci fondatori figura IBM.

"Abbiamo subito deciso che avremmo concentrato i nostri sforzi per contribuire a contribuire a rendere Hyperledger un successo con una forte attenzione alla creazione di una piattaforma blockchain che fosse davvero adatta alle esigenze aziendali", ha detto Rennie.

Parte della sfida era garantire una chiara distinzione tra blockchain e criptovaluta, tecnologie che all'epoca spesso sembravano sinonimo nella mente dei manager IT. Nel caso di Hyperledger, i partecipanti hanno creato una piattaforma peer-to-peer di base utilizzando la tecnologia di registro distribuito che può quindi essere adattata a progetti in settori come finanza, produzione, IoT e assicurazioni.

La creazione di uno standard intersettoriale ha facilitato la creazione di scambi digitali che promuovono la condivisione dei dati in nuovi modi, ha affermato Rennie.

Secondo l'ultimo rapporto annuale di Hyperledger pubblicato all'inizio di dicembre, ora ci sono 67 aziende e organizzazioni che realizzano progetti utilizzando la piattaforma blockchain. IBM è diventato il maggior contributore al programma, con 3.631 commit, più del triplo del numero del secondo più grande contributore.

"Per gli utenti aziendali, è importante assicurarsi che le persone abbiano un'idea chiara e forte di chi sta partecipando alle reti", ha affermato Rennie. "Quindi abbiamo contribuito in modo piuttosto significativo."

Piantare semi

Sebbene Hyperledger possa essere visto come una base, IBM ha deciso che non sarebbe stato sufficiente creare solo gli strumenti. Dovrebbe trovare modi per dimostrare cosa potrebbe fare la blockchain per superare lo scetticismo. A tal fine, la seconda parte della sua strategia è stata quella di convocare progetti blockchain che potrebbero essere utilizzati in diversi settori.

Forse il progetto che ha attirato maggiormente l'attenzione è l'IBM Food Trust Network.

"È stato progettato per contribuire a creare trasparenza lungo la catena di approvvigionamento alimentare", ha detto Rennie. "Dalla fattoria al consumatore e lavorando con tutte le parti intermedie, come trasformatori, rivenditori, [and] trasporto. "

Rennie ha spiegato che ciascuno di questi diversi attori utilizza i propri sistemi IT, creando un enorme ostacolo alla loro integrazione in un unico sistema. Anche se potesse essere fatto, vorrebbero solo condividere informazioni limitate e creare la fiducia per farlo sarebbe difficile.

Utilizzando la blockchain, IBM ha creato un terreno neutrale che ha consentito un hub di integrazione multipartitico. Il sistema ha permesso a ogni partecipante di connettersi e condividere dati e avere totale trasparenza su ciò che tutti gli altri avevano condiviso con le reti.

Ciò ha convinto i principali rivenditori come Walmart e Carrefour ad aderire in modo da poter monitorare i prodotti che sono arrivati ​​sui loro scaffali. Può sembrare semplicistico, ma rintracciare la provenienza di qualcosa come la lattuga è sempre stato notevolmente difficile. Quando un cespo di lattuga arriva su uno scaffale, il negozio in genere ha poca o nessuna idea da dove provenga. Ecco perché ogni volta che un'epidemia di E. coli coinvolge la lattuga, devono essere distrutte enormi quantità perché nessuno può essere sicuro di quali spedizioni provenissero dalla fonte contaminata.

Nel processo di costruzione della rete Food Trust, IBM ha dovuto mostrare ai partner come condividere le informazioni sensibili e cosa sarebbe stato possibile se lo avessero fatto.

"Dovevamo mostrare loro che aspetto ha realmente la fiducia decentralizzata in un mondo degli affari e poi che aspetto ha quando metti insieme un'applicazione del mondo reale per cercare di spostarti verso l'alto o verso il basso nella catena di fornitura in modo che quando richiami il prodotto, allora sai come farlo con precisione ", ha detto Rennie.

IBM ha collaborato con Maersk a un'iniziativa simile sulla spedizione, chiamata TradeLens. La piattaforma ha consentito ai proprietari di porti, alle società di container globali, alle società di logistica, ai funzionari doganali e agli spedizionieri di organizzarsi attorno a una piattaforma centralizzata che utilizzava contratti intelligenti per facilitare le transazioni. Per un settore che ancora spesso operava con telefoni e fax, è stato un grande passo avanti.

"Il trasporto marittimo è un'attività molto competitiva", ha detto Rennie. "Ed è piuttosto complicato se si guarda a tutto, dal fornitore alla logistica dei trasporti, ai moli, ai controlli doganali sulle esportazioni, a una nave e poi a disimballare tutto dall'altra parte. Un tipico contenitore viene fornito con un volume piuttosto significativo di scartoffie che viaggia con esso. Avere qualcuno che sta cercando di spedire qualcosa ed essere in grado di ottenere una chiarezza totale su dove si trova quel pallet in qualsiasi momento è estremamente prezioso. "

Durante la fase iniziale della pandemia la scorsa primavera, IBM ha introdotto il Rapid Supplier Connect, una piattaforma blockchain per connettere acquirenti e fornitori di apparecchiature necessarie durante la pandemia. Rennie ha detto che con cambiamenti improvvisi e massicci nelle catene di approvvigionamento – come case di moda che producono maschere e dispositivi di protezione o produttori di alcolici che producono disinfettanti per le mani – tutti i tipi di nuovi giocatori avevano bisogno di un modo per connettersi.

L'obiettivo era aiutare gli acquirenti che potrebbero avere poca o nessuna esperienza con tali acquisti a smistare questi nuovi fornitori in un modo che consentisse la verifica dei materiali. Rennie ha affermato che la piattaforma blockchain ha consentito a questi attori di collegare e condividere rapidamente i dati che rendevano tali acquisti più trasparenti.

In questo caso, i partecipanti potevano essere sicuri di condividere nella blockchain i dati sufficienti per consentire ad acquirenti e venditori di trovarsi a vicenda. Ciò ha reso le persone più a proprio agio nella condivisione dei dati sugli acquisti e sui prezzi e nella verifica dei nuovi fornitori che hanno aderito, il che ha contribuito a creare un mercato affidabile.

"Ognuna di queste persone che venivano al tavolo aveva un diverso sistema di catena di approvvigionamento che era legato al loro ospedale o alla loro fabbrica di produzione", ha detto Rennie. "Quindi non li inserirai mai tutti in una nuova catena di approvvigionamento nel corso della nostra vita, o anche in un insieme comune di catene di approvvigionamento."

Blockchain per l'impresa

Avendo utilizzato questi progetti per stabilire la fattibilità della blockchain, IBM è ora sempre più concentrata sull'attrazione degli utenti aziendali.

Tramite i suoi Global Business Services, IBM ha collaborato con le aziende per creare le proprie piattaforme blockchain. Finora ne ha sviluppati più di 100.

"Penso che stiamo comunicando ai partner che la blockchain è una tecnologia adatta per perseguire i loro obiettivi di business", ha detto Rennie. "Ci sono abbastanza persone che hanno dimostrato questi schemi in modo che tu non sarai il primo a provare quell'approccio. Quindi penso che stiamo facendo progressi aiutando con parte dell'ansia che le persone hanno. "

I vantaggi includono ancora una volta maggiore flessibilità e trasparenza, ha affermato Rennie. Ciò è diventato fondamentale poiché sempre più aziende spingono per la trasformazione digitale.

"Negli ultimi 18 mesi, c'è stata una rapida accelerazione in quanto i leader aziendali stanno iniziando a capire che parte dell'integrazione multipartitica che volevano fare è ora possibile e capire come applicare la blockchain ad alcune di queste integrazioni e dati aziendali piuttosto difficili problemi di condivisione ", ha detto Rennie.

Tornando indietro di più di due anni, Rennie ha detto che la maggior parte di questi progetti erano principalmente piloti. Ma nell'ultimo anno, più partner li hanno utilizzati quotidianamente. Ciò include partner di alto profilo come We.trade, che utilizza la blockchain per facilitare i finanziamenti alle piccole e medie imprese, e Home Depot, che la utilizza per gestire i rapporti con i suoi fornitori.

Andando avanti, IBM vede la blockchain come uno strumento importante per la sua strategia di cloud ibrido in espansione. Rennie ha affermato che la blockchain è un altro modo per aiutare a gestire la complessità derivante dall'utilizzo di diversi servizi cloud.

"Quando pensi alla capacità del cloud ibrido, una parte importante di ciò che aiutiamo le persone a fare è automatizzare e integrare i processi aziendali in molti modi diversi", ha affermato Rennie. "Blockchain gioca un ruolo piuttosto critico perché consente l'automazione dell'integrazione e l'integrazione multi-party. Blockchain è passata da un pensiero futuro a un pensiero attuale. "

VentureBeat

La missione di VentureBeat è quella di essere una piazza cittadina digitale per i responsabili delle decisioni tecniche per acquisire conoscenze sulla tecnologia trasformativa e sulle transazioni.

Il nostro sito fornisce informazioni essenziali sulle tecnologie e strategie dei dati per guidarti mentre guidi le tue organizzazioni. Ti invitiamo a diventare un membro della nostra community, per accedere a:

  • informazioni aggiornate sugli argomenti di tuo interesse,
  • le nostre newsletter
  • contenuti gated leader di pensiero e accesso scontato ai nostri eventi preziosi, come Transform
  • funzionalità di rete e altro ancora.

Diventare socio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui