In che modo l’IA alimenta l’assortimento di prodotti per le vacanze di Sam’s Club

88

Registrati ora per il tuo pass virtuale gratuito per il Summit Low-Code/No-Code del 9 novembre. Ascolta i dirigenti di Service Now, Credit Karma, Stitch Fix, Appian e altri. Scopri di più.

Quando un membro di uno dei 600 Sam’s Club negli Stati Uniti vuole una torta di zucca fresca da servire durante le festività natalizie, Vinod Bidarkoppa, SVP e Chief Technology Officer di Sam’s Club, vuole assicurarsi che sia sullo scaffale e pronto per l’uso.

A differenza dei rivenditori del mercato di massa, come Walmart, la società madre di Sam’s Club, soddisfare e trattenere i membri è la strategia più importante per una catena di magazzini per soli membri. Ecco perché Sam’s Club ha costantemente aumentato i suoi sforzi di intelligenza artificiale (AI), basata sull’intelligenza connessa. Da quando Bidarkoppa è entrato a far parte dell’azienda nel febbraio 2020, ha affermato che il suo team ha lavorato duramente per capire come assicurarsi che il giusto assortimento di prodotti arrivi nei negozi giusti al momento giusto, specialmente durante l’alta stagione delle vacanze.

“Grazie a previsioni di intelligenza artificiale accurate, l’anno scorso abbiamo venduto abbastanza torte per coprire la lunghezza di 450 campi da calcio, rimanendo al passo con la domanda dei clienti e riducendo gli sprechi alimentari”, ha detto Bidarkoppa a VentureBeat. “Se abbiamo davvero deliziato i nostri membri e tutti i membri che volevano una torta di zucca l’hanno ottenuta, questa è una vittoria per noi”.

Il Sam’s Club ha bisogno di comprendere la domanda e l’inventario

Il viaggio delle torte di zucca di Sam’s Club inizia determinando quante torte i membri acquisteranno nei 600 club e, quindi, quante devono essere ordinate dai fornitori e spedite ai negozi.

Evento

Summit Low-Code/No-Code

Unisciti ai principali dirigenti di oggi al Summit Low-Code/No-Code virtualmente il 9 novembre. Registrati per il tuo pass gratuito oggi.

Registrati qui

“Facciamo un apprendimento automatico [ML] previsioni basate su una serie di variabili, comprese le condizioni meteorologiche locali, le date delle vacanze e la durata di conservazione, e elaborare una previsione della domanda imparziale e non vincolata”, ha affermato. “Quindi, i fornitori riforniscono le torte di zucca nei centri di distribuzione, dove esiste anche l’apprendimento automatico per aiutare a pianificare il modo più efficiente per spedire tutte quelle torte di zucca ai 600 club”.

Dopo essere arrivate nei negozi, le torte di zucca, che arrivano semi-congelate e devono essere preparate per la vendita, devono essere conservate sugli scaffali. Ma quanti sono necessari per stare al passo con la domanda dei membri senza permettere che gli avanzi vadano sprecati? È qui che anche AI ​​e ML giocano un ruolo.

“Se eccessi di scorte, c’è molto che andrà sprecato”, ha detto. “Ma se sei sottoprodotto, allora hai un membro deluso che dice: ‘Qual è la vacanza senza una torta di zucca?’

L’app Fresh Sales dell’azienda utilizza l’intelligenza artificiale per prevedere, in alcuni casi anche ogni ora, quante torte o altri prodotti devono essere stoccati, in base alle previsioni ML generate per ciascun articolo del club.

“Questo sistema tiene conto del livello minimo di presentazione: quanto inventario voglio in quel club in un determinato momento”, ha affermato. “Quindi sembra quasi sempre che sia pieno e non deludiamo i membri.”

La scorsa settimana, Sam’s Club ha presentato il suo ultimo strumento ML basato sulla visione artificiale, una lavasciuga pavimenti autonoma che, in effetti, pulisce i pavimenti ma ha anche una telecamera montata che scansiona e cattura tutti gli articoli sugli scaffali del negozio due volte al giorno. Lo scrubber invia quindi avvisi di “articolo caldo” al retrobottega, in modo che i dipendenti possano dare la priorità alla ricezione degli articoli più a rischio di esaurirsi.

“Abbiamo modelli brevettati per il rilevamento di oggetti che hanno circa il 90% di precisione e copertura dell’intero spazio del club”, ha affermato Bidarkoppa.

Foto di Sam’s Club

Una volta che un camion pieno di torte di zucca arriva dal centro di distribuzione, lo strumento ClubIQ di Sam’s Club dà la priorità all’ordine in cui i dipendenti devono scaricare le torte e altri oggetti dal camion. Il sistema analizza anche il comportamento storico delle vendite degli articoli per gli eventi festivi imminenti e dice ai dipendenti quali articoli mettere sul pavimento per primi in base alla popolarità di quell’articolo, fino al livello del club.

Collegamento dell’ecosistema AI di Sam’s Club

“Questo è un ecosistema che esiste in un modello guidato da una macchina”, ha spiegato Birdarkoppa. “Alla fine, l’obiettivo è davvero quello di deliziare i nostri membri, ma alla base di tutto ciò c’è l’intelligenza artificiale”.

Anche questo ecosistema connesso basato su IA e ML continua ad apprendere nel tempo.

“Non si ferma ai segnali di dati che raccogliamo”, ha affermato. “Lo reinseriamo nel modello e questi diventano sistemi di apprendimento. Quindi, più impariamo dai segnali, migliori diventano i modelli e migliore è il risultato sia per i nostri associati che per i nostri membri”.

I soci del club, insiste, amano l’intelligence dell’inventario e la tecnologia di riconoscimento degli oggetti.

“Invece di dover scoprire manualmente tutti questi dettagli, la macchina li aiuta in modo molto preciso”, ha affermato. “Amano il fatto che ci siano cose che aiutano i nostri membri invece di dover svolgere attività manuali amministrative non necessarie: oggi siamo al di sotto del 15% delle attività che vengono gestite automaticamente da questa tecnologia e immaginiamo che su larga scala”.

Il Sam’s Club prevede di basarsi sul successo dell’IA

Birdarkoppa afferma che il Sam’s Club intende sfruttare i suoi sforzi di intelligenza artificiale, che chiaramente vanno oltre le torte di zucca.

“Che si tratti di pianificazione, acquisto, pianificazione, spostamento o vendita in tutti i principali processi di vendita al dettaglio, continueremo a raddoppiare l’apprendimento automatico”, ha affermato. “C’è una lunga lista di cose che sono nella mia lista di cose da fare e sono davvero entusiasta di ciò che possiamo fare con questa tecnologia, sia per i nostri membri che per i nostri associati”.

In quanto organizzazione guidata dai membri, Birdarkoppa ha nuovamente sottolineato la necessità dell’azienda di avere un obiettivo incentrato sui membri in tutti i suoi processi e attività.

“Questo si insinua nello stack tecnologico e nel modo in cui lavoriamo all’interno dell’organizzazione tecnologica”, ha affermato. Ciò vale anche per gli strumenti basati sull’intelligenza artificiale: ad esempio, una delle funzioni obiettive in qualsiasi algoritmo di Sam’s Club è il modo in cui influenzerà la conservazione e la crescita dell’effettivo.

“Alla fine, ci occupiamo di rendere felici i nostri membri”, ha detto.

La missione di VentureBeat deve essere una piazza cittadina digitale per i decisori tecnici per acquisire conoscenze sulla tecnologia aziendale trasformativa e le transazioni. Scopri i nostri Briefing.