La startup Escooter Voi utilizza l'IA per rilevare pedoni e marciapiedi

77

La startup europea di scooter elettrici Voi si rivolge all'intelligenza artificiale (AI) per consentire ai suoi veicoli di rilevare pedoni e marciapiedi, una mossa progettata per ingraziarsi i comuni preoccupati per schemi di micromobilità caotica.

Le vendite di Escooter (ed ebike) sono aumentate durante il 2020 poiché i viaggiatori hanno cercato alternative al trasporto pubblico affollato, ma questa proliferazione serve ad alimentare le preoccupazioni di sicurezza esistenti su come vengono utilizzati e distribuiti nelle città trafficate. Voi ora sta cercando di diventare il "primo al mondo" a implementare la visione artificiale e l'intelligenza artificiale sul dispositivo sugli scooter, per aiutare a prevenire le collisioni e inviare avvisi se gli scooter vengono utilizzati in contrasto con i requisiti legali locali. In ultima analisi, si tratta di utilizzare la conoscenza in tempo reale anziché le supposizioni per aiutare gli scooter a comprendere il loro ambiente.

“Voi sta sviluppando scooter che possono 'vedere' ciò che li circonda e quindi 'sapere' inconfutabilmente cosa devono fare per essere sicuri, mentre altri scooter stanno cercando di 'sentire' ciò che li circonda e lo usano per 'indovinare' cosa dovrebbero fare dopo ", ha detto a VentureBeat il CEO di Voi Fredrik Hjelm.

Fondata in Svezia nel 2018, Voi è una delle numerose startup di escooter che consentono ai cittadini di scaricare un'app mobile, trovare lo scooter più vicino e pagare per ogni minuto di cui hanno bisogno.

Sopra: app Voi.

La società, che opera in dozzine di città in Europa, ha raccolto più di 250 milioni di dollari in investimenti in VC negli ultimi due anni e ha raggiunto la redditività per la prima volta quest'anno, in controtendenza rispetto a una tendenza che ha rovinato aziende simili nel fiorente spazio della micromobilità .

Finora, il modello centrale di Voi ha lavorato fianco a fianco con le autorità locali come parte di una partnership, una mossa che l'ha vista segnare accordi pilota esclusivi nel Regno Unito, che hanno accelerato le prove di escooter a maggio in risposta al Crisi COVID-19. Uno di questi mercati pilota si trova nel Northamptonshire, dove testerà il rilevamento dei pedoni in tempo reale attraverso una partnership con Luna, startup irlandese di intelligenza artificiale.

Sul bordo

Fondata a Dublino nel 2019, Luna è emersa dal programma di incubazione Edge AI di Intel lo scorso anno, dove ha sfruttato il chip Movidius Myriad X Vision di Intel per sviluppare algoritmi di visione artificiale rivolti direttamente agli scooter. Edge AI è il luogo in cui gli algoritmi ei dati associati vengono tutti archiviati ed elaborati localmente su un dispositivo hardware, piuttosto che fare affidamento su un server remoto per eseguire il lavoro di punta: ciò garantisce velocità più elevate grazie alla minore latenza e promuove un'etica più incentrata sulla privacy.

La tecnologia di Luna costituisce diversi componenti, uno dei quali è l'intelligenza GPS di nuova generazione in grado di localizzare gli scooter entro tre centimetri, il che è importante in termini di gestione del parcheggio degli scooter e riduzione al minimo della congestione del marciapiede. Ma probabilmente la tecnologia più interessante sono i suoi sensori alimentati dalla visione artificiale che consentono agli scooter di rilevare i pedoni e determinare se uno scooter si trova su una strada, un marciapiede o una pista ciclabile, rendendo più facile l'applicazione delle restrizioni di guida locali.

Voi non è la prima azienda di escooter a tentare questo. All'inizio di quest'anno, Lime ha annunciato piani per contrastare il marciapiede attraverso la "comprensione" della vibrazione della superficie sottostante. Ma Lime è stata in grado di emettere un avviso solo in seguito scricchiolando i dati del sensore raccolti dal tachimetro e dall'accelerometro.

Sopra: Lime sta implementando il rilevamento dei marciapiedi.

Pochi mesi dopo questa implementazione, la città di San Jose, in California, ha emesso un rapporto in cui osservava che mentre Lime era l'unico operatore a fare progressi significativi nella prevenzione dei ciclisti sul marciapiede, la sua incapacità di rilevare l'attività in tempo reale era un grave inconveniente. Il consiglio ha scritto:

Ad oggi, nessun operatore ha sviluppato una soluzione tecnologica scalabile e affidabile per rilevare in tempo reale la guida sul marciapiede. Un operatore, Lime, ha dimostrato una soluzione parziale scalabile, ma Lime non è ancora in grado di rilevare la guida sul marciapiede in tempo reale né rallentare la velocità dell'e-scooter sui marciapiedi. Inoltre, l'effetto dell'approccio proposto da Lime sulla guida sui marciapiedi e sulla sicurezza dei pedoni è sconosciuto in questo momento.

Ad oggi, nessun operatore ha sviluppato una soluzione tecnologica scalabile e affidabile per ridurre la velocità dell'escooter a 5 mph quando viene rilevato l'uso sul marciapiede.

Tempo reale

Questo è qualcosa che Voi vuole affrontare con la sua partnership Luna, utilizzando tecniche di visione artificiale per consentire il rilevamento della superficie in tempo reale e aprire la porta a strumenti più utili per tenere gli scooter lontani da luoghi che non dovrebbero essere. È qui che la sua intelligenza artificiale all'avanguardia mostra veramente il suo valore, poiché elimina la necessità di un'enorme larghezza di banda e capacità di elaborazione: può "controllare e governare lo scooter" in tempo reale.

"La soluzione Luna e Voi utilizza una 'fotocamera come sensore' insieme all'intelligenza artificiale della segmentazione della corsia, simile a quello che vedreste su un'auto di fascia alta", ha detto a VentureBeat Ronan Furlong, cofondatore e chief business officer di Luna. "Questo ci fornisce dati che sono molto più vicini alla" verità fondamentale ", mentre gli algoritmi possono essere facilmente addestrati per le idiosincrasie di ogni singola città".

Forse ancora più importante, Voi e Luna stanno specificatamente prendendo di mira le aree in cui gli scooter si avvicinano molto agli esseri umani, non solo rilevando i pedoni in tempo reale ma contandoli per capire quanto sia congestionata un'area e intervenendo.

"Voi e Luna svilupperanno una serie di avvisi, notifiche e possibili interventi, allo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e dei motociclisti", ha continuato Furlong. "Ad esempio, la tecnologia crea l'opportunità per Voi di rallentare a distanza gli scooter le cui telecamere rilevano un certo numero di pedoni nel loro campo visivo e nella direzione di marcia."

Questa integrazione significa anche che Voi dovrà armeggiare con i suoi scooter per montare i sensori della telecamera appropriati. L'unità prototipo iniziale è semplicemente legata alla parte superiore dello scooter, ma il modulo di visione di Luna verrà infine integrato direttamente nell'unità telematica connessa di Voi, il che significa che i motociclisti non noteranno alcun cambiamento a parte un piccolo obiettivo della fotocamera.

Sopra: unità Luna montata su Voi.

Competitivo

Con la richiesta di micromobilità pulita alle stelle, ciò porterà senza dubbio a una maggiore concorrenza nella sfera degli scooter. Infatti, proprio questa settimana, Voi rivale Tier ha annunciato di aver raccolto $ 250 milioni in un round di finanziamento guidato dal Vision Fund di Softbank. Tier ha anche recentemente annunciato l'intenzione di introdurre allarmi acustici sui suoi scooter, progettati per avvisare le persone non vedenti o ipovedenti dell'approccio di uno scooter.

Mentre il suo obiettivo iniziale sarà la raccolta di dati per il rilevamento dei pedoni come parte del progetto pilota di un anno a Northampton, l'integrazione tecnologica di Voi con Luna giocherà un ruolo importante nelle sue "prossime gare d'appalto per i principali mercati cittadini" e potrebbe rivelarsi fondamentale per vincerle al di sopra di.

"Stiamo assistendo a vari operatori di scooter che si affrettano ad annunciare componenti aggiuntivi tecnologici che pretendono di risolvere le sfide che l'industria sta affrontando, in particolare il disordine delle strade e il marciapiede", ha detto Hjelm. "Tuttavia, consideriamo questi annunci come miglioramenti incrementali, piuttosto che come innovazione che sta realmente muovendo il quadrante in termini di sicurezza e governance degli scooter condivisi".

Best practice per un centro di eccellenza AI di successo:

Una guida sia per i CoE che per le unità aziendali Accedi qui