Light, l’azienda dietro la fotocamera del Nokia 9, abbandona il business degli smartphone

63
  • Il Nokia 9, con cinque fotocamere.

    Rum Amadeo

  • Non ti bastano le lenti? Che ne dici della fotocamera L16, che ha 16 obiettivi?

    Luce

  • Condensatore Lux di Light.

    Luce

  • Questo è il prototipo di smartphone di Light con nove obiettivi.

    Luce

Ricordi la luce? Light era un’azienda con l’idea folle di migliorare smartphone e altre fotocamere compatte utilizzando molti piccoli obiettivi per fotocamere. Molti smartphone oggi hanno più fotocamere che funzionano come un kit di obiettivi con diverse qualità ottiche, ma Light ha combinato più obiettivi in ​​un’unica fotocamera. Il suo progetto più grande è stata una collaborazione con HMD per il Nokia 9 a cinque fotocamere e ha anche realizzato la fotocamera L16, una fotocamera point-and-shoot da $ 2.000 con 16 obiettivi.

Nonostante il lancio su un telefono Nokia lo scorso anno e futuri accordi con Sony e Xiaomi, Light ha lasciato il business degli smartphone. Android Authority ha controllato l’azienda e ha appreso che Light “non opera più nel settore degli smartphone”. Abbastanza sicuro, se visiti il ​​sito Web di Light, l’azienda sembra focalizzata sulla visione artificiale per auto a guida autonoma e altri robot. La maggior parte dei riferimenti a le collaborazioni con smartphone, come la pagina dedicata su light.co/smartphones, sono state rimosse.

La tecnologia di Light sul Nokia 9 sembrava interessante, ma era anche una soluzione hardware piuttosto costosa che faceva davvero solo lo stacking delle immagini, cosa che puoi fare con una singola fotocamera e alcuni software fantasiosi. Il Nokia 9 aveva cinque sensori da 12 MP che si comportavano come una singola fotocamera. Una singola pressione dell’otturatore catturerebbe cinque immagini simultanee, che verrebbero quindi fuse insieme per formare un’unica immagine. I sensori non erano tutti uguali, utilizzando una combinazione di fotocamere RGB e monocromatiche, consentendo al telefono di catturare una gamma più ampia di luce.

L’utilizzo simultaneo di cinque fotocamere ha richiesto molto lavoro da parte di Light. Mentre puoi collegare sette fotocamere al SoC Snapdragon 845 del Nokia 9, il chip ha solo il throughput per usarne due contemporaneamente. L’utilizzo di cinque obiettivi contemporaneamente richiedeva a Light di creare un chip speciale, l’incredibilmente chiamato “Lux Capacitor” che poteva fare il lavoro pesante di gestire molte fotocamere contemporaneamente inviando un output semplificato al chip Snapdragon.

Annuncio

Oltre allo stacking delle immagini, la tecnologia della fotocamera di Light è stata anche molto efficace nella percezione della profondità. Sul Nokia 9, cinque fotocamere disposte in posizioni leggermente diverse raccolgono un sacco di informazioni 3D. La migliore concorrenza dell’epoca, il Pixel 3, poteva calcolare solo due strati di profondità dalla sua singola fotocamera, il primo piano e lo sfondo. Il Nokia 9 potrebbe raccogliere 1.200 livelli di profondità e Google ha persino migliorato il formato fotografico GDepth di Google Foto per supportare livelli di profondità più specifici per il Nokia 9. Con livelli di profondità maggiori, invece di uno sfondo sfocato uniformemente che forniva una scarsa emulazione della profondità di campo, il Nokia 9 potrebbe avere quantità progressive di sfocatura dello sfondo a seconda della profondità della scena, proprio come una DSLR.

Il problema con l’approccio di Light è che richiedeva un aumento di 5 volte il costo e la complessità della fotocamera senza offrire molti vantaggi. Gli smartphone eseguono già l’impilamento “temporale” delle immagini con un unico obiettivo: potresti toccare il pulsante di scatto una volta, ma sotto il cofano vengono scattate più foto, una dopo l’altra, e cucite insieme. Sono necessarie alcune correzioni per oggetti in movimento e mani umane tremanti, ma non è nulla che il software non possa gestire. Lo stacking temporale delle immagini ha annullato il più grande vantaggio dei prodotti di spedizione di Light e, sebbene la società avrebbe potuto fare di più in futuro (anche con cinque fotocamere, il Nokia 9 ha anche eseguito lo stacking temporale delle immagini), non ha prodotto risultati. La qualità dell’immagine del Nokia 9 non ha entusiasmato nessuno e gli effetti di profondità non hanno spostato abbastanza l’ago.