Mozilla afferma come le estensioni di Firefox terranno il passo con Chrome

37

Google Chrome 88 ha introdotto l’API Manifest V3 per le estensioni, che cambia il modo in cui funzionano le estensioni nel browser. Mozilla ha ora delineato i suoi piani per l’integrazione di tali modifiche in Firefox.

Manifest V3 è un importante aggiornamento dell’API di estensione in Google Chrome, che sta sostituendo la precedente tecnologia Manifest V2: Google prevede di bloccare le estensioni precedenti nel gennaio 2023. La maggior parte delle modifiche è importante solo per gli sviluppatori di estensioni, ma non ci sono alcune differenze fondamentali. Google ha sostituito l’API webRequest utilizzata dai blocchi dei contenuti (come uBlock Orgin) con un’API NetRequest dichiarativa più sicura, che limita la quantità di regole. Ciò impedisce agli ad blocker e ad altri strumenti per la privacy di avere ampi elenchi di domini da bloccare o filtrare, portando a critiche da parte della Electronic Frontier Foundation (EFF), dello sviluppatore di uBlock Origin e di molti altri.

Mozilla Firefox ha un’implementazione personalizzata dell’API di estensione di Chrome, chiamata WebExtensions, motivo per cui sono disponibili così tante estensioni del browser per entrambi i browser. Mozilla ha ora delineato come intende gestire il supporto Manifest V3, che sarà necessario affinché le estensioni continuino a supportare sia Chrome che Firefox con lo stesso codice. “Per Mozilla, questa è una scommessa a lungo termine su un futuro basato sugli standard per WebExtensions”, ha affermato la società in un post sul blog.

Firefox supporterà presto tutte le nuove funzionalità e API introdotte in Manifest V3, per mantenere la parità con Chrome, ma Mozilla sta mantenendo alcune delle funzionalità che Google ha messo a tacere. Le estensioni di Firefox saranno ancora in grado di utilizzare la vecchia API webRequest, quindi non devi preoccuparti che gli strumenti di blocco dei contenuti si rompano. Tuttavia, le estensioni Manifest V3 su Firefox avranno ancora lo stesso modello di autorizzazioni delle nuove estensioni di Chrome, quindi sarai comunque in grado di consentire e negare facilmente l’autorizzazione a determinati siti.

Mozilla punta al completamento del supporto per Manifest V3 entro la fine del 2022, il che dovrebbe mantenere vivo e vegeto l’ecosistema delle estensioni di Firefox: Chrome completa la sua transizione a Manifest V3 molto prima che Firefox possa lasciare le versioni di Firefox di molte estensioni abbandonate.

Fonte: Blog della community dei componenti aggiuntivi di Mozilla