Napster venduto per una canzone alla società di eventi virtuali del Regno Unito

2

Getty Images

Napster, il business del file sharing che ha devastato l’industria musicale all’inizio del secolo, è stato venduto alla società tecnologica britannica MelodyVR con un accordo da 70 milioni di dollari.

L’acquisizione dalla società statunitense RealNetworks è l’ultimo tentativo di trasformare il famoso marchio del boom tecnologico, fondato nel 1999 dal pioniere del digitale Sean Parker, che è diventato uno dei primi investitori di Facebook.

Avendo trovato fama come sito Web che consentiva a milioni di persone di condividere musica illegalmente su Internet, Napster è stato chiuso nel 2001 prima di essere resuscitato come piattaforma di streaming.

MelodyVR trasmette concerti ed eventi di musica virtuale in collaborazione con promotori tra cui Live Nation. L’amministratore delegato Anthony Matchett ha dichiarato al Financial Times di essere fiducioso di poter creare un forte attore nel settore della musica combinando la sua nascente attività di musica dal vivo virtuale con l’operazione di streaming di Napster.

“Questa acquisizione ci mette sulla strada per essere redditizi come gruppo abbastanza rapidamente”, ha detto.

Il prezzo di acquisto comprende $ 15 milioni in contanti, $ 11 milioni in azioni MelodyVR e $ 44 milioni in obblighi di pagamento a vari editori musicali ed etichette discografiche. Quel debito storico sembra essere un pesante fardello per la start-up britannica in perdita, anche se Matchett ha affermato che gli obblighi sono “gestibili”.

Annuncio

La società ha registrato meno di 200.000 sterline di entrate nel 2019 quando ha registrato una perdita ante imposte di 16,1 milioni di sterline, quindi l’accordo con Napster rappresenta un’acquisizione inversa dell’attività.

Durante il suo periodo di massimo splendore, Napster sollevò le ire dell’industria musicale, con la band heavy metal Metallica che fece causa con successo alla compagnia. La chiusura del sito si è rivelata un punto di svolta per il settore, con il suo successo che ha innescato un forte calo delle vendite di CD e uno spostamento verso il download di musica tramite iTunes di Apple e successivamente lo streaming tramite servizi legali come Spotify.

Napster è stato rilanciato come servizio di download da utilizzare su iTunes e successivamente convertito in una piattaforma di streaming che opera sia con il proprio marchio sia come fornitore di servizi per altre società. Ha costruito una base di 3 milioni di utenti e una libreria di brani di 90 milioni di brani musicali.

RealNetworks ha preso il controllo di Rhapsody, la società madre di Napster, lo scorso anno. I precedenti investitori di Napster includono Best Buy, il rivenditore di elettronica, e la società di telecomunicazioni spagnola Telefónica.

Matchett ha affermato di essere fiducioso che ci sia spazio per giocatori più piccoli nel mercato dello streaming nonostante l’enorme scala di Spotify e Apple.

MelodyVR raccoglierà $ 15 milioni attraverso l’emissione di nuove azioni per finanziare l’accordo.

© 2020 The Financial Times Ltd. Tutti i diritti riservati Non può essere ridistribuito, copiato o modificato in alcun modo.