Oggi, Apple ha apportato modifiche al processo di revisione delle app per salvare la faccia con gli sviluppatori

3
  • Qui è dove gli sviluppatori possono richiedere modifiche alle linee guida per la revisione dell’App Store.

    Samuel Axon

  • Nella parte superiore della pagina, gli sviluppatori selezionano questa opzione tra molte altre, poiché si tratta di un modulo di contatto generale per il team di revisione.

    Samuel Axon

  • Da lì, gli sviluppatori scelgono la parte specifica delle linee guida dell’app su cui desiderano fornire feedback.

    Samuel Axon

Come promesso a luglio, oggi Apple ha apportato alcune modifiche notevoli alla revisione delle app e al processo di feedback utilizzato dagli sviluppatori di app per i sistemi operativi del gigante tecnologico.

Apple ha pubblicato oggi un messaggio a uno dei suoi portali per sviluppatori dicendo che, andando avanti, il suo team di revisione delle app non sosterrà più importanti aggiornamenti di correzione di bug per app già pubblicate quando tali app sono bloccate in una controversia su linee guida non correlate al risoluzione del problema. Tuttavia, “Sarai invece in grado di affrontare le violazioni delle linee guida nel tuo prossimo invio”.

L’impulso per questo cambiamento sembra essere stato la lotta pubblica tra lo storico sviluppatore di app Basecamp e Apple per l’app di posta elettronica lanciata di recente da Basecamp Hey. Basecamp ha affermato quindi che Apple ha tenuto un importante aggiornamento per la correzione di bug in mezzo a un avanti e indietro tra le due società su come Hey ha gestito gli acquisti in-app.

Questo cambiamento non solo garantisce che gli sviluppatori saranno in grado di eliminare i bug che stanno colpendo gli utenti anche se c’è un disaccordo in corso con Cupertino, ma anche che Apple avrà una stampa un po’ meno cattiva per aver fatto ciò che ha fatto durante la controversia Hey.

Inoltre, Apple ha creato una nuova opzione per il modulo di feedback in cui i membri del suo programma per sviluppatori possono “suggerire modifiche” alle linee guida per la revisione delle app. Ecco il testo completo della nota di Apple agli sviluppatori oggi:

Annuncio

L’App Store è dedicato a fornire una grande esperienza per tutti. Per continuare a offrire agli utenti un luogo sicuro per scaricare app e aiutarti a sviluppare con successo app sicure, di alta qualità, affidabili e rispettose della privacy degli utenti, abbiamo aggiornato il processo di revisione delle app come annunciato alla WWDC20. Per le app già presenti sull’App Store, le correzioni di bug non verranno più ritardate a causa di violazioni delle linee guida, ad eccezione di quelle relative a problemi legali. Sarai invece in grado di affrontare le violazioni delle linee guida nel tuo prossimo invio. E ora, oltre a presentare ricorso contro le decisioni sulla violazione delle linee guida da parte di un’app, puoi suggerire modifiche alle linee guida. Ti invitiamo inoltre a inviare i tuoi suggerimenti per l’App Store e la piattaforma di sviluppo Apple in modo che possiamo continuare a migliorare le esperienze per la comunità degli sviluppatori.

Il collegamento va alla stessa pagina “Contatta il team di revisione dell’app” utilizzata dagli sviluppatori per richiedere informazioni sullo stato di un’app o presentare ricorso contro un rifiuto, ma ora include un’opzione a discesa denominata “suggerisci una modifica delle linee guida”. Da lì, gli sviluppatori possono scegliere una linea guida specifica da sfidare, come 3.1.1 Acquisto in-app, ad esempio, e digitare suggerimenti.

Detto questo, Apple non ha detto come potrebbe agire su questo feedback, solo che lo sta accettando. Con ogni probabilità, la società, che è sotto una notevole pressione da parte degli azionisti per compensare il rallentamento delle vendite di iPhone con i ricavi dei servizi, probabilmente non cambierà le sue regole sugli acquisti in-app o molto altro solo perché alcuni sviluppatori hanno fornito quel feedback. Dovremo aspettare e vedere quali sviluppi traspaiono da qui.

Immagine dell’elenco di Silas Stein/picture alliance via Getty Images