Poiché l’app File iOS è finalmente utile, Gmail aggiungerà allegati da essa

73

Ingrandisci / Marchio di Google per Gmail. Apple solo di recente ha integrato completamente la sua app di gestione di file e cartelle Files con il resto delle sue app e servizi su iPhone, ma Google ha già fatto questo passo con la sua popolare app Gmail per iOS.

Google ha annunciato oggi in un post sul blog degli aggiornamenti di G Suite che gli utenti saranno in grado di allegare file alle e-mail dalle cartelle accessibili dall’app File. Questa funzione è disponibile per entrambe le versioni per iPhone e iPad dell’app Gmail, ma Google afferma che potrebbe volerci del tempo per raggiungere tutti gli utenti.

Inoltre, ciò significa che puoi aggiungere file da Dropbox con lo stesso metodo, poiché puoi sfogliare i file archiviati in Dropbox tramite l’app File quando l’app Dropbox è installata.

Google ha creato questa GIF che illustra la funzione.

Questa funzionalità arriva solo poche settimane dopo che Google ha completamente ridisegnato l’app Gmail per iOS e Android attorno al linguaggio di progettazione “Material Theme” dell’azienda. L’azienda ha anche aggiunto funzionalità e ottimizzazioni relative agli allegati, come la possibilità di visualizzare gli allegati senza effettivamente aprire o scorrere l’e-mail stessa.

Per un po’, Apple ha per lo più tenuto nascosta l’app File dal resto di iOS, e la sua utilità era limitata principalmente all’essere un repository di file conservati in directory specifiche dell’app o per sfogliare i file di iCloud Drive aggiunti da un’altra macchina.

Ciò è cambiato a settembre con il rilascio di iOS 13. Come abbiamo esplorato nella nostra recensione di iOS 13, questo aggiornamento ha aggiunto la possibilità di sfogliare unità esterne nell’app File e di creare cartelle nella directory principale dell’app. Forse la cosa più importante è che ha aggiunto un’opzione di salvataggio su file su numerose app come Mail e Safari.

Ciò ha segnato un cambio di direzione per Apple, che a lungo sembrava mantenere la posizione secondo cui i file system gerarchici rivolti all’utente come questo erano una reliquia del desktop computing: non erano appropriati per i dispositivi mobili. In generale, iOS 13 ha annullato alcune di queste convinzioni di lunga data per rendere iOS più attraente per gli utenti esperti. Ciò è probabilmente dovuto in parte al lancio di iPadOS lo scorso anno, che si è diramato da iOS nel tentativo di rendere gli iPad più potenti come dispositivi sostitutivi del desktop.