Purificatori d’aria. È boom delle vendite, scopriamo perché

18
vendite purificatore aria

Purtroppo una delle cose che abbiamo imparato durante questo difficile periodo è che germi, batteri ed inquinamento sono ovunque, nelle nostre case, all’aria aperta, in città e negli spazi chiusi.
Polveri sottili e smog sono ovunque e si infiltrano molto facilmente nelle nostre abitazioni, provocando problemi non solo alla nostra salute ma anche a quella di anziani e bambini.

Proprio per questo motivo ora più che mai è fondamentale cercare di garantire la salubrità e la purezza dell’aria che respiriamo.

È per questo motivo che negli ultimi mesi uno degli articoli più richiesti ed acquistati nel mercato degli elettrodomestici è sicuramente il purificatore d’aria.

Il purificatore d’aria: il suo obiettivo

Utilizzare un purificatore è un ottimo metodo per eliminare non solo le polveri sottili ma anche ogni residuo di umidità, fumo delle sigarette ed anche di quelle elettroniche, batteri, smog ed addirittura muffa ed umidità. Elimina quindi non solo agenti inquinanti ma contribuisce anche all’igrometria corretta dell’aria oltre che i cattivi odori provocati anche dalla cucina e dai fumi prodotti.

Il dispositivo è facilissimo da utilizzare, ha l’aspetto di un condizionatore semplice però ha il compito di eliminare le impurità nei locali chiusi, che siano essi uffici, locali, negozi ma soprattutto abitazioni.

Proprio la sua facilità di utilizzo, di installazione e la sua innovazione ha fatto sì che in meno di un anno il Purificatore sia diventato uno degli elettrodomestici più venduti e primi nelle richieste degli e-commerce. Sono apparecchi che hanno grandezze varie, alcuni hanno dimensioni ridotte e sono facilmente spostabili in grado quindi di essere posizionati comodamente in diverse stanze senza fatica, altri invece grandi e fissi.

Per prima cosa il purificatore, una volta attaccato alla presa della corrente, assorbe l’aria esterna e grazie a tecnologici filtri trattiene tutti gli agenti inquinanti delle nostre città, batteri e polvere per poi rimettere in circolazione l’aria che viene così purificata. La cosa più particolare e caratterizzante dei depuratori è che continuano sempre a funzionare, basta tenerli collegati alla corrente. La loro funzione ed efficacia viene garantita anche quando non state dentro casa. Così vi ritroverete sempre aria pulita e priva di tutti gli agenti inquinanti.

Quando decidete di comprare un depuratore è importante conoscere bene tutti i meccanismi e soprattutto le specifiche dell’apparecchio da voi scelto.

Una delle prime cose che dovrete considerare è sicuramente la dimensione dello spazio da purificare, se vi interessa quindi depurare un solo ambiente o tutta la casa. Questo è importante per non fare la scelta sbagliata ed investire denaro in un prodotto che in realtà non fa al caso vostro.

In secondo luogo va deciso di che tipo di purificatore avete bisogno in base alle vostre necessità

Esistono pertanto vari modelli:

  • Ad ozono: il rilascio di grandi quantità di ozono fa in modo che quest’ultimo elimini batteri e sostanze inquinanti. Un tempo veniva molto utilizzato, adesso è stato sostituito da altri modelli
  • Con Ionizzatore: questo dispositivo prevede l’installatore di un vero e proprio ionizzatore che ha il compito di eliminare tutti gli inquinanti dell’aria caricandole a seconda delle particelle o negativamente o positivamente, costringendo queste a canalizzarsi in un’unica posizione ed eliminandole con facilità.
  • Portatili: l’innovazione tecnologica ha comportato nuove scoperte in merito ai purificatori, l’ultima frontiera è quella dei dispositivi portatili integrati con u deumidificatore permettendo quindi sia all’aria di purificarsi sia di rendersi più secca eliminando l’umidità in eccesso.

Ora, dato che in commercio esistono centinaia di modelli di depuratori d’aria, è necessario comprendere come scegliere il più indicato per la nostra abitazione, ma in questo ci viene in aiuto il sito purificatorearia.info che fornisce tutta una serie di strumenti utili a filtrare (termine decisamente azzeccato) l’apparecchio più consono per la nostra casa in base alle caratteristiche richieste e per affinare la ricerca si potranno aggiungere al confronto e valutarne fino a tre insieme, analizzando pro e contro e caratteristiche di questi.

Come migliorare la qualità dell’aria

La necessità di ridurre drasticamente l’inquinamento presente nell’aria che respiriamo ha portato quindi ad uno studio su sistemi in grado di portare migliorie nella qualità dell’aria.

Secondo un report infatti, il valore di mercato a livello mondiale dei purificatori ha raggiunto nel 2017 quasi 25 miliardi di dollari. Questo è indicativo per capire quanto la popolazione sia diventata sensibile a quest’argomento.
Questa crescita è data da diverse motivazioni: i messaggi che il mondo ci sta mandando su quanto l’inquinamento stia rovinando il nostro sistema, l’avvento di una pandemia mondiale dovuta ad agenti batterici e trasmissibile per via aerea, la sensibilizzazione delle persone su malattie polmonari ed anche la ricerca di uno stile di vita healty e sano.

La pandemia sicuramente ha portato ad avvicinarci ancora di più a questo mondo e soprattutto a porre attenzione su cosa respiriamo. Molti medici esperti di malattie infettive infatti hanno approvato l’utilizzo di depuratori, in grado di non eliminare completamente gli agenti patogeni ma di contribuire sicuramente alla purificazione dell’aria. I consigli sono sempre quelli di arieggiare le stanze, aprire le finestre ma non sempre questo è possibile. Che sia inverno oppure una giornata uggiosa è difficile riuscire a mantenere la stanza ben aperta, pertanto diventa utile ed indispensabile l’installazione di un purificatore.

Non solo batteri ma anche polveri e fumi. Chi utilizza regolarmente un depuratore sostiene di tossire e starnutire di meno, questo perché soprattutto in primavera è facile che le nostre case vengano invase da pollini e graminacee, sostanze allergiche per una grande percentuale di popolazione.

Per questo noi consigliamo a tutti i soggetti allergici di dotarsi di un purificatori che grazie ai loro potenti filtri aiuteranno a diminuire drasticamente la quantità di pollini nell’aria. Non solo, diminuiranno anche le concentrazioni di particolato e gli acari della polvere.

Il purificatore d’aria è diventato quindi un elettrodomestico indispensabile, qualsiasi sia la motivazione che vi porterà ad acquistarlo, vi renderete conto di quanto vi aiuterà a respirare bene e respirare meglio.