Recensione Mac mini e Apple Silicon M1: non così pazzo dopo tutto

0
10
  • Il Mac mini 2020 dotato di M1.

    Samuel Axon

  • Lo chassis è lo stesso di prima, ma è disponibile solo nel classico Mac Silver.

    Samuel Axon

  • Il fondo in gomma.

    Samuel Axon

Apple è pazza, vero? Il Mac ha appena avuto il suo miglior anno di vendite di sempre e Cupertino sta colpendo la piattaforma con uno shock come non aveva avuto da quasi 15 anni, in un'epoca in cui il Mac non stava vivendo un anno così buono. Apple sta iniziando il processo di sostituzione dei chip Intel standard del settore con il proprio silicio progettato su misura.

In un certo senso, non stiamo solo recensendo il nuovo Mac mini: un Mac mini è sempre un Mac mini, giusto? Stiamo esaminando per la prima volta un Mac basato su ARM. E questa non è esattamente la stessa storia di tutte le altre macchine ARM che abbiamo visto prima, come Windows 10 su ARM, un'opzione rispettabile con alcuni seri compromessi.

Certo, una maggiore durata della batteria e un rapido risveglio dalla sospensione sono già disponibili su altri computer ARM. Ma come avrai potuto vedere nelle nostre prove all'inizio di questa settimana, quello che stiamo incontrando qui è anche un salto di prestazioni e, come vedrai anche in questa recensione, un notevole successo nel rendere questa nuova architettura compatibile con un grande libreria di quello che ora, all'improvviso, potrebbe essere chiamato software Mac legacy.

Non tutto è perfetto; parleremo delle app iOS su Mac e anche di altri problemi. Ma se questo Mac mini dimostra qualcosa, è che Apple non era, in effetti, pazza. L'M1 fa sembrare la strategia di Apple sobriamente sana.

Specifiche

Apple Mac Mini (2020) con chip Apple M1

(Ars Technica può guadagnare un compenso per le vendite dai link su questo post tramite programmi di affiliazione.)

La grande novità dal punto di vista delle specifiche, ovviamente, è il sistema su chip M1. L'M1 è una CPU a 8 core con quattro prestazioni e quattro core di efficienza, oltre a una GPU a 8 core e un motore neurale a 16 core per attività di apprendimento automatico sul dispositivo.

Basato su un set di istruzioni ARM, è la prima CPU e GPU progettate da Apple per Mac. Per oltre un decennio, i laptop Apple hanno avuto CPU Intel e grafica Intel, Nvidia o AMD. La transizione da quello status quo inizia qui. C'è molto di più di cui parlare su questo fronte, ovviamente, ma prima togliamo di mezzo le altre specifiche.

Per impostazione predefinita, il Mac mini viene fornito con 8 GB di RAM, ma può essere aggiornato a 16 GB. Questo è molto meno del limite di 64 GB nell'Intel Mac mini, ma, per ora, quell'Intel Mac mini esiste ancora nella gamma Apple.

Attualmente, Apple ha sostituito solo le sue macchine di fascia bassa con varianti Apple Silicon. Sembra che dovremo aspettare un po 'prima di ottenere versioni più robuste con più RAM e più porte (il Mac mini M1 e il MacBook Pro da 13 pollici hanno ciascuno solo due porte Thunderbolt, anziché quattro), il che è molto un vero peccato per molte persone.

Allo stesso modo, l'archiviazione a stato solido inizia da 256 GB, ma puoi arrivare a 512 GB o anche 1 TB o 2 TB. Raddoppiare la RAM aggiunge $ 200 al prezzo di acquisto, mentre passare a 2 TB di spazio di archiviazione dalla configurazione di base da 256 GB più che raddoppia il costo del dispositivo. Quell'urto di archiviazione è la ragione principale per cui il prezzo di acquisto della nostra unità di prova è molto più alto della base.

Specifiche in breve: Mac mini 2020
OS
macOS Big Sur 11.0.1
processore
Apple M1
RAM
16 GB
GPU
Apple M1
HDD
SSD da 2 TB
Networking
Wi-Fi 6; Bluetooth 5.0
Porti
2x Thunderbolt 3, 2x USB-A, cuffie da 3,5 mm, HDMI, gigabit Ethernet
Garanzia
1 anno o 3 anni con AppleCare +
Prezzo come recensito
$ 1,699

Il Mac mini ha un altoparlante integrato, il che potrebbe essere un po 'sorprendente per un computer come questo, ma non ha un microfono integrato. L'oratore è pessimo, francamente; suona come un vecchio altoparlante del MacBook Air con il coperchio chiuso. Tuttavia, c'è un jack per cuffie da 3,5 mm. Altre porte includono due Thunderbolt 3 / USB 4.0, due USB-A, Ethernet e HDMI.

Annuncio pubblicitario

In termini di wireless, ottieni Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

La confezione non include molto: solo un cavo di alimentazione e il computer stesso. Ovviamente dovrai acquistare separatamente un display, una tastiera, un mouse, un microfono e delle cuffie. Ancora una volta, l'adagio di Apple secondo cui i costi aumentano man mano che aggiungi gli elementi essenziali è vero qui come sempre.

Come suggerisce il nome, il Mac mini ha un ingombro molto ridotto. Misura 1,4 × 7,7 × 7,7 pollici (3,6 × 19,7 × 19,7 centimetri) e pesa 2,6 libbre (1,2 chilogrammi).

È disponibile in due configurazioni predefinite. Il primo parte da $ 699 e include 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. Il secondo aumenta il prezzo di partenza a $ 899 e aumenta semplicemente lo spazio di archiviazione a 512 GB.

La configurazione di base qui è di $ 100 in meno rispetto al precedente Mac mini, il che è bello da vedere. Ancora una volta, Apple vende ancora un Mac mini basato su Intel insieme a questo, con un Intel Core i5 a 6 core da 3,0 GHz, grafica Intel UHD 630, 8 GB di RAM e 512 GB di memoria a stato solido. Tuttavia, quest'anno non è cambiato nulla per la versione Intel del dispositivo, quindi non ci occuperemo di questo.

Design

Se ti è piaciuto l'aspetto dell'ultimo Mac mini, ti piacerà anche questo: non è cambiato nulla. Per questo motivo, in questa recensione non dedicheremo troppo tempo all'estetica. Come prima, il Mac mini dà la priorità a un profilo molto basso. È essenzialmente un laptop senza schermo all'interno di un quadrato 7,7 × 7,7 pollici.

Sembra carino ma senza pretese. Ha quel classico colore argento Mac, mentre il suo predecessore era grigio. Le porte sono tutte sul retro, quindi dovrebbe funzionare bene con la maggior parte delle soluzioni di gestione dei cavi.

Alcune limitazioni frustranti

Prima di entrare nelle buone notizie, praticamente qualsiasi cosa relativa alle prestazioni di M1 e al supporto software, esaminiamo alcune scelte davvero frustranti che Apple ha fatto in merito a porte e periferiche.

Come notato sopra, la RAM e le configurazioni di archiviazione non raggiungono la portata di Intel Mac mini e questo si estende anche alle porte. A dire il vero, due porte Thunderbolt vanno bene, anche se ci sono anche due porte USB-A. Almeno non è il nuovo M1 MacBook Air o il MacBook Pro da 13 pollici, entrambi limitati a due porte Thunderbolt 3 in totale.

Il Mac mini può gestire solo due display alla volta e uno di questi deve essere tramite HDMI. Poiché quella porta HDMI è HDMI 2.0, non ha il throughput per gestire 4K a 120Hz o 8K a 60Hz. Non ci sono molti monitor così adesso, ma ce ne saranno sempre di più nei prossimi anni. In generale, ci piace che le nostre macchine resistano alla prova del tempo.

Né il Mac mini né i suoi fratelli M1 supportano GPU esterne. È piuttosto deludente e mette in discussione la spinta di Apple per le eGPU negli ultimi anni.

Non è passato molto tempo da quando Apple ha segnalato che le eGPU erano il futuro delle prestazioni grafiche dei Mac. Ora non è affatto chiaro se faranno parte dell'esperienza Mac.

Ingrandisci / Le porte sul retro del Mac mini.

Samuel Axon

Inoltre, alcune persone hanno utilizzato il Mac mini come file server. Molti di loro probabilmente vorranno restare con Intel per ora, poiché l'M1 Mac mini ha solo una porta Gigabit Ethernet, mentre l'Intel Mac mini è configurabile per avere una porta da 10Gb.

Annuncio pubblicitario

Apple vede questa raffica iniziale di dispositivi Apple Silicon come la parte inferiore della sua gamma. Quindi siamo in una situazione molto strana in questo momento in cui se vuoi prestazioni all'avanguardia, devi scegliere opzioni di configurazione Mac di fascia bassa. Se vuoi molte porte e RAM, per ora devi restare con Intel. È molto probabile che cambierà con l'introduzione di Mac più costosi con un ipotetico chip M1X più veloce o qualcosa del genere, ma non abbiamo ancora idea di quando accadrà. Sappiamo solo che, alla fine, lo farà.

Apple M1

Detto questo, è tempo per le cose buone.

Come notato sopra, il Mac mini (ei suoi nuovi fratelli MacBook Air e MacBook Pro da 13 pollici) ha il sistema su chip M1 di Apple, che include una GPU a 8 core, una CPU con quattro prestazioni e quattro core di efficienza, un'unità di elaborazione neurale a 16 core (NPU) chiamata Neural Engine e un sacco di altre cose.

Costruito sulla ARM Instruction Set Architecture (ARM ISA), l'M1 dispone di 16 miliardi di transistor ed è stato prodotto con un processo a 5 nm. Secondo Apple, ogni core ad alte prestazioni dell'M1 si qualifica come il core CPU più veloce al mondo fino ad oggi, mentre i core di efficienza corrispondono alle prestazioni di alcuni recenti Mac Intel.

Leggiamo che ciascuno dei quattro core ad alte prestazioni ha una velocità di clock di 3,2 GHz e mentre il chip A14 dell'iPhone e dell'iPad ha 8 MB di cache L2, i core delle prestazioni dell'M1 ottengono 12 MB. A differenza di alcuni progetti di chip precedenti, tutti i core di prestazioni ed efficienza possono essere utilizzati contemporaneamente, sebbene ci siano segni che le cose diventino un po 'più complicate quando si tratta della cache.

Apple afferma che l'M1 può raggiungere le sue ottime prestazioni in parte grazie alla sua architettura di memoria unificata (UMA), che consente alla CPU e alla GPU di accedere facilmente ai dati rilevanti senza dover rallentare le cose copiandole.

Parleremo presto di test e risultati specifici delle prestazioni, ma avviso spoiler: l'M1 è abbastanza veloce. Ciò è particolarmente vero per la grafica rispetto alle soluzioni grafiche di Intel (che sembrano indegne persino di essere menzionate nella stessa categoria di ciò che offre l'M1). Questi miglioramenti sono dovuti a tutto quanto sopra, oltre a tecniche come il rendering differito basato su piastrelle e l'API di grafica Metal proprietaria di Apple, che è stata progettata per sfruttare questa architettura.

Questo ha ottenuto meno attenzione, ma l'M1 contiene un sacco di altre cose oltre agli elefanti-in-the-die che sono CPU, GPU e NPU. Dispone di Secure Enclave, lo strumento crittografato di Apple per la gestione dei dati sensibili sul dispositivo. Ha un processore del segnale di immagine, che non è molto rilevante sul Mac mini senza fotocamera, ma secondo quanto riferito migliora la qualità della fotocamera FaceTime sui laptop. L'M1 include anche un controller di archiviazione e hardware per la crittografia di guida, tra le altre cose.

Nel 2017, Apple ha introdotto il chip T2 su iMac Pro e nei due anni successivi è stato distribuito sulla maggior parte degli altri Mac. Il T2 ha gestito funzionalità di sicurezza e varie altre cose come alcune di quelle che abbiamo appena elencato sopra, e quando è stato introdotto per la prima volta abbiamo ipotizzato che potesse essere un predecessore degli eventuali piani SoC Mac di Apple.

Si scopre che noi (e tutti gli altri che hanno colto questo indizio abbastanza ovvio) avevamo ragione. In quanto tali, i nuovi Mac M1 non hanno chip T2. Adesso è tutto sulla M1.

Ovviamente, un cambiamento nell'architettura suggerisce tutti i tipi di problemi di compatibilità con il software più vecchio, per non dire altro. L'M1 non può eseguire in modo nativo app realizzate per Mac basati su Intel. Ma sorprendentemente, ciò finisce per non avere molta importanza nella maggior parte dei casi. Molti acquirenti di M1 Mac non si renderanno mai conto che nulla è cambiato sotto il cofano.

Per esplorare questo punto, esaminiamo il software eseguito dalla M1.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui