Recensione MacBook Pro da 13 pollici 2020: il cavallo di battaglia standard di macOS

63
  • Il MacBook Pro da 13 pollici del 2020 con macOS.

    Samuel Axon

  • Questa è la nuova Magic Keyboard, che cambia il layout in alcuni modi sottili ma importanti.

  • La nostra unità di prova aveva quattro porte Thunderbolt, ma i modelli più economici ne hanno due purtroppo inadeguate.

    Samuel Axon

  • Il coperchio ha lo stesso aspetto del modello precedente.

    Samuel Axon

  • È leggermente più spesso del suo predecessore, ma è appena percettibile.

    Samuel Axon

  • La parte inferiore del MacBook Pro da 13 pollici 2020.

    Samuel Axon

La revisione da parte di Apple della sua gamma di laptop è completa: il nuovo MacBook Pro da 13 pollici abbandona la controversa tastiera a farfalla a favore della collaudata Magic Keyboard e, per di più, apporta miglioramenti alle specifiche.

Sebbene il nuovo MacBook Pro da 13 pollici sia per molti aspetti molto simile al suo predecessore del 2019, questo aggiornamento completa una revisione della gamma di MacBook che Apple ha avviato da diversi mesi.

Il risultato è un’efficace macchina da lavoro che colma una lacuna nella scaletta per i tipi di utenti professionisti e hobbisti che necessitano di elevate prestazioni della CPU, ma per i quali la grafica è secondaria, persone come sviluppatori e simili.

Specifiche

Specifiche in breve: Schermo MacBook Pro 2020 da 13 pollici 2560×1600 a 13,3 pollici OS macOS Catalina 10.15.3 CPU Intel Core i5 a 4 core da 2 GHz (3,8 GHz Turbo) con 6 MB di cache L3 RAM 16 GB LPDDR4 GPU a 3733 MHz Intel Iris Plus Graphics HDD 512GB SSD Rete Wi-Fi 802.11ac; IEEE 802.11a/b/g/n; Porte Bluetooth 5.0 4 cuffie Thunderbolt 3, 3,5 mm Dimensioni 1,56 cm × 30,41 cm × 21,24 cm (0,61 pollici × 11,97 pollici × 8,36 pollici) Peso 1,4 kg (3,1 libbre) Garanzia 1 anno o 3 anni con AppleCare+ Prezzo come da recensione $ 1.799 Altri vantaggi Fotocamera FaceTime HD 720p, altoparlanti stereo

Apple MacBook Pro (13 pollici, 2020)

(Ars Technica potrebbe guadagnare un compenso per le vendite dai link in questo post tramite programmi di affiliazione.) Ci sono una serie di opzioni di configurazione per il MacBook Pro da 13 pollici, ovviamente, ma il grande divario è tra il modello con due porte Thunderbolt 3 e quello con quattro. Le prime due configurazioni standard, che partono da $ 1.299 e $ 1.499, hanno la nuova Magic Keyboard, ma mancano delle CPU Intel di decima generazione o della memoria più veloce. Inoltre, due porte Thunderbolt 3 non sono ottimali per la maggior parte dei casi d’uso.

La nostra unità di prova ha quattro porte, ed è quella che consigliamo di acquistare alla maggior parte delle persone interessate a questo dispositivo. Il vantaggio del MacBook Pro da 13 pollici rispetto al MacBook Air è un po’ confuso rispetto alle specifiche di fascia bassa del primo. Ma passare a quelle CPU di decima generazione e quattro porte Thunderbolt fa una grande differenza. (Le configurazioni a 4 porte partono da $ 1.799.)

La specifica a due porte più economica è dotata di una CPU Intel Core i5 quad-core di ottava generazione da 1,4 GHz, Intel Iris Plus Graphics 645, 8 GB di memoria LPDDR3 a 2133 MHz e 256 GB di memoria a stato solido. La configurazione a quattro porte inizia con un Core i5 quad-core di decima generazione da 2 GHz, una scheda grafica Iris Plus più recente con 64 unità di esecuzione, 16 GB di memoria LPDDR4X a 3733 MHz e 512 GB di spazio di archiviazione con lettura/scrittura fino a 3 GB/s.

È possibile aggiornare la CPU a un Intel Core i7 quad-core da 2,3 GHz, la memoria a 32 GB e lo spazio di archiviazione a 1, 2 o 4 TB. (L’ultimo di quegli aggiornamenti di archiviazione costa circa $ 1.200 rispetto all’opzione base da 512 GB, quindi sicuramente non sarà un’opzione per tutti.)

Annuncio

Forse questa è solo una persona con un martello che vede tutto come un chiodo, ma per me le opzioni di configurazione di questa macchina sembrano deliberatamente su misura per gli sviluppatori di app Web e mobili. Sono più che adeguati anche per la maggior parte dei lavori di progettazione Web e mobile. Tuttavia, per quanto la grafica integrata Iris Pro di Intel sia diventata nel corso degli anni, non reggono ancora il confronto con la grafica discreta. I potenziali acquirenti che desiderano eseguire la modellazione 3D, lo sviluppo di giochi, l’editing video o anche il fotoritocco per impieghi gravosi potrebbero invece voler guardare il modello da 16 pollici (o un numero qualsiasi di desktop o laptop Windows, ovviamente).

L’attuale versione di macOS supporta soluzioni GPU esterne e Apple ne vende una nel proprio negozio di Blackmagic Design che include una GPU Radeon Pro 580 con 8 GB di memoria GDDR5. Questo è un passo avanti per questo dispositivo, ma quella GPU sta diventando un po’ lunga e Apple sembra aver smesso di vendere un’alternativa più costosa e più potente di Blackmagic.

Tutto ciò per dire che finché le prestazioni grafiche non sono la tua priorità principale, il MacBook Pro da 13 pollici ti offre molte opzioni di configurazione.

In termini di altre specifiche, il MacBook Pro ha una fotocamera frontale da 720p (che a dire il vero sembra un po’ debole per questo prezzo) e supporta il Bluetooth 5.0. Sfortunatamente, questo laptop non supporta il Wi-Fi 6, una sfortunata omissione dato che questi laptop dovrebbero essere costruiti per durare e i nuovi dispositivi mobili di Apple ce l’hanno. Il Wi-Fi 6 non è ancora diffuso, ma sicuramente lo sarà molto prima che il ciclo di vita di questo laptop sia terminato.

Questo dispositivo ha un display da 2.560 × 1.600 pixel da 13,3 pollici a 500 nit di luminosità. È un ottimo display e, sebbene ci siano schermi a risoluzione più elevata, è più che sufficiente per queste dimensioni dello schermo.

Apple afferma che questo laptop può ottenere fino a 10 ore di durata della batteria durante la navigazione sul Web in modalità wireless o la visione di contenuti video sull’app Apple TV.

Disegno

A prima vista, potresti non notare alcuna differenza tra questo MacBook Pro e il suo immediato predecessore. Mentre Apple ha snellito le cornici e aumentato le dimensioni dello schermo da 15 pollici a 16 nel cugino più grande di questo laptop, il design di base è sostanzialmente invariato qui.

È leggermente, appena percettibilmente più spesso per ospitare la nuova tastiera. E ovviamente, il layout della tastiera e della Touch Bar è diverso. Ma a parte questo, questo è lo stesso vecchio MacBook Pro da 13 pollici. Non è una brutta cosa, anche se sarebbe stato bello ottenere solo un po’ più di spazio sullo schermo come abbiamo fatto con il MacBook Pro più grande.

Annuncio

Il laptop è disponibile in due opzioni di colore: argento e grigio siderale.

Come accennato in precedenza, ci sono configurazioni con due porte Thunderbolt 3 e altre con quattro. Per la maggior parte dei casi d’uso a cui questo laptop è destinato, non credo che due siano sufficienti, soprattutto perché uno verrà utilizzato per l’alimentazione.

L’acquisto dell’opzione a due porte garantisce essenzialmente che la maggior parte degli utenti vorrà acquistare un dock USB-C o Thunderbolt 3, e molti di questi sono abbastanza costosi che molte persone potrebbero anche acquistare la versione a quattro porte di questo laptop.

Sì, la tastiera a farfalla è sparita

Il cambiamento più evidente è la nuova tastiera. Ho già scritto parecchio su questa transizione nelle recensioni di MacBook Pro e MacBook Air da 16 pollici precedentemente pubblicate, ma la versione breve è che le tastiere a farfalla incluse nel modello precedente erano entrambe divise (alcune persone odiavano le esperienze di digitazione, ad altri è piaciuto) e inaffidabile.

Quest’ultimo era probabilmente il problema più grande; Apple ha dovuto lanciare un programma di riparazione gratuito per praticamente l’intera linea di laptop per riparare le tastiere a farfalla che si guastavano ripetutamente. L’azienda ha provato ad aggiornare il design un paio di volte, il che potrebbe aver aiutato con l’affidabilità, ma alla fine la risposta è stata premere il pulsante di ripristino e passare a un collaudato design dell’interruttore a forbice modellato sulla periferica Magic Keyboard che Apple ha venduto da tempo per andare d’accordo con i Mac.

Quindi, la tastiera di questo laptop è ora chiamata “Tastiera magica”.

A volte mi chiedo se la propensione di Apple per nomi chiaramente assurdi come “Magic Keyboard” allontani più clienti di quanti ne ispiri; potrebbe far presumere che Apple sia composta da ciarlatani che vendono olio di serpente. Ma in ogni caso, è un’ottima tastiera per laptop, anche se non è “magica”.

Offre 1 mm di corsa della chiave. Apple afferma che una cupola di gomma sotto ogni copritastiera conserva più energia di prima e il meccanismo a forbice si blocca nel copritastiera nella parte superiore della corsa. Apple afferma che l’ultimo di questi dettagli riduce l’oscillazione e aumenta la stabilità.

Anche il layout è leggermente diverso dalle precedenti unità dotate di farfalle. I tasti freccia ora hanno una forma a T invertita, c’è un tasto di escape fisico e il sensore Touch ID (che funge anche da pulsante di accensione) ora è distinto dalla Touch Bar.

Il supporto della Touch Bar da app di terze parti è ancora misto e nessuno ha davvero bisogno di una Touch Bar, ma può essere bello averla. L’unica cosa che stai sacrificando per questo ora sono i tasti funzione fisici. Alla maggior parte degli utenti non importerà, ma ad alcuni lo farà. Sfortunatamente per loro, Apple non vende più MacBook Pro con tasti funzione fisici.

Non odiavo le tastiere a farfalla quanto alcune persone, ma penso che questo design con interruttore a forbice offra un’ottima esperienza di digitazione. Tra questo e il touchpad di prim’ordine di Apple, non credo che la maggior parte delle persone avrà molte lamentele sull’input, qui.

Anche se hai preferito la tastiera a farfalla, non credo che la odierai. I miglioramenti dell’affidabilità probabilmente valgono la pena cambiare, indipendentemente da come ti sentivi riguardo alla vecchia tastiera.