Smontaggio di "Dishy McFlatface", il terminale utente di SpaceX Starlink

0
21

Ingrandisci / Ken Keiter è pronto a smantellare il terminale utente Starlink di SpaceX, "Dishy McFlatface".

L'ingegnere Ken Keiter è recentemente entrato in possesso di un terminale utente SpaceX Starlink, l'antenna parabolica che SpaceX ha soprannominato "Dishy McFlatface". Ma invece di collegarlo e ottenere l'accesso a Internet dai satelliti in orbita bassa (LEO) di SpaceX, Keiter ha deciso di smontare Dishy per vedere cosa c'è dentro.

Il processo di smontaggio ha distrutto parti del dispositivo. "Mi piacerebbe davvero provare il [Starlink] servizio e chiaramente non ho avuto la possibilità di farlo, poiché questo è andato un po 'più in là di quanto volessi ", ha detto Keiter verso la fine del video di smontaggio di 55 minuti che ha pubblicato su YouTube la scorsa settimana.

Keiter, che vive a Portland, Oregon, è rimasto colpito dal lavoro del team di Starlink. "È raro vedere qualcosa di questa complessità in un prodotto di consumo", ha detto in riferimento al circuito stampato (PCB) del dispositivo, che ha misurato a 19,75 "per 21,5".

Diamo un'occhiata a ciò che Keiter ha trovato all'interno di Dishy.

Il primo strato

Con la parabola satellitare rivolta verso il basso, Keiter ha tolto il pannello posteriore e ha trovato il gruppo motore che Dishy utilizza per riposizionarsi per avere una visione diretta dei satelliti SpaceX:

  • Tirando fuori la parte inferiore si scoprono due motori rotanti che consentono alla parabola satellitare di riposizionarsi.

  • Keiter ha in mano un cavo Ethernet che è stato collegato all'interno della parabola satellitare.

  • Il gruppo motore dopo essere stato rimosso completamente da Dishy.

  • Keiter fa ruotare i motori manualmente.

Keiter era incuriosito dal cavo Ethernet. "Molte persone hanno chiesto perché non puoi sostituire il cavo da solo, 'perché non posso semplicemente avere un jack a cui collegare il mio cavo sul retro di Dishy?' Bene, c'è una ragione davvero interessante per questo e ha a che fare con l'erogazione di potenza ", ha detto Keiter.

Il Power over Ethernet è solitamente limitato a circa 30 watt, ma i nuovi standard consentono una maggiore erogazione di potenza in grado di soddisfare il fabbisogno di Dishy di circa 100 watt, ha detto Keiter. Dishy utilizza un cavo Ethernet spesso e "ben schermato" in grado di fornire i dati e la potenza richiesta senza surriscaldarsi, ha affermato. Annuncio pubblicitario

Dishy subisce danni

All'interno della parabola, Keiter trovò il PCB di Dishy e il gruppo antenna phased-array, tutto in un grande disco protetto da uno schermo metallico. "Questo è l'intero cervello di Dishy e guarda quanto è sottile. È folle", ha detto. Ha anche notato che "ci sono davvero buone ragioni RF per avere un enorme scudo su tutta la parte posteriore". La schermatura metallica era attaccata al PCB con molta colla e Keiter ha dovuto danneggiare la schermatura per staccarla:

  • Dall'interno della parabola, uno schermo metallico copre l'antenna e il circuito stampato (PCB), il "cervello" di Dishy.

  • Keiter è rimasto colpito dalla sottigliezza del disco di grandi dimensioni.

  • Keiter usa un coltello per tagliare la colla che fissa la schermatura metallica al PCB e all'array di antenne.

  • La rimozione dello scudo di metallo è stata difficile e durante il processo è stata danneggiata.

  • Sul lato opposto della schermatura, punti blu fatti di un materiale termicamente conduttivo vengono utilizzati per condurre il calore dal PCB alla schermatura metallica.

  • Primo piano dei punti blu.

PCB e array di antenne

Dopo aver rimosso lo schermo, Keiter ha esaminato il PCB e l'array di antenne:

  • Il PCB di Dishy dopo essere stato staccato dalla schermatura metallica.

  • Vista ravvicinata dei componenti RF.

  • Primo piano del processore dell'applicazione del terminale utente.

  • Primo piano del ricevitore GPS.

  • Primo piano dei connettori normalmente esposti attraverso un'apertura nella schermatura metallica.

  • L'array di antenne in fase, che è stato leggermente danneggiato durante lo smontaggio.

  • Primo piano dei componenti dell'antenna.

Come ha scritto Hackaday in un articolo sullo smontaggio di Keiter, "sembra che l'antenna sia una sorta di computer autonomo, completo di processore ARM e RAM per eseguire il software che mira al phased array. A proposito, dovrebbe venire come no sorpresa di scoprire che non solo i circuiti integrati che guidano la vertiginosa serie di elementi dell'antenna sono i componenti più numerosi sul PCB, ma che sembrano essere una sorta di silicio personalizzato progettato specificamente per SpaceX. "

Annuncio pubblicitario

In generale, Dishy ovviamente non è riparabile dall'utente. Ma Keiter ha detto che può immaginare che alcune persone mettano il PCB e l'array di antenne in un involucro diverso. "Potresti progettare, realisticamente, la tua base per Dishy abbastanza facilmente e immagino che sia ciò che alcune persone potrebbero scegliere di fare", ha detto.

Con una beta di Starlink che è recentemente iniziata, SpaceX sta chiedendo il permesso agli Stati Uniti per distribuire fino a 5 milioni di terminali utente ed è già autorizzato a distribuire 1 milione. SpaceX addebita $ 499 per il terminale utente e $ 99 al mese per il servizio a banda larga.

Per l'esperienza completa di smontaggio, inclusa l'analisi di Keiter, puoi guardare il suo video qui o su YouTube:

Starlink Teardown: DISHY DISHY!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui