T-Mobile inizia a lanciare telefonate con alimentazione 5G

52

T-Mobile

Siamo saldamente nell’era del 5G ora, ma la maggior parte dei telefoni deve ancora tornare al 4G o all’LTE per effettuare chiamate. Ora sta cambiando, poiché T-Mobile ha iniziato a implementare “Voice over 5G” su telefoni selezionati.

T-Mobile ha annunciato oggi di aver iniziato a distribuire Voice over 5G, noto anche come VoNR o Voice Over New Radio, in “aree limitate di Portland, Oregon e Salt Lake City”. La funzione è attualmente limitata anche al Samsung Galaxy S21, ma verrà implementata in più aree e telefoni (come il Galaxy S22) nel prossimo futuro. T-Mobile afferma che i telefoni che utilizzano Voice over 5G avranno un ritardo più breve tra la composizione di un numero e il telefono che inizia a squillare.

Quindi, perché importa se le tue telefonate usano il 5G o meno? Bene, per lo più conta solo per T-Mobile: il vettore ha costruito la sua rete 5G negli ultimi anni, ma riportare i telefoni alla vecchia rete LTE solo per le telefonate è un collo di bottiglia nel processo. Avere tutto funzionante su 5G (quando è comunque disponibile una connessione 5G) semplifica l’infrastruttura tecnica e potrebbe comportare meno problemi di connessione per tutti.

La transizione apre anche le porte alla chiusura di 4G e LTE, anche se probabilmente non accadrà per almeno un decennio. T-Mobile ha appena iniziato a chiudere la sua rete 3G quest’anno, insieme alla rete CDMA legacy di Sprint, entrambe funzionanti per circa 20 anni.

T-Mobile ha dichiarato in un comunicato stampa: “L’aggiunta di VoNR porta la rete 5G autonoma di T-Mobile a un livello superiore, consentendole di effettuare chiamate vocali, mantenendo i clienti perfettamente connessi al 5G. Ancora più importante, VoNR porta T-Mobile un passo più vicino al rilascio della sua rete 5G standalone perché abilita funzionalità avanzate come lo slicing della rete che si basano su una connessione continua a un core 5G”.

Fonte: T-Mobile