tvOS, AirPod con audio surround e altro ancora: gli altri grandi annunci del WWDC

137

Ingrandisci / Il CEO di Apple Tim Cook dà il via al keynote del WWDC 2020.

Oggi, Apple ha fatto uno dei suoi più grandi annunci degli ultimi anni: che i Mac inizieranno a passare dai processori Intel. La società ha anche delineato i piani per le nuove versioni di iOS, macOS e watchOS. Ma mentre quelli erano i cambiamenti principali, ci sono un sacco di annunci più piccoli che vale la pena esaminare.

Non stiamo elencando tutte le piccole funzionalità di iOS in questo momento, dopotutto è per la revisione entro la fine dell’anno, ma segnaleremo alcuni degli annunci indipendenti più grandi a cui non siamo riusciti durante la copertura dell’evento. Inizieremo con tvOS, che sta ricevendo il suo più grande aggiornamento software da un bel po’ di tempo.

tvOS ottiene il supporto multiutente esteso e l’immagine nell’immagine

  • Questo è il pannello utilizzato per la commutazione multiutente.

    Sam Machkovech

  • L’Apple TV ora supporterà questi due controller Xbox.

  • Le telecamere di sicurezza verranno visualizzate nell’interfaccia utente di Apple TV.

tvOS, il software che guida i set-top box di Apple TV, sta ottenendo quella che potrebbe essere la sua nuova versione più sostanziale dal 2017. La funzione principale è probabilmente il supporto multiutente ampliato, anche se Apple non è stata chiarissima su cosa esattamente questo supporto sarà comportare ancora. Tuttavia, l’espansione è stata una delle funzionalità più richieste per Apple TV, quindi non vediamo l’ora di vederne di più.

La capacità di Apple TV di gestire i dispositivi domestici intelligenti sarà notevolmente ampliata. Una nuova visualizzazione del centro di controllo consentirà agli utenti di controllare i dispositivi intelligenti nelle loro case che supportano HomeKit, l’API di Apple per la casa intelligente. Ad esempio, potrai guardare tutto ciò che le tue telecamere di sicurezza vedono direttamente dall’interfaccia di Apple TV.

Apple sta anche introducendo il supporto Picture-in-Picture in tutto il sistema operativo, incluso per i contenuti condivisi tramite AirPlay. Altre nuove funzionalità includono il supporto per i controller Xbox One Elite Series 2 e Adaptive Xbox One di Microsoft (l’anno scorso Apple ha aggiunto il supporto per il controller Xbox One standard e DualShock 4 di Sony), lo streaming video 4K nell’app Foto e la condivisione audio con AirPods.

Annuncio

Non è una rivoluzione, ma in genere si tratta di modifiche gradite a una piattaforma che è cresciuta relativamente lentamente negli ultimi due anni.

AirPods Pro eseguirà l’audio direzionale

AirPods Pro riceverà un aggiornamento del firmware che consentirà loro di supportare l’audio direzionale, incluso Dolby Atmos. Apple ha sviluppato una tecnologia che consente agli AirPod di utilizzare i sensori integrati per dire in che direzione è girata la testa in qualsiasi momento. Personalizzeranno anche il campo sonoro in base a tali informazioni e alla posizione del dispositivo di visualizzazione (come un iPad).

E con uno sviluppo che sarà sicuramente entusiasmante per qualcosa di più dei semplici possessori di AirPods Pro, Apple sta finalmente mantenendo una promessa fatta quando sono stati annunciati i primi AirPods: AirPods passerà automaticamente da un dispositivo all’altro senza che sia richiesto alcun input da parte dell’utente. Quindi, ad esempio, potresti ascoltare Apple Music sul tuo Mac quando arriva una telefonata. Rispondere alla chiamata sul telefono passerà automaticamente gli AirPod a quella sorgente audio.

HomeKit diventa più competitivo

  • Le funzionalità di riconoscimento facciale stanno arrivando sulle telecamere di sicurezza di HomeKit.

    Sam Machkovech

  • È possibile definire quale parte della visuale di una telecamera può attivare avvisi.

    Sam Machkovech

  • Apple sta raddoppiando i controlli di illuminazione adattivi.

    Sam Machkovech

  • Quando si aggiunge un nuovo dispositivo HomeKit verranno suggerite automazioni specifiche.

    Sam Machkovech

Apple non sembra aver investito così tanto in HomeKit come alcuni dei suoi concorrenti, come Google, hanno fatto nello stesso spazio. Ma i dirigenti di Apple si sono presi alcuni brevi momenti del keynote del WWDC di oggi per descrivere alcune nuove funzionalità che arriveranno insieme a iOS 14 e tvOS 14 questo autunno.

Prima di tutto, c’è il riconoscimento facciale per le telecamere di sicurezza. Se viene riconosciuto un volto familiare, l’HomePod di un utente può annunciare chi è alla porta quando suona il campanello.

Apple sta anche cercando di affrontare una delle cose più frustranti delle telecamere di sicurezza: falsi positivi su intrusi o oggetti di interesse. La soluzione, in questo caso, è consentire agli utenti di definire una parte specifica del campo visivo della telecamera che viene monitorata per gli oggetti di interesse. Quindi, ad esempio, l’utente può escludere la strada in modo che i viaggi in bicicletta dei bambini del vicinato non attivino un avviso, ma lo fa qualcuno che cammina sul prato dell’utente.

Annuncio

Apple ha anche discusso brevemente del supporto per l’illuminazione adattiva per alcune lampadine intelligenti. Questa funzione cambierà il tono dell’illuminazione in uno spazio con l’avanzare della giornata: illuminazione più fresca durante il giorno, illuminazione più calda per rilassarsi di notte.

Infine, Apple ha annunciato che sta lavorando con Google, Amazon e altri giocatori per sviluppare uno standard di rete domestica intelligente per consentire a piattaforme diverse di parlare tra loro in una certa misura.

Ci sono ancora più funzioni per la privacy

  • Potrai utilizzare Accedi con Apple con gli account esistenti.

    Sam Machkovech

  • iOS 14 richiederà l’autorizzazione quando le app proveranno a rintracciarti.

    Sam Machkovech

  • Apple fornirà rapporti sulla privacy su determinate app.

    Sam Machkovech

  • Agli sviluppatori sarà richiesto di avere politiche sulla privacy e saranno visibili nell’App Store.

    Sam Machkovech

Apple ha posto la privacy al centro delle sue campagne di marketing. Ciò potrebbe essere in parte dovuto al fatto che i suoi principali concorrenti non hanno il miglior track record su quel fronte. Ma qualunque siano le motivazioni, Apple ha iniziato a inserire funzionalità e principi sulla privacy direttamente sia nel software che nell’hardware.

Prima di tutto, Apple ora farà in modo che le app richiedano il permesso di tracciarti su app e siti Web di proprietà di altre società. Offrirà anche riepiloghi di come le app specifiche pianificano di utilizzare i tuoi dati direttamente nell’App Store, così puoi considerare queste angolazioni prima di acquistare o scaricare un’app. iOS 14 mostra anche come un’app utilizza i tuoi dati anche se è già stata installata.

Gli utenti potranno scegliere di mostrare a un’applicazione solo la loro posizione generale, piuttosto che diventare iper-specifici. Questo potrebbe essere utile, ad esempio, per ottenere gli orari dei film per la tua città senza rivelare esattamente dove si trova la tua casa.

Apple sta anche espandendo Accedi con Apple, lo strumento di accesso singolo introdotto lo scorso anno. Una delle principali lamentele su Accedi con Apple è che funziona solo se stai creando un nuovo account con un servizio; non puoi associare le tue informazioni di accesso Apple a un account che hai già. Questo sta cambiando in iOS 14; potrai utilizzare Accedi con Apple anche se in precedenza hai creato l’account in questione altrove.

Molto sta succedendo con le piattaforme Apple in termini di privacy, ma queste sono alcune delle novità o modifiche degne di nota. Continueremo a monitorare l’evento e pubblicheremo eventuali nuove modifiche importanti in quest’area con il procedere della settimana.

Immagine dell’elenco di Apple