Ubuntu 18.04.4 LTS rilasciato mercoledì: ecco le novità

69

Ingrandisci / Ove possibile, consigliamo alla maggior parte degli utenti di attenersi alle versioni LTS. L’aggiornamento 18.04.4 di oggi lo rende possibile per l’hardware più recente, come Dragonfly Elite G1 di HP.

Jim Salter

Questo mercoledì, l’attuale versione di Ubuntu LTS (Long Term Service), Bionic Beaver, ha lanciato il suo quarto aggiornamento di manutenzione.

Ubuntu è una delle distribuzioni di sistemi operativi più prevedibili in termini di ciclo di rilascio: una nuova versione viene lanciata in aprile e ottobre di ogni anno. La maggior parte di queste sono versioni provvisorie, supportate per nove mesi dal lancio; ma la versione di aprile di ogni anno pari è un LTS, supportato per cinque anni. Le versioni LTS ottengono anche le versioni di manutenzione necessarie, in genere circa ogni tre o sei mesi durante il ciclo di supporto di LTS.

La versione di oggi, 18.04.4, è una di quelle versioni di manutenzione. Non è così brillante ed eccitante come le versioni completamente nuove, ovviamente, ma include alcuni utili aggiornamenti di sicurezza e correzione di bug, oltre al supporto per hardware sempre più nuovo, come il chipset Intel Wi-Fi all’avanguardia in Dragonfly di HP Laptop Elite G1, che abbiamo recensito il mese scorso.

18.04.4 corregge diversi potenziali irritanti minori nell’installazione, in particolare un bug che a volte impediva l’arresto pulito o il riavvio dall’ambiente di installazione. C’erano anche alcune correzioni di bug minori per aggiornare le installazioni, ma la classe più importante di correzioni riguarda il sistema stesso. Ci sono troppe correzioni e aggiornamenti per elencare più di alcuni dei più interessanti qui:

Annuncio

  • I driver proprietari Nvidia forniti da Ubuntu hanno ricevuto diversi aggiornamenti che coprono le schede grafiche più recenti
  • Il software Gnome ha ottenuto diverse correzioni dell’interfaccia utente
  • Il client di posta Thunderbird ha ottenuto una nuova versione dall’upstream
  • Gli ambienti WSL (Windows Subsystem for Linux) ora rileveranno automaticamente le istanze X11 e PulseAudio in esecuzione sull’host Windows (ad es. MobaXterm, la build win32 PulseAudio collegata da freedesktop.org, ecc.) e configureranno il sistema Linux per instradare video e grafica attraverso di essi
  • Il sistema di containerizzazione dei pacchetti di Canonical, snapd, ha ricevuto una nuova versione dall’upstream
  • Il tanto amato Amazon Web Launcher, programmato per scomparire nel prossimo LTS di quest’anno (20.04 Focal Fossa), viene rimosso dal 18.04 con questa versione

Se stai già utilizzando Ubuntu 18.04, non devi fare nulla di speciale per ottenere queste correzioni: il tuo sistema le riceverà automaticamente durante i normali aggiornamenti di sistema, manualmente (apt update ; apt dist-upgrade sulla riga di comando o tramite la GUI di aggiornamento software) o automaticamente, se hai abilitato gli aggiornamenti automatici del sistema. I nuovi utenti possono scaricare 18.04.4 direttamente da ubuntu.com.