YouTube e YouTube TV hanno subito un'interruzione globale di due ore la scorsa notte

0
7

Ingrandisci / Popolare "sono io?" sito DownDetector mostra un enorme picco di segnalazioni degli utenti di interruzioni di YouTube. Il sito stesso (e le app associate) sono rimasti funzionali, ma i video non sono stati riprodotti correttamente durante l'interruzione.

Jim Salter

La scorsa notte tra le 19:10 e le 21:13, ora di New York, YouTube non era disponibile per i suoi utenti. L'interruzione non sembra essere stata limitata a un particolare mercato o regione. Il team di YouTube ha riconosciuto il problema entro 10 minuti circa dal picco su DownDetector e YouTubeTV è intervenuta un'ora dopo per ammettere che anche il problema inspiegabile ha risolto il problema.

… E siamo tornati – ci scusiamo per l'interruzione. Questo problema è stato risolto su tutti i dispositivi e i servizi di YouTube, grazie per la pazienza con noi ❤️ https://t.co/1s0qbxQqc6

– TeamYouTube (@TeamYouTube) 12 novembre 2020
Poco più di due ore dopo il picco iniziale di segnalazioni degli utenti, il team di YouTube ha assicurato agli utenti che il servizio era di nuovo online, anche se senza alcuna spiegazione su cosa fosse andato storto o come fosse stato risolto il problema, né sui suoi account Twitter o nel thread di supporto si è aperto per mantenere gli utenti informati sullo stato di interruzione. Questo è uno sfortunato contrasto con altri servizi di massa, che tendono a fornire spiegazioni abbastanza dettagliate in breve tempo durante interruzioni simili. Annuncio pubblicitario

Sebbene YouTube sia di proprietà di Google, il servizio non è incluso in Google Cloud Dashboard o G Suite Dashboard, entrambi riportano dettagli tecnici significativi sui problemi di ingegneria nel momento in cui si verificano e nessuno dei quali ha segnalato problemi significativi la scorsa notte. Quando sono stati raggiunti per un commento, i rappresentanti di YouTube finora non hanno fornito ulteriori dettagli e si limitano a riferire eventuali richieste ai tweet collegati sopra.

Ryan Hager di AndroidPolice riferisce che anche i servizi di Google hanno registrato interruzioni importanti a settembre e marzo di quest'anno, insieme a interruzioni relativamente minori (che interessano solo Drive e Nest) a settembre, aprile e marzo. Nelle sue parole, "è stato un anno difficile per l'uptime di Google".