13 meravigliosi siti UNESCO in Africa e Medio Oriente essenziali per la tua lista dei desideri • Il turista invisibile

140

Man mano che il viaggio diventa accessibile a più persone ogni giorno, è importante fermarsi un momento e ricordare esattamente PERCHÉ viaggiamo ".

Essendo il continente più antico su questa Terra, l'Africa è assolutamente piena di storia e culture diverse. Potrebbe anche non essere una sorpresa che ci siano molti siti UNESCO in Africa, sparsi per il continente e in espansione anche in Medio Oriente. Sono sicuro che quando pensi all'Africa ti vengono in mente deserti, antiche rovine e piramidi, ma ci sono molti siti meno conosciuti del patrimonio mondiale dell'UNESCO che stiamo per scoprire!

La maggior parte di noi ha elenchi di secchi con articoli che stanno solo chiamando per essere spuntati. Se la tua lista è come la mia, può sembrare che non finisca mai quando arrivi alla conclusione ironica che più vedi in questo mondo, più in realtà non sai. Il desiderio costante di approfondire la tua conoscenza significa solo che non appena controlli qualcosa dalla tua lista, ne aggiungi dell'altro!

I turisti invisibili non visitano solo una destinazione per poter dire "ci sono stato". C'è molto di più da viaggiare che la soddisfazione di spuntare qualcosa da un elenco. Per noi è un'emozione viaggiare in un luogo nuovo ed entusiasmante per comprendere meglio la sua gente, la storia, la cultura e il loro ambiente naturale. Una parte enorme di questo è imparare a conoscere le attrazioni che hanno un significato per quella cultura e perché.

Per fortuna, nel 1946 le Nazioni Unite hanno creato il Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) con l'obiettivo di garantire e preservare il patrimonio culturale e naturale del mondo. Per chiedermi ulteriormente perché viaggiamo, ho contattato blogger di viaggio in tutto il mondo per chiedere loro qual è il loro sito Patrimonio Mondiale dell'UNESCO preferito e le ragioni della loro decisione.

Pin me su Pinterest!

Ecco 13 siti UNESCO in Africa e Medio Oriente da aggiungere alla tua lista dei desideri

Questo serie di elenchi di benne in sei parti esplora perché l'aggiunta di elenchi del patrimonio mondiale dell'UNESCO a qualsiasi itinerario lo renderà più significativo e appagante (ecco la serie finora). Entriamo in Parte sei che si concentra su meravigliosi siti UNESCO in Africa e Medio Oriente con località da tutto:

  • Etiopia
  • Iran
  • Giordania
  • Libano
  • Senegal
  • Tanzania
  • tacchino
  • Uganda
  • Zanzibar
  • Zambia / Zimbabwe

NOTA: In questa puntata della mia serie UNESCO, ho considerato la Turchia come parte del Medio Oriente a causa delle somiglianze culturali e religiose con la regione, piuttosto che con l'Europa.

ETIOPIA

Lalibela

Le chiese scavate nella roccia di Lalibela si trovano nelle profondità degli altipiani remoti dell'Etiopia. Originariamente costruite all'inizio del VII secolo e scavate da singoli pezzi di massi vulcanici, queste chiese rappresentano una delle più antiche forme di cristianesimo nel mondo e sono una meraviglia architettonica.

Ma ciò che rende Lalibela davvero speciale è che non è solo una reliquia storica. I cristiani ortodossi etiopi adorano ancora qui, proprio come facevano centinaia di anni fa. Per i viaggiatori, ciò significa uno sguardo autentico in una delle culture più uniche al mondo.

L'esperienza più indimenticabile di Lalibela è visitare Bet Giyorgis – la chiesa scolpita a forma di croce – per la messa mattutina. Centinaia di pellegrini vestiti di bianco si riuniscono per pregare. Sentirai l'odore dell'incenso che brucia e ascolterai gli antichi canti e le canzoni trasmesse attraverso un megafono. E probabilmente sarai l'unico turista lì.

Contribuito da: Carrie, Planes, Train e Tuk Tuks

Harar

Uno dei miei siti UNESCO preferiti è l'unica città fortificata di Harar, in Etiopia. È un labirinto di strade acciottolate, mercati ed edifici in pietra. Potrei camminare per le strade per ore, assorbendo i panorami, i suoni e gli odori della città che è un misto di ortodossi etiopi e residenti musulmani.

Ho soggiornato diverse notti in una Casa della Cultura, una graziosa casa nel centro storico dove è possibile disconnettersi da tv e wifi. Una delle attività più popolari è guardare l '"uomo iena" locale nutrire le iene selvatiche e se sei abbastanza coraggioso puoi dar loro da mangiare anche tu: le iene mangiano carne cruda da un bastoncino in mano o in bocca.

Contribuito da: Lisa, TheHotFlashPacker

LEGGI DI PIÙ: Elenco dei siti degni dell'UNESCO in Asia

IRAN

Persepolis

Camminare tra le rovine di Persepoli in Iran è come essere trasportati indietro di oltre 2.000 anni all'apice dell'impero persiano. Situato nel deserto fuori Shiraz, questo incredibile complesso, fondato intorno al 515 a.C. da Dario I, era il cuore dell'impero persiano (achemenide).

Sul suo terreno sorgeva un palazzo, un luogo di ritrovo della comunità, un tesoro e una tomba sepolcrale, il tutto impreziosito da intricate sculture di persone e animali. Dopo aver servito l'impero per circa 200 anni, Persepoli fu bruciata e distrutta da Alessandro Magno. Ora, al suo posto si trova un complesso di rovine, molte delle quali sono state scoperte dal profondo del terreno.

È facile immaginare la grandezza e la magnificenza di Persepoli mentre esplori ciò che resta delle sue statue, colonne e pareti splendidamente scolpite. Se hai intenzione di viaggiare in Iran, dovresti assolutamente fare una sosta a Persepolis. È un'incredibile meraviglia storica a differenza di qualsiasi altra parte del mondo.

Contribuito da: Kay, Jetfarer

GIORDANIA

Petra

Petra in Giordania è conosciuta in tutto il mondo. Con la sua architettura elaborata scolpita dalle scogliere rosa, non è solo un patrimonio mondiale dell'UNESCO, ma una delle nuove "sette meraviglie del mondo".

Le origini dell'antica città risalgono a 2000 anni fa all'Impero Nabateo. I Nabatei erano commercianti organizzati e usarono la loro ricchezza per costruire la città di Petra a partire dal VI secolo a.C. La capitale nabatea, letteralmente scavata nella roccia, era un importante centro commerciale sulla rotta dalla penisola arabica a sud verso l'Europa e la Cina a nord e ovest.

Nella sua massima estensione la città ospitava 30.000 persone. I terremoti del IV e VI secolo d.C. distrussero gran parte della città, e fu solo nel 1812 che la Città Perduta di Petra fu ritrovata.

C'è così tanto da esplorare a Petra, ma i famosi edifici del tesoro e del monastero sono assolutamente da vedere. Vale anche la pena salire in alto per una panoramica dell'enorme sito e alcune viste spettacolari di questo paesaggio desertico. È necessaria almeno un'intera giornata per esplorare questa impressionante città.

Contribuito da: Nicky, vai dal vivo giovane

LIBANO

Baalbek

Situato nell'antica città fenicia di Baalbek nella valle di Baqaa, il tempio di Baalbek ha origini che si ritiene risalgano a 11.000 anni fa. Luogo di pellegrinaggio, era conosciuta come Heliopolis o "Città del Sole" durante il periodo ellenistico e ha svolto una funzione religiosa per secoli.

Il sito è costituito da diversi templi, sebbene tre grandi terremoti nel corso dei secoli abbiano quasi raso al suolo la maggior parte del Tempio di Giove, del Tempio di Venere e del Tempio di Mercurio. Il Tempio di Bacco rimane incredibilmente ben intatto e può essere esplorato sia all'interno che all'esterno.

Siamo stati attratti dal fatto che è una delle civiltà più antiche del mondo e abbiamo pensato che sarebbe stata una grande esperienza di apprendimento per i nostri figli.

SENEGAL

Île de Gorée

Una delle principali attrazioni turistiche del Senegal è l'isola Île Gorée, che si trova appena fuori Dakar. Ci vogliono 30 minuti di barca per entrare nell'isola, che un tempo era il centro della schiavitù in Senegal.

Oggi, quest'isola senza auto è un vero gioiello rispetto alla vivace capitale del paese. È calmo, è tranquillo e ospita un'architettura dai colori meravigliosi. La sua popolazione era di 1.680 abitanti nel 2013, con una densità di 5.802 abitanti per chilometro quadrato, che è solo la metà della densità media della città di Dakar.

Gorée è sia il più piccolo che il meno popolato dei 19 comuni d'arrondissement di Dakar. L'isola è un patrimonio mondiale dell'UNESCO, dal settembre 1978. Durante la visita, assicurati di visitare l'ex Slavery House e fare una passeggiata intorno all'isola.

Contribuito da: Clemens, Archivio dei viaggiatori

TANZANIA

Parco nazionale del Kilimanjaro

Visitare il Parco Nazionale del Kilimanjaro è stato un sogno diventato realtà! Situato vicino a Moshi, in Tanzania, il Parco Nazionale ospita il famoso Monte Kilimanjaro. Il Monte Kilimanjaro è una bellezza come la più alta montagna "free standing" in Africa. A causa della sua cima innevata e dell'alta quota, abbiamo accettato la sfida di scalarla e non è un compito facile!

Gli escursionisti devono assumere un tour operator che includa guide, cuoco e facchini. Ci vogliono 5-9 giorni per raggiungere la vetta dell'Uhuru Peak a 5.895 metri (19.341 piedi). I paesaggi unici di foreste lussureggianti, brughiere, deserti alpini, ghiacciai e aree innevate e la squadra di arrampicata rende il lungo viaggio utile.

Contribuito da: Jackie e Justin, Life Of Doing

TACCHINO

Efeso

Probabilmente le rovine più famose e visitate della Turchia, è un'antica città nella regione turca dell'Egeo centrale, vicino all'odierna Selçuk. I suoi resti scavati riflettono secoli di storia, dalla Grecia classica all'impero romano ed è un sito mondiale dell'UNESCO.

Fondata originariamente nel X secolo a.C. da un principe ateniese di nome Androklos, Efeso divenne una fiorente città fino al 650 a.C., quando fu attaccata e danneggiata dai Cimmeri.

Alcuni dei siti più impressionanti di Efeso includono la Biblioteca di Celso, le cui rovine sono alte due piani, il Tempio di Adriano che fu costruito nel 118 d.C., il teatro classico dove si crede che San Paolo abbia predicato ai Pagani e la Grotta dei sette dormienti.

Per quelli di voi che amano essere "rovinati" in Europa e persi tra le antiche civiltà europee, consiglio vivamente un viaggio in Turchia. Non solo offre alcune delle migliori rovine restaurate, ma la maggior parte dei siti storici sono molto meno affollati rispetto ai siti di Roma e Atene. Sarei felicemente rovinato qui ancora e ancora!

Contribuito da: Kathy, 50 sfumature di età

Parco nazionale di Göreme e siti rupestri della Cappadocia

Il Parco Nazionale di Göreme, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, e i siti rupestri della Cappadocia sono uno dei luoghi più magici dell'UNESCO che abbiamo mai visitato durante i nostri viaggi. Il paesaggio vulcanico ultraterreno della Valle di Göreme è stato interamente scolpito dall'erosione e, a volte, ci è sembrato di essere atterrati sulla luna.

Le stravaganti valli della Cappadocia sono piene di camini delle fate, uniche abitazioni rupestri e città sotterranee e ci sono prove di insediamenti umani fin dal IV secolo. Siamo stati attratti dalla Cappadocia da immagini di mongolfiere che danzano sopra i camini delle fate e le albe piene di palloncini sono davvero esperienze uniche nella vita.

MANCIA: Ti consigliamo di trascorrere almeno tre giorni in Cappadocia per esplorare e sperimentare appieno tutto ciò che ha da offrire.

Contribuito da: Elaine e David, mostrano loro il globo

Hierapolis-Pamukkale

Ero entusiasta di visitare Pamukkale perché coinvolge due cose che amo, paesaggi epici e rovine antiche. Sono davvero due siti in uno, le luminose terrazze di travertino bianco e l'antica città di Hierapolis. Insieme sono stati dichiarati Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO di Hierapolis-Pamukkale.

I travertini erano costituiti da acqua ricca di minerali che scorreva sulle scogliere creando depositi di calcio. Nel corso del tempo si formarono terrazze bianche accecanti e pozze d'acqua blu brillante.

I visitatori possono salire sulle terrazze a piedi nudi (portare una borsa per trasportare le scarpe) e fare un tuffo nelle piscine calde. Si dice che l'acqua abbia proprietà salutari. Una volta raggiunta la cima delle terrazze c'è un bar dove puoi bere una bibita fresca prima di dirigerti verso le rovine di Hierapolis.

Hierapolis è stata fondata nel 190 a.C. e proprio come oggi la gente veniva in città per fare il bagno nelle piscine termali. Purtroppo, è stato abbandonato nel 1334 quando un terremoto ha colpito. Ciò che resta sono le rovine del castello, la necropoli, le mura della città e un bellissimo teatro.

MANCIA: La parte migliore è la piscina di Cleopatra. Costa un extra ma si nuota tra colonne secolari cadute in acqua durante il terremoto e mai spostate.

Contribuito da: Audrey, Gumnuts all'estero

LEGGI DI PIÙ: Come NON sembrare un turista in 10 semplici passaggi

UGANDA

Parco forestale impenetrabile di Bwindi

Il Parco nazionale impenetrabile di Bwindi in Uganda è il mio sito Patrimonio dell'UNESCO preferito in Africa. Sede di gorilla di montagna in via di estinzione, una visita al Bwindi Impenetrable Forest Park offre la possibilità di un incontro con la fauna selvatica irripetibile.

Preparati con un bastone da passeggio, facchini e un entourage armato. Segui i sentieri fangosi che serpeggiano nella foresta alternando ripide salite e discese mozzafiato.

L'intensità e la durata dell'escursione dipendono dalla famiglia di gorilla che segui. Siamo andati alla ricerca della famiglia Nkuringo, una delle famiglie più difficili da rintracciare nel profondo del Bwindi Impenetrable Forest Park. Ci sono volute più di 2 ore di cammino per trovare i gorilla, ma mentre lottavo per trovare un punto d'appoggio sulla ripida collina, ho guardato in alto e ho trovato gli occhi gentili del secondo silverback della famiglia Nkuringo che mi fissavano. Tutta la mia stanchezza si dissolse lasciando l'euforia di una delle esperienze più impressionanti della mia vita.

Contribuito da: Jennifer (alias Dr. J), Sidewalk Safari

ZANZIBAR

Stone Town

Credito: djp098 tramite Pixabay

Abbiamo visitato molti siti del patrimonio mondiale dell'UNESCO durante i nostri viaggi, tuttavia Stone Town sull'isola di Zanzibar è un posto davvero speciale. L'intera città è completamente costruita in pietra e, a differenza di qualsiasi altro luogo che abbiamo mai visto prima, con vicoli stretti e tortuosi e belle porte scolpite decorate.

È anche un'incredibile miscela di influenze arabe, africane, indiane ed europee. Ci sono moschee costruite accanto alle chiese e persone di diversa estrazione e religione vivono insieme pacificamente in questo crogiolo unico.

Non solo l'architettura di Stone Town è mozzafiato, ma ha anche svolto un ruolo centrale nella tratta degli schiavi per centinaia di anni poiché la città era utilizzata come ultimo porto in Africa prima che gli schiavi fossero spediti in Europa e nelle Americhe. La storia di Stone Towns è tanto affascinante quanto straziante e la sua bellezza è senza precedenti.

Contribuito da: Megan e David, Half this World Away

ZAMBIA / ZIMBABWE

Le cascate Victoria

Attraversare un confine internazionale difficilmente diventa così panoramico come il confine tra Zambia e Zimbabwe alle Cascate Vittoria. I due paesi sono divisi dal fiume Zambesi. Proprio di fronte al ponte di confine, migliaia di litri d'acqua cadono dalle imponenti cascate ogni secondo. Un vero spettacolo della natura.

Le Cascate Vittoria fanno parte del Patrimonio Naturale dell'UNESCO dal 1989. Grazie alla crescente stabilità politica e sicurezza nell'area, il numero di visitatori è notevolmente aumentato negli ultimi anni. Mentre le parti più famose delle cascate si trovano sui lati dello Zambia, i panorami dallo Zimbabwe sono migliori.

MANCIA: Assicurati di ottenere un visto per ingressi multipli per entrambi i paesi in modo da poter rivedere entrambe le parti più volte. E se sei avventuroso, puoi provare un bungee jump nell'aria nebbiosa dal Victoria Falls Bridge.

Contribuito da: Mike, 197TravelStamps.com

Quali siti UNESCO in Africa e Medio Oriente aggiungerai alla tua lista?

Quindi questa è una conclusione per alcuni dei più meravigliosi siti UNESCO in Africa e Medio Oriente e una conclusione per questa serie! Dopo aver scoperto perché ogni sito del patrimonio mondiale ha un significato significativo e sono i preferiti dei nostri blogger, hai intenzione di aggiungerne uno alla tua lista dei desideri in Medio Oriente o Africa a cui non avevi pensato o conosciuto prima? Fammi sapere!

Se questo articolo ti è piaciuto, ecco la mia serie UNESCO fino ad ora se desideri ulteriore ispirazione per l'UNESCO. Mi piacerebbe anche se venissi e ti unissi a me su Facebook, mi seguissi su Instagram o non dimenticassi di appuntarlo su Pinterest?

Fino alla prossima volta,

Mi piace? Fissalo!

Immagine in primo piano e credito dell'immagine del primo pin: Trudi90 tramite Pixabay
Credito immagine secondo pin: hsojhsoj tramite Pixabay
Tutte le immagini dei blogger vengono utilizzate con il permesso dei titolari del copyright.