Da capsule hotel a capsule office il passo è breve

277

Che cos’è un capsule office?

Chi è stato in Giappone forse avrà pensato di provare l’esperienza di dormire in un capsule hotel, ossia un hotel capsula dove la camera da letto viene ridotta al minimo indispensabile e sembra di dormire all’interno di una bara.

Ovviamente non è proprio così, in quanto dentro a una capsula si riesce comunque a stare seduti e, pur non essendoci finestre, si può usufruire di un sistema di areazione che garantisce il comfort necessario per dormire e rilassarsi. Inoltre, la “stanza” possiede TV, radio con sveglia, wi-fi gratis e agli ospiti vengono forniti asciugamani e pantofole (spesso anche il pigiama) per poter passare la notte in tutta tranquillità. Esistono anche capsule matrimoniali, per chi non vuole rinunciare a dormire con il proprio partner nemmeno in uno spazio ridotto.

Ad ogni modo, si tratta di una sistemazione più consona ai giapponesi che ai turisti, in quanto viene utilizzata prevalentemente dagli impiegati che si trattengono a bere con i colleghi fino a tardi e perdono l’ultimo treno per tornare a casa.

Ora, sappiamo tutti che a causa dell’emergenza coronavirus, molti capsule hotel hanno perso la quasi totalità della loro clientela, non avendo né turisti né impiegati che si recano in ufficio, dal momento che anche in Giappone viene prediletto lo smart-working, dove possibile.

Uno di questi capsule hotel ha quindi deciso di reinventarsi, trasformando le proprie capsule in piccoli uffici a prova di contagio. Si tratta della catena Anshin Oyado Premier, situata nella zona di Shinjuku a Tokyo, che ha convertito le “stanze” in uffici in miniatura dotati di scrivania, sedia ergonomica e ogni sorta di presa di corrente necessaria per collegare i dispositivi necessari a svolgere il proprio lavoro. E ovviamente, wi-fi gratuito.

Capsule office per lavorare in sicurezza

Per creare questi mini-uffici sono state unite due capsule in verticale, ma sono state lasciate le tendine oscuranti per garantire la privacy. Se poi l’impiegato ha bisogno di fare una pausa può uscire e usufruire delle macchinette posizionate all’interno dell’hotel; e se quel giorno è particolarmente stressato, il bagno termale dell’hotel è a sua disposizione.

Questa soluzione può essere l’ideale per qualsiasi impiegato che abbia bisogno di uno spazio lavorativo sicuro e al tempo stesso tranquillo e riservato. Le case giapponesi, infatti, sono molto piccole e spesso le famiglie con bambini piccoli dormono nella stessa stanza; inoltre, raramente la casa giapponese ha una stanza da adibire a ufficio e non è facile trovare lo spazio per posizionare tutti gli accessori necessari a lavorare, come computer, stampante, eccetera. Senza dimenticare che è necessario avere la giusta concentrazione e silenzio per poter lavorare o fare chiamate di lavoro senza essere disturbati.

Quanto costa affittare un mini-ufficio?

La catena di hotel Anshin Oyado propone un prezzo di 500 Yen all’ora (circa 4 € con il cambio attuale), un prezzo che comprende il consumo di uno o due soft drink. Se invece si desidera affittare il capsule office per tutto il giorno il prezzo è di 3.000 Yen (circa 24 €), dalle 9 del mattino alle 24.

Di certo in Giappone, specialmente a Tokyo, lo spazio è molto prezioso ed è per questo motivo che gli appartamenti sono molto piccoli e gli edifici tendono a svilupparsi in orizzontale piuttosto che in verticale. Per questo motivo, inoltre, si trovano anche interi centri commerciali sviluppati nel sottosuolo, ad esempio tra i tunnel che collegano le varie stazioni metropolitane.

Questa trasformazione da camera d’albergo a ufficio ci sembra particolarmente intelligente e, se si considera che il costo di una camera in un capsule hotel della catena generalmente si aggira sui 5.500 Yen (44 €), non si tratta nemmeno di una spesa impossibile.