Dovresti lasciare il tuo lavoro per viaggiare per il mondo?

0
11

Hai intenzione di lasciare il tuo lavoro aziendale per viaggiare per sempre e diventare un nomade digitale? Congratulazioni per la buona decisione! Tuttavia, lasciare la vita aziendale non è così facile come sembra. In questo articolo, sulla base della mia esperienza, vorrei parlarvi di un paio di passaggi che è importante seguire prima di prendere una tale decisione

Nel 2016 ho lasciato il mondo aziendale per inseguire la mia più grande passione: viaggiare per il mondo e parlarne attraverso un blog chiamato Contro la bussola.

A quel tempo, stavo vivendo a Dubai per due anni e mezzo, lavorando nel reparto marketing di una nota azienda internazionale.

Avevo una buona posizione di responsabilità e guadagnavo una vita molto dignitosa.

Non ero mai stato appassionato del mio lavoro ma mi sentivo a mio agio.

In ufficio. il giorno del mio 27 ° compleanno, i miei colleghi hanno avvolto tutto il materiale dalla mia scrivania

Allora perché ho abbandonato la mia carriera?

In questo tipo di azienda, la pressione e il livello di stress sono estremamente alti. Durante le ore di punta lavoravamo fino a 14 ore al giorno. Ogni giorno tornavo a casa esausto.

Poi è arrivato il fine settimana e tutto quello che volevo fare era festeggiare e sprecarmi per liberarmi dallo stress della settimana.

Dopo due giorni, torna in ufficio e ricomincia il ciclo.

Questa è la vera vita aziendale, ogni singola settimana dell’anno. È un bel modo di vivere?

Voglio davvero farlo per il resto della mia vita?

Da sentirmi a mio agio con il mio lavoro, ho iniziato a odiarlo.

Mi sono solo pentito di non avere abbastanza tempo per dedicarmi al viaggio. Avevo sei settimane di ferie all’anno ma, sfortunatamente, non compensavano tutto lo stress che avevo.

Un giorno mi sono detto:

Lascio questa merda e comincio a viaggiare

Sembra facile e abbastanza impulsivo, giusto?

Sì, ma onestamente, è stato un processo che mi ha richiesto settimane per essere eseguito. Non è stata una decisione facile, poiché ha comportato l’abbandono di una carriera che mi aveva richiesto così tanto tempo, impegno e risorse per costruire.

Le conseguenze potevano essere terribili, quindi ho dovuto tenere a mente e analizzare un paio di considerazioni, per assicurarmi che non avrei mai avuto bisogno di tornare al mondo aziendale.

In questo articolo, vorrei raccontarvi tutti i file questioni da considerare prima di lasciare il lavoro, viaggiare per il mondo e diventare un nomade digitale.

Sarà temporaneo o per sempre?

Bene. Hai deciso di lasciare il tuo lavoro perché muori dalla voglia di scoprire di più del nostro prezioso mondo.

Tuttavia, in primo luogo, dovresti chiederti:

Sarà permanentemente o stai solo prendendo una pausa di un anno?

Se il tuo obiettivo è non tornare mai più alla vita aziendale, allora sei nel posto giusto.

Altrimenti, se hai intenzione di viaggiare solo per 1 o 2 anni, mi congratulo anche con te, perché non molte persone sono disposte a fare lo stesso.

Tuttavia, ciò non significherebbe lasciare la vita aziendale ma prendersi un anno sabbatico.

Prima di prendere qualsiasi decisione, fai chiarezza sulle idee, poiché lasciare definitivamente la tua carriera richiede molta preparazione e, in molte occasioni, non potrebbe esserci modo di tornare indietro.

A Karima, in Sudan

Sei in grado di viaggiare a lungo termine?

Sembra uno scherzo ma giuro che questa sarà una delle variabili più rilevanti, perché non tutti sono fatti per viaggiare per un lungo periodo di tempo.

Viaggiare in eterno non è uno scherzo e, a differenza di quello che molti credono, non tutti i giorni possono essere facili come una torta.

Come nella vita reale, avrai alti e bassi e, a un certo punto, ti mancheranno la famiglia, gli amici e il paese d’origine.

Ci saranno un numero infinito di giorni in cui sarai solo, senza amici, dormire in luoghi deprimenti.

Ci saranno così tante volte in cui dovrai mangiare il cibo più grasso e disgustoso di sempre perché non ci sono altre opzioni.

Un giorno potresti ammalarti e, in molte occasioni, non vorrai parlare con nessuno. Essere costantemente in viaggio è molto faticoso.

Questo è il lato oscuro del viaggio e tutti quelli che conosco l’hanno sperimentato qualche volta.

Viaggiare è una delle esperienze più gratificanti e incredibili che tu abbia mai avuto.

Certamente. Tuttavia, ti compensa?

Chiediti questo e analizza tutte le probabilità.

La mia esperienza personale – Come tutti gli altri, quando viaggio per un lungo periodo di tempo, ho nostalgia di casa e ci sono molti giorni in cui mi sono sentito solo, ovviamente, ma credo di essere una persona socievole che può fare amicizia facilmente, quindi questo ha aiutato Un sacco. Inoltre, mi prendevo sempre una lunga pausa ogni 2 o 3 mesi e mi stabilivo in un bel posto con molta vita sociale. Tuttavia, dopo 4 anni sulla strada, quando ero viaggiando in Etiopia Ho deciso di porre fine alla mia vita da vagabondo, e puoi leggere qui a riguardo.

Viaggiare ha esperienze estremamente gratificanti – Avvicinarsi ad alcuni locali dell’Oman a Musandam

Se non tornerai mai più al lavoro aziendale, come ti guadagnerai da vivere?

Hai lasciato il tuo lavoro.

È abbastanza bello, ma come ti guadagni da vivere?

Onestamente, non credo che porre fine alla tua carriera senza avere un obiettivo chiaro sia una buona idea.

Sì, farai un viaggio fantastico, ma poi cosa?

Come intendi generare reddito?

Inoltre, sono totalmente in disaccordo con le persone che tendono a dire: “Beh, viaggerò per trovare l’ispirazione e mi verrà in mente qualcosa”.

Mi dispiace dirti che le idee non ti vengono in mente solo perché stai guardando quel tramonto in Cambogia.

Le idee sono qualcosa che è stato pensato, ripensato ed elaborato per giorni, settimane e mesi, conseguenza di un grande sforzo mentale.

Prima di rassegnare le dimissioni, dovresti avere un’idea di cosa intendi fare.

Non è necessario che sia qualcosa di unico o creativo.

Ci sono tonnellate di lavori di viaggio: insegnare inglese, lavorare in crociera o anche fare il barista.

Ci sono anche tantissime persone che lavorano come liberi professionisti a distanza.

Lavori in un’azienda che offre servizi di sviluppo siti web? Potresti farlo da solo a distanza?

Ci sono molti portali, Upwork ad esempio, dove le persone cercano questo tipo di servizi.

Lo uso costantemente per il mio blog, per trovare editori, designer e sviluppatori di siti web.

La mia esperienza personale: Viaggiare è il mio hobby, quindi avevo molto chiaro che volevo lavorare a distanza su qualcosa relativo ai viaggi e, dopo aver fatto qualche ricerca, l’ho visto avviare un blog di viaggio era qualcosa di cui molti viaggiatori si guadagnavano da vivere.

Sii pronto sin dal primo giorno

Lo stesso giorno in cui lasci il lavoro, dovresti essere completamente pronto a perseguire il tuo obiettivo.

Perché? Per due ragioni.

  • Prima di tutto, perché lavorare a qualsiasi tipo di progetto mentre sei in viaggio è molto più difficile che farlo da casa.
  • In secondo luogo, perché dal giorno in cui esci fino a quando inizi a generare reddito è una corsa contro il tempo, quindi vuoi davvero abbreviare questo periodo di tempo.
  • Ad esempio, vuoi insegnare l’inglese online?

    Va bene, ma hai qualche documento che dimostri che sei idoneo per insegnare a non madrelingua?

    Sai da dove iniziare a cercare quel lavoro?

    Conosci qualcuno che fa lo stesso e può aiutarti?

    Cerca di avere tutte le risposte dal primo giorno. I miei amici da Journal of Nomads è andato benissimo con l’insegnamento delle lingue online.

    La mia esperienza personale – Se vuoi davvero guadagnarti da vivere, un blog di viaggio (e qualsiasi blog) richiede un carico di merda di tempo, impegno e lavoro. Ho lanciato il mio blog esattamente due giorni dopo aver lasciato il lavoro, ma prima ci ho lavorato 6-8 mesi. io si è iscritto a un corso di blog di viaggio e l’ha lanciato con un buon design e una strategia ben definita per il primo anno. Avere il tuo progetto già in pista prima di iniziare a viaggiare è un fattore chiave di successo.

    In quali paesi viaggerai?

    È molto importante sapere in quali paesi viaggerai, poiché il tuo percorso deciderà il tuo budget.

    Non è la stessa cosa viaggiare in Europa o in Australia come in Laos o Kirghizistan.

    Se non hai molti risparmi e non hai idea di quando genererai un reddito, considera seriamente di viaggiare in paesi del terzo mondo.

    Ci sono molti paesi asiatici in cui puoi vivere facilmente con $ 15 o $ 20 al giorno.

    La mia esperienza: All’inizio, ho viaggiato solo in paesi in cui posso vivere con un budget molto ridotto e che includevano paesi all’interno di Medio Oriente, Asia centrale e Pakistan.

    Leggere: Scegliere un laptop da viaggio portatile

    L’Etiopia è un altro paese economico dove andare con lo zaino in spalla

    Quanti soldi hai risparmiato?

    Se hai già pianificato il tuo percorso, dovresti calcolare il tuo budget settimanale o mensile. Ovviamente, questo varia enormemente, a seconda di ogni persona.

    Tuttavia, tieni presente che sarà sempre superiore a quanto stimato, poiché si verificheranno sempre eventi imprevisti.

    Inoltre, devi anche aggiungere alcuni extra in cima, dall’assicurazione di viaggio a qualsiasi attrezzatura da viaggio di cui potresti aver bisogno.

    La mia esperienza personale: Ovviamente ho iniziato a risparmiare denaro con diversi mesi di anticipo e, dopo aver tracciato il mio percorso, preventivato il viaggio e acquistato un laptop e una fotocamera, sono giunto alla conclusione che, con tutti i soldi che ho risparmiato, avrei potuto essere 20 mesi la strada senza bisogno di lavorare. Devo dire, tuttavia, che lavorare a Dubai ed essere un viaggiatore con zaino e sacco a pelo ha aiutato molto.

    Soldi dal Sudan

    Quando pensi di generare il tuo primo reddito?

    È anche molto importante stimare quando potresti generare reddito, poiché questo periodo di tempo deciderà di quanti soldi hai bisogno e per quanto tempo puoi sopravvivere senza dover cercare un lavoro e lavorare solo sul tuo progetto di nomade digitale.

    La mia esperienza personale: Nel mio caso, avevo stimato e imparato che, se fai le cose correttamente, monetizzare un blog richiede almeno 18 mesi, quindi 18-24 mesi era il mio obiettivo e ho iniziato a guadagnarmi da vivere in modo completo e decente dopo quasi 2 anni, quindi ha funzionato benissimo per me. Leggi il mio 6 modi per guadagnare con i blog.

    Blog di viaggio contro il Compass

    Conclusione

    Non voglio spaventarti con tutte queste considerazioni.

    Se non sei soddisfatto del tuo attuale lavoro e non hai famiglia o responsabilità, fallo perché, nel peggiore dei casi, tornerai semplicemente dove sei ora ma con molte esperienze di viaggio da raccontare.

    Devi solo pensare a qualcosa che ti appassionerà, lavorare sodo per ottenerlo e, alla fine, lo otterrai di sicuro.

    Se hai dubbi, sarò felice di aiutarti!

    Ulteriore lettura:

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui