Islanda: terra di fuoco, ghiaccio e design accattivante

0
55

Penso che sia probabilmente sicuro dire che l'Islanda sembra essere uno di quei posti che sta vivendo un "momento". Prima di partire per l'isola ghiacciata nordica, la maggior parte delle persone che conoscevamo stavano progettando di andarci o lo erano già state. Famosa per i suoi vulcani indisciplinati, la sua iconica località termale e i paesaggi selvaggi e solitari, l'Islanda ha quella misteriosa reputazione da fine terra di cui la maggior parte delle persone sembra non averne mai abbastanza. Dopo aver prenotato i nostri voli, siamo partiti per un viaggio pre-natalizio per vedere se poteva davvero essere all'altezza delle aspettative di tutti.

Reykjavik

Come la maggior parte dei visitatori, abbiamo utilizzato la piccola capitale islandese come base, un luogo in cui i maglioni in stile Sarah Lund delle Isole Faroe e le barbe folte sembrano essere di rigore. È un mix di case color caramello con facciata in lamiera ondulata, accoglienti ristoranti a lume di candela e negozi indipendenti ultra trendy. Probabilmente siamo un po 'di parte, ma sono sicuro che l'inverno deve essere il periodo migliore per visitare. Reykjavik ha più della sua giusta quota di giorni di pioggia, ma nelle giornate fredde e frizzanti le montagne innevate circostanti creano uno sfondo cittadino senza rivali e il sole basso bagna la città in un caldo bagliore rosato.

Reykjavik è il luogo in cui il design fresco ed eccentrico sembra essere radicato nella vita di tutti i giorni. Devi solo camminare lungo la strada principale o dare un'occhiata in uno dei tanti hotel di design per vederlo. Dimentica H&M e Gap, i negozi qui sono rigorosamente boutique, che vendono di tutto, da abiti meticolosamente realizzati a regali dal design creativo. Case ondulate a parte, gran parte dell'architettura è caratterizzata da linee nitide e pulite e un design elegante e una visita alla loro nuova sala concerti Harpa visivamente sbalorditiva non lascerà dubbi su quanto moderni possano essere i loro edifici.

Durante le lunghe e buie notti invernali i visitatori sembrano essere divisi tra quelli che si dirigono verso pianure più chiare per intravedere l'aurora boreale e quelli che vogliono assaggiare alcuni dei famosi locali notturni di Reykjavik. Reykjavik è anche un ottimo posto per prenotare i tuoi tour o noleggiare un'auto per esplorare il resto del paese, prova i tour di Reykjavik per tutto, dall'osservazione delle balene alla caccia all'aurora boreale.

Il Golden Circle

Abbiamo evitato la sicurezza e il comfort di un autobus turistico e ci siamo avventurati attraverso la natura sub-artica nella nostra piccola ma fidata auto a noleggio. La nostra prima tappa è stata il Parco Nazionale di Pingvellir, sede del punto d'incontro geologico di due continenti. Il punto forte del parco è stato il suo brillante lago turchese, il più grande lago naturale del paese.

La tappa successiva è stata la regione dell'area geotermica, sede di un piccolo geyser, un geyser di medie dimensioni (Strokkur) che diligentemente "sgorgava" ogni 7 minuti e un geyser più grande ostinatamente dormiente (e la maggior parte delle persone che avevamo visto tutto il giorno). La nostra attrazione finale Gullfoss, la regina indiscussa delle cascate islandese, è stata uno spettacolo fantastico e l'esperienza è stata raggiunta solo con il nostro sollievo di essere arrivata così lontano in un unico pezzo.

Le pianure selvagge del sud

Nel nostro secondo giorno, ci siamo avventurati a sud e se pensavamo che le strade che ci portavano attraverso il Circolo d'Oro fossero vuote, non erano un pezzo di strade che ci portavano attraverso questa regione. Qui le pianure ghiacciate e solitarie sono per lo più popolate solo da piccoli cavalli islandesi duri ma amichevoli. Scendendo più in basso abbiamo trovato città deserte con minuscole chiese a forma di scatola e musei del folclore. Ne è valsa decisamente la pena, anche se si trattava solo di vedere la costa inquietante e tranquilla, probabilmente tra le più incontaminate al mondo.

La regione vulcanica e la Laguna Blu

La penisola di Reykjanes è un'area vulcanica all'estremità sud-occidentale del paese. Vulcani attivi ribollono sotto i grandi campi di lava aridi e seguendo il tema di questo viaggio: è in gran parte deserto. Questo fino a raggiungere la famosa località termale Blue Lagoon.

La Laguna Blu – oggi un'importante ed estremamente popolare destinazione turistica – sfrutta le numerose sorgenti termali della zona ma è in realtà creata dall'acqua in eccesso pompata dalla vicina centrale elettrica. Trascorrere un'ora o due fino al collo nell'acqua bollente è un'esperienza surreale ma rilassante e se ti iscrivi al "pacchetto esperienza" puoi trascorrere il tuo tempo lì con un drink in omaggio e una maschera alle alghe.

Nel complesso l'Islanda è stata all'altezza delle nostre aspettative, ma è un posto così diverso da quello che abbiamo mai visitato prima. Se sei un fan dei paesaggi selvaggi e deserti, probabilmente è la destinazione di viaggio che fa per te. un viaggio in Islanda

Come prenotare un viaggio in Islanda

Abbiamo prenotato il nostro volo per l'Islanda tramite Skyscanner, un sito Web di confronto dei prezzi dei voli che confronta i voli delle maggiori compagnie aeree e agenti di viaggio di chiunque altro. Come viaggiatori indipendenti, eravamo già fan di questo sito Web in quanto può farti risparmiare la pesca a strascico attraverso varie pagine di volo su Internet. Quando digiti l'aeroporto di partenza e la posizione di destinazione scelti, cercherà e produrrà risultati per i migliori prezzi più recenti per i voli che stai cercando. Quando abbiamo prenotato i nostri voli tramite loro per questo viaggio, abbiamo riscontrato che il processo è facile da usare e senza problemi.

Grazie anche all'autonoleggio Argus di cui abbiamo utilizzato l'auto nel nostro viaggio in Islanda. Stai pensando di noleggiare un'auto per te stesso in Islanda? Controlla sempre le condizioni meteorologiche prima di partire, considera un'assicurazione extra e guida in sicurezza! Le strade principali sono asfaltate in inverno ma bisogna comunque stare molto attenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui