Una guida per fare trekking sui Monti Simien

0
5

In ricordo di Nico Meier, amico e compagno di viaggio che ho avuto la grande fortuna di incontrare sui Monti Simien, nel marzo 2020. Possa riposare in pace.

Godersi il panorama con Nico e Markus

Un'aspra catena montuosa composta da scogliere follemente vertiginose e diverse vette sopra i 4000 metri, l'escursionismo nei Monti Simien è, per molti viaggiatori, uno dei punti salienti di qualsiasi viaggio in Etiopia.

A 4500 metri sul livello del mare, Ras Dashen è la vetta più alta, la montagna più alta in Etiopia e la quinta in tutta l'Africa e, insieme ad alcuni paesaggi davvero sbalorditivi e una grande varietà di fauna selvatica, in particolare le scimmie Gelada, che probabilmente da vedere a centinaia – non c'è da meravigliarsi che il Parco Nazionale dei Monti Simien sia stato dichiarato a Patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1979.

Questa è una delle migliori destinazioni di trekking in Africa, un'avventura da non perdere.

Questa guida contiene tutto quello che c'è da sapere per fare trekking sui Monti Simien in Etiopia, incluso come arrivarci, tour, viaggi indipendenti e percorsi di trekking.

In questa guida al trekking a Simien troverai:

Intro
Periodo migliore per visitare
Come arrivare là
Indipendentemente o in tour?
Budget e costi
Dove stare
Fauna selvatica dei Monti Simien
Itinerario di trekking di 3 giorni a Simien

Ulteriori suggerimenti

Introduzione al trekking nel Parco Nazionale dei Monti Simien

Camminare sui Monti Simien è stata una delle cose migliori che ho fatto in Etiopia.

Essendo uno dei pochissimi posti in Africa con nevicate regolari, il paesaggio è assolutamente mozzafiato, inoltre puoi vedere un sacco di fauna selvatica da molto, molto vicino, tra cui centinaia e centinaia di scimmie che bazzicano insieme. Per me è stato impagabile.

Ho fatto il trekking sui Monti Simien durante il mese di marzo, che è quasi la fine della stagione secca, quando il paesaggio diventa un po 'brunastro, quindi mi mancava tutta la vegetazione per cui quelle montagne sono famose, ma questo significava anche che non c'erano' t molti altri escursionisti in giro, quindi avevamo tutti i campeggi praticamente per noi.

Ho deciso di fare il trekking di 3 giorni (la maggior parte dei turisti lo fa da 2 a 4 giorni) ma i Monti Simien offrono trekking fino a 12 giorni.

Personalmente credo che, fatta eccezione per una breve salita su un passo di 4000 metri il nostro secondo giorno, sia stato effettivamente molto facile, quasi come una passeggiata, almeno rispetto ad altri trekking che ho fatto in Georgia e Asia centrale.

Lascia che ti dica tutto ciò che devi sapere al riguardo.

Interessato a visitare la Valle dell'Omo in Etiopia? Poi, leggi questo post

Vista drone, Parco Nazionale dei Monti Simien

Periodo migliore per visitare i Monti Simien

La stagione delle piogge va da maggio a metà settembre, i mesi più piovosi sono luglio e agosto.

Dopodiché, le montagne diventano meravigliosamente verdi e rimangono così fino a dicembre-gennaio quindi, dal punto di vista paesaggistico, da metà settembre a gennaio sarebbe il momento ideale per un'escursione sui Monti Simien, ma tieni presente che sarà anche alto stagione e, da quello che ho sentito, le montagne possono diventare piuttosto affollate.

Se puoi scegliere, Proverei ad andare a settembre, quando le montagne sono al loro meglio e le grandi folle non sono ancora arrivate.

Da febbraio ad aprile è la bassa stagione. Come ho detto prima, le montagne non erano al meglio, ma le scogliere cadenti erano ancora lì e, in 3 giorni, ci siamo imbattuti in altri 3 o 4 piccoli gruppi.

Devi valutare cosa funziona meglio per te, se meno turisti o più verde, ma se dovessi tornarci, proverei sicuramente ad andarci all'inizio di settembre.

Molte persone che viaggiano in Etiopia sono anche interessate a visitare il vicino Sudan. Leggi il mio guida di viaggio in Sudan

A marzo il paesaggio era per lo più secco, ma ciò significava anche che c'erano pochissimi turisti

Come arrivare ai Monti Simien

I Monti Simien sono un altopiano situato nel nord-est dell'Etiopia, in una regione chiamato Amhara, abitato principalmente dal popolo Amhara, il gruppo etnico dominante in Etiopia.

La grande città più vicina è Gonder, ma la città più vicina, da dove si entra effettivamente nel Parco Nazionale, è Debark.

Se vieni da nord, Axum è la città più vicina e famosa. È da lì che vengo, ma ho incontrato un tizio etiope che stava andando lì con la sua macchina e mi ha fatto pagare il prezzo locale.

Come arrivare a Gonder

Gonder si trova a circa 650 km da Addis Abeba e da cui si può facilmente prendere un pullman Meskel Square, che in genere parte ogni giorno intorno alle 4-5 del mattino. Prenota il tuo biglietto almeno uno o due giorni prima. È un viaggio di 10 ore, forse di più.

In alternativa, puoi anche volare da Addis o da molte altre città in Etiopia.

Come arrivare a Debark da Gonder

Debark è a meno di 2 ore di auto da Gonder (100 km) e gli autobus locali passano tutto il giorno.

Come arrivare a Debark da Axum

Con l'autobus locale, questo sarà un viaggio molto duro e lungo e potresti non essere in grado di raggiungere Debark in un giorno ma, per arrivarci, prima prendi un autobus da Axum a Shire, e poi un secondo a Debark.

Sono solo 250 km ma la strada è piuttosto brutta, così come l'autobus locale.

Come arrivare alle porte del Parco Nazionale dei Monti Simien

Si trova l'ingresso ai cancelli a circa 15 km dalla città di Debark. Un taxi può costarti circa $ 20, ma in Etiopia dipende sempre da come sembri straniero.

Se sei un avventuroso zaino in spalla, sappi che il parco nazionale ospita diversi villaggi di montagna e ho visto molti autobus locali andare avanti e indietro. Vai alla stazione degli autobus per chiedere gli orari.

Nota – Se prenoti un tour, la maggior parte delle compagnie turistiche ha sede a Gonder, quindi dovrai capire come arrivarci.

Sulle montagne di Simien, la gente del posto viaggia con qualsiasi veicolo

Escursionismo sui Monti Simien: in autonomia o in tour?

Informazioni importanti – Come viaggiatore straniero, puoi fare trekking sui Monti Simien in modo indipendente e qualsiasi guida turistica etiope che ti dice il contrario è un grande bugiardo.

E sto evidenziando queste informazioni perché tutti i viaggiatori sbagliano.

Prima ancora di viaggiare a Simien, lo sapevo già da diverse fonti, da alcuni amici che l'avevano fatto da soli. Poi, in montagna, abbiamo anche incontrato una coppia che lo faceva da sole.

L'unica cosa obbligatoria, però, è una scorta armata ma, in nessun caso, sei obbligato ad andare con una guida e prenotare un tour completo, come per niente.

La nostra scorta armata nel Parco Nazionale dei Monti Simien

E il motivo per cui la maggior parte dei viaggiatori crede a questa informazione sbagliata è perché, nell'ufficio del Parco Nazionale dei Monti Simien, le diverse guide turistiche ti diranno che la legge impone che devi andare con una guida (oltre che con la scorta armata) e, se ti rifiuti, faranno persino finta di essere pazzi.

Il giorno dopo aver finito il mio trekking, stavo prendendo un caffè con un altro backpacker quando una guida locale si è avvicinata a noi nel tentativo di venderci un tour sui Monti Simien, come il decimo ragazzo in un giorno.

Quel viaggiatore con lo zaino non aveva ancora fatto il viaggio e sono saltato nel mezzo della conversazione dicendo:

Amico, sai che puoi farlo senza una guida, giusto?

La guida del tour, tuttavia, ha negato e quando gli ho detto come lo sapevo, è diventato così pazzo, urlando contro di me, dicendo che perché vengo in Etiopia per rovinare il loro lavoro, e cose insensate del genere, lo giuro , uomo pazzo.

Comunque, stavamo discutendo di farlo indipendentemente o no.

Qualcosa che devi sapere, tuttavia, è che se vuoi fare trekking sui Monti Simien da solo, e sei solo una persona, il costo totale sarebbe praticamente lo stesso di se ti unissi a un gruppo, poiché lo farai comunque devi pagare per:

  • Scorta armata
  • Quota di iscrizione al Parco Nazionale
  • Cibo
  • Alloggio (se non hai una tenda)
  • Taxi fino ai cancelli e ritorno (puoi provare l'autobus locale, ma il taxi mafioso non te lo permette, se ti prendono).

Se siete due o più persone, ottimo ma, altrimenti, se lo fate per i soldi, non c'è molta differenza.

Inoltre, giusto per farti sapere, troverai rifugi di montagna lungo la strada dove puoi stare per pochi soldi e anche ottenere un pasto caldo etiope.

Perché ho deciso di fare un tour

Se sei un avido lettore di questo blog, saprai che viaggio raramente in tour ma i Monti Simien sono stati l'ultima tappa di un lungo viaggio africano in tutta l'Eritrea, Gibuti, Somaliland ed Etiopia, quindi ero particolarmente stanco, e volevo solo che qualcuno facesse tutto per me, e si è rivelato fantastico.

Qualunque cosa tu scelga, sui Monti Simien non puoi sbagliare.

Come prenotare un tour per i Monti Simien

Il posto più economico per prenotare un tour sui Monti Simien è farlo direttamente negli uffici di Debark. A Gonder potresti trovare un prezzo simile.

Ho prenotato il mio, tuttavia, tramite un buon amico locale (Arre) ma ho dovuto aspettare 1 giorno in più perché non c'era un gruppo a cui partecipare, dato che era bassa stagione. Lo consiglio vivamente, non solo perché è un locale onesto, ma anche perché è un ragazzo fantastico con cui uscire.

Come entrare in contatto con il mio amico Arre:

  • WhatsApp: +251961263661
  • Numero di telefono: +251919446548
  • Sito web: arretours.com

Quanto costa fare trekking sui Monti Simien?

Quanto costa un tour a Simien?

Beh, dipende davvero da molti fattori (quante persone sei, da dove parti, dove lo prenoti, ecc.) Ma, per il trekking di 3 giorni, aspettati di pagare almeno $ 170, supponendo che tu sia un gruppo di 4-6 persone e prenotalo a Gonder o Debark.

Quei $ 170 includono permessi, guida, scorta armata, cibo, trasporti, ecc. Penso che sia un buon affare.

Quanto costa farlo in modo indipendente?

Oltre al vitto e all'eventuale alloggio, dovrai pagare i permessi e la scorta armata, che insieme dovrebbero aggirarsi intorno ai 20 $ al giorno.

Quindi, dovrai pagare il taxi per tornare a Debark, che costa $ 100. In alternativa, c'è l'autobus locale economico ma, come ho detto, se vieni beccato dalla mafia dei taxi, non potrai entrare.

Sistemazione sui Monti Simien. Dove stare

Dove alloggiare a Gonder

Ostello economico – Gondar Backpackers – L'ostello dove alloggia la maggior parte dei viaggiatori con lo zaino.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Hotel di fascia media – Inn of the Four Sisters – Un hotel splendidamente decorato proprio nel centro cittadino e, per molti, il miglior hotel in cui hanno soggiornato in Etiopia.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Di fascia alta – Haile Resort-Gondar – Per il massimo del comfort, questo è il miglior hotel di Gonder.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Dove dormire a Debark

In Debark, non ci sono opzioni con un buon rapporto qualità-prezzo.

La maggior parte del budget – Atse Tewodros – Abbastanza lontano dalla città, ma è l'unica opzione economica decente.

Hotel più bello – Tsehay Zeleke Hotel – Ho soggiornato qui per due notti. È un po 'caro per quello che ottieni, ma, comunque, è molto meglio della maggior parte delle opzioni in Debark.

Fauna selvatica dei Monti Simien

Ci sono alcuni mammiferi endemici che vivono a Simien e nel nostro trekking di 3 giorni siamo stati in grado di vedere quanto segue:

Scimmie Gelada

Originarie di questa parte del mondo, le scimmie Gelada sono bellissime scimmie pelose caratterizzate dalla loro toppa rossa a forma di cuore.

Puoi avvicinarti molto a loro, ma più vai avanti, più si spaventano. Il nostro primo giorno, abbiamo visto un'enorme mandria composta da diverse centinaia e noi eravamo praticamente seduti e bighellonando nel mezzo di essa.

Bushbuck

Una sorta di antilope. Abbiamo visto una femmina nascosta nella foresta.

Lupo etiope

Più un chacal che un lupo, ma ugualmente bello. Uno di loro si è avvicinato al nostro campo la mattina presto.

Wali Ibex

L'animale endemico più raro nel Parco Nazionale era vicino all'estinzione ma è stato protetto e dicono che la loro popolazione è aumentata a 400. Ne abbiamo visto uno da molto lontano, arrampicarsi su una scogliera molto ripida.

Ci sono molte scimmie a Simien

Monti Simien, trekking di 3 giorni (itinerario)

Ho fatto il trekking di 3 giorni a Simien.

Il sentiero è perfettamente segnalato su maps.me

Trekking di 3 giorni sui Monti Simien – Mappa

Trekking sui Monti Simien (giorno 1) – Inizio del trekking verso Sankabar

Inaspettatamente, abbiamo iniziato il nostro trekking in mezzo a una strada polverosa ma poi ci siamo resi conto che era perché l'autista aveva visto un branco di scimmie, quindi la prima ora del nostro trekking prevedeva di sedersi tra poche centinaia di scimmie mentre le osservava, nient'altro .

Stranamente, quella è stata la parte migliore di tutti i nostri tre giorni di trekking, ma è perché mi piacciono troppo le scimmie.

Quando le scimmie sono entrate nella foresta e il divertimento è finito, abbiamo iniziato la nostra strada per Sankabar e, per alcune ore, abbiamo camminato su una scogliera vertiginosa, ma assolutamente sbalorditiva, da cui si gode di una vista incredibile sull'altopiano di Simien.

Sankabar è un campeggio e dove finirai la tua giornata.

Il paesaggio durante la prima giornata di trekking

Trekking sui Monti Simien (giorno 2) – da Sankabar a Chennek via Enatye Pass (4070 m)

Dal punto di vista paesaggistico, questo è stato il giorno più bello del trekking di 3 giorni.

Al mattino, abbiamo seguito lo stesso percorso che va oltre la scogliera fino a raggiungere le cascate Jin Bahir ma, poiché marzo è la stagione secca, non c'era acqua ma comunque i panorami erano bellissimi.

Di solito, durante il trekking di 3 giorni, trascorri la notte in un campeggio chiamato Gich ma, per qualche motivo, volevano che rimanessimo a Chennek, il campeggio tipicamente raggiunto l'ultima notte del trekking di 4 giorni.

Per questo, abbiamo effettivamente guidato per mezz'ora, saltando la parte meno bella del trekking (hanno detto), fino a quando non ci siamo uniti al sentiero escursionistico che sale al Passo Enatye, uno splendido passo alto 4070 metri, il punto più alto che abbiamo raggiunto durante il trekking e da dove abbiamo ottenuto le viste più incredibili.

Scimmie nel passaggio di Enatye

Anche il passo di Enatye era pieno di scimmie.

Quindi, abbiamo iniziato a scendere al campeggio Chennek.

A Chennek, puoi anche goderti alcune viste piuttosto interessanti.

I panorami da Chennek, assolutamente sbalorditivi

Simien Mountains trek (giorno 3) – Trekking mattutino e ritorno

Al mattino, abbiamo fatto solo un giro di poche ore intorno all'area, salendo in cima a un altro bel punto panoramico fino a tornare a Chennek, dove abbiamo pranzato e l'auto diretta a Gonder ci è venuta a prendere.

Il viaggio da Chennek a Gonder dura almeno 5 o 6 ore.

Godendo di alcune delle ultime viste a Simien

Ulteriori suggerimenti per il trekking sui Monti Simien

Il cibo – Il cibo che ci hanno dato andava bene, solo trekking, cibo energico come la pasta e cose del genere. Nessun cibo etiope, il che era strano.

Birra – Puoi trovare birra a 2 volte il prezzo normale, che è ancora molto economico.

Scorte armate – Ti seguono tutto il giorno ma non dicono mai una parola, anche se il nostro sorrideva tutto il tempo.

Dormire – Ci sono rifugi con letti a castello ma, se fai un giro, ti metteranno in tenda con un caldo sacco a pelo.

Porta vestiti caldi – Non so come sia il tempo durante il resto dell'anno ma, a marzo, le temperature notturne sono scese sotto gli 0 ° C. È stato di gran lunga il più freddo che ho sentito in tutto il mio viaggio africano, il che è comprensibile, dato che dormi a più di 3000 m sul livello del mare.

Suggerimenti – Se fai trekking in un tour, tutti si aspettano una mancia, inclusi cuoco, guide e scorta armata. In realtà, non è che se lo aspettano, ma te lo diranno direttamente.

Droni – Fai attenzione se voli con un drone, poiché è assolutamente vietato. Ho fatto volare il mio e un ranger (o una guida, non sono sicuro) l'ha sentito, ma eravamo 5 persone e il mio gruppo non mi ha fatto la spia, ma la guida ha detto che, se catturato, la tariffa è di $ 500 e, se non pagata , avrebbero confiscato il drone.

Maggiori informazioni

Consulta le mie guide di viaggio in alcuni paesi vicini:

Potrebbe piacerti anche: Come fare un safari economico in Kenya

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui