Viaggio in Tunisia nel 2021: Suggerimenti + Itinerario

0
13

Contents

Dalle rovine romane più epiche in Africa alle spiagge cristalline del Mediterraneo, il Sahara e una grande cultura berbera, la Tunisia è un piccolo pezzo di terra con molto da offrire ed è un’ottima alternativa al Marocco in quanto, fondamentalmente, ottieni una cultura maghrebina simile con la differenza che molte parti della Tunisia rimangono non visitate e il paese è per lo più libero dalle classiche truffe.

L’epoca d’oro in cui la Tunisia era una delle principali destinazioni turistiche si è conclusa con il Attacchi terroristici del 2015 – purtroppo – ma, anche in quei tempi, la stragrande maggioranza dei visitatori erano turisti di villeggiatura, i più avventurosi che visitavano le più tipiche attrazioni turistiche in un tour organizzato.

Anche i miei genitori hanno visitato la Tunisia per alcuni giorni molti anni fa, ma sono andati lì con tutto organizzato.

Ciò significa che la Tunisia non ha davvero assistito all’arrivo di viaggiatori indipendenti e credo che questa sia una delle cose che rendono qualsiasi viaggio in Tunisia una grande esperienza di viaggio, poiché incontrerai continuamente gente del posto curiosa e di buon cuore ovunque tu vada.

A non più di poche ore di volo da qualsiasi città europea, questa è forse la destinazione esotica e insolita più vicina e più facile da visitare durante la tua vacanza di 1 o 2 settimane.

Questa guida contiene tutto quello che devi sapere per viaggiare in Tunisia, inclusi consigli di viaggio e un avvincente itinerario di 2 settimane.

Come ottenere un visto turistico per la Tunisia

Praticamente qualsiasi nazionalità può ottenere un visto di 3 mesi senza visto all’arrivo.

Come arrivare in Tunisia

Come viaggiare in Tunisia in aereo

L’aeroporto internazionale di Tunisi ha collegamenti con diverse città europee e altre grandi città in Africa. Ti consiglio di controllare su Tunisair e Skyscanner. Personalmente ho volato da Barcellona con Tunisair.

Come viaggiare in Tunisia via terra

La Tunisia ha un confine con l’Algeria e la Libia.

  • Algeria – Puoi viaggiare in Tunisia dall’Algeria e utilizzare il punto di ingresso vicino a Tabarka, non sono sicuro che gli stranieri possano utilizzare gli altri confini.
  • Libia – Non puoi davvero attraversare la Libia, non perché il confine è chiuso ma perché, attualmente, la Libia non rilascia visti turistici e l’unico modo per entrare è tramite un’agenzia che falsificherà un visto d’affari per te, e loro non lo fanno. Ti consiglio di entrare o uscire dalla Tunisia, poiché non sarebbe credibile che tu sia venuto in Libia per motivi di lavoro.

Bandiera della Tunisia, a Monastir

Assicurazione di viaggio per la Tunisia

Come sempre, non dimenticare di viaggiare in Tunisia con un’assicurazione di viaggio adeguata e ti consiglio di farlo Nomadi del mondo per i seguenti motivi:

  • L’unica azienda che fornisce un budget medico illimitato
  • Puoi prenotarlo mentre sei in viaggio
  • Copre il maggior numero di nazionalità

CLICCA QUI PER OTTENERE IL TUO PREVENTIVO GRATUITO

Se vuoi esplorare più opzioni, leggi il mio tutorial: Come trovare la giusta assicurazione di viaggio

Periodo migliore per visitare la Tunisia

La cosa migliore della Tunisia è che questa è davvero una destinazione per tutto l’anno.

La parte settentrionale del paese è prettamente mediterranea, con inverni miti ed estati calde quindi, se ti piace la spiaggia, luglio e agosto dovrebbero essere i migliori, e le città e le città sono fantastiche da visitare in qualsiasi periodo dell’anno. Il sud arido, tuttavia, è meglio visitarlo in inverno, altrimenti il ​​caldo potrebbe non farti divertire più di tanto.

Ho visitato la Tunisia per 3 settimane da metà aprile all’inizio di maggio ed è stato il periodo perfetto. Il tempo nella parte settentrionale è stato assolutamente piacevole, con qualche pioggia a volte, e il caldo nella parte meridionale era ancora abbastanza sopportabile.

La primavera è sicuramente il periodo migliore per visitare la Tunisia, poiché i colori sono al massimo

Dovresti viaggiare in Tunisia in modo indipendente o in un tour organizzato?

Ho visitato la Tunisia al 100% in modo indipendente e ti consiglio di fare lo stesso.

Tuttavia, se hai poco tempo e vuoi visitare luoghi specifici nei tour organizzati, ti consiglio di utilizzare GetYourGuide, un sito web dove è possibile prenotare qualsiasi tipo di tour, dalle gite di mezza giornata a quelle di più giorni con un solo clic.

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTI PER VEDERE TUTTI I TOUR DISPONIBILI IN TUNISIA

Le persone e la cultura

Sono troppo africani per essere considerati europei, ma sono troppo europei per essere considerati africani.

Queste sono le parole di una donna americana espatriata che vive a città di Tunisi che ho avuto modo di incontrare durante il mio viaggio in Tunisia.

Lungo con Beirut, Tunisi potrebbe essere la città araba più laica e di mentalità aperta e devi solo andare in centro e vedere come si vestono le persone.

Ovviamente trovi anche persone religiose tradizionali, ma la bellezza di Tunisi, e della Tunisia in generale, è che tutti sono liberi di praticare l’Islam nel modo che preferiscono e, nella maggior parte delle occasioni, non sarai giudicato.

Le persone sono uno dei motivi per cui viaggiare in Tunisia

Questo è il motivo per cui a Tunisi è probabile che tu veda una ragazza con una gonna corta che cammina in un mercato locale insieme ad altre donne che indossano l’hijab completo, un mix che raramente vedrai in altri paesi arabi.

Sousse, Monastir e Sfax sono altre città moderne con un numero significativo di persone liberali, soprattutto tra le giovani generazioni.

Tuttavia, la religione gioca ancora un ruolo importante nella società tunisina. Anche Tunisi ha i suoi quartieri tradizionali e le zone rurali sono molto conservatrici.

Ma quello che è vero è che in Tunisia non c’è molto fondamentalismo rispetto ad altre nazioni arabe e paesi del Medio Oriente.

Una delle mie foto preferite che ho scattato durante il mio itinerario in Tunisia. Un musulmano in una moschea a Kairouan

linguaggio

L’arabo è la lingua ufficiale del paese e credo che sia abbastanza simile all’arabo parlato in Marocco e Algeria.

Tuttavia, è molto diverso dagli altri paesi del Medio Oriente, da Egitto per Oman.

In effetti, non si capiscono nemmeno. Quando vivevo a Dubai, nel mio ufficio c’erano arabi di tutti i paesi arabi ei tunisini si rivolgevano sempre ai mediorientali in inglese.

Francese e inglese – Dato che questa era una colonia francese, ad eccezione delle persone non istruite delle zone rurali, praticamente tutti nel paese parlano un francese impeccabile e anche i tunisini più istruiti hanno un buon inglese, quindi viaggiare in Tunisia non implica alcuna barriera linguistica.

La maggior parte dei berberi che ho incontrato durante il mio viaggio in Tunisia non parlava francese

Cibo: cosa puoi mangiare quando visiti la Tunisia?

Poco prima del mio viaggio in Tunisia, avevo trascorso circa 5 settimane in Marocco, quindi non mi aspettavo di assaggiare molti sapori diversi, ma mi sbagliavo di grosso.

Prima di tutto, il cibo tunisino è estremamente piccante. Piace molto piccante, a volte piccante a livello indiano.

Non so perché, ma la Tunisia deve essere l’unico paese mediterraneo che usa i peperoncini nella loro cucina. Lo adorano e anche una salsa al peperoncino chiamata harissa, che mettono ovunque.

Una signora tunisina mi ha detto che ogni volta che va in Europa, anche solo per pochi giorni, porta sempre dell’harissa.

Inoltre, a causa della sua vicinanza all’Italia, il cibo italiano è una cosa qui, e la verità è che gli spaghetti con salsa di pomodoro sono un alimento base, qualcosa che puoi ordinare in qualsiasi ristorante locale per meno di $ 1 a volte, ma non è molto buono la pasta ad essere onesti.

Nel complesso, il cibo tunisino è buono, tuttavia, mentre in città di Tunisi (e anche Sousse) Ho avuto un bel po ‘di feste, nel resto del paese la maggior parte dei posti serve solo cose molto semplici, specialmente nel sud, Tozeur e El Kef.

Il miglior cous-cous che ho avuto è stato quando sono andato in Tunisia: cous-cous piccante con roba di calamari

Piatti da provare durante il tuo viaggio in Tunisia

  • Brik – Lo spuntino più popolare in Tunisia consiste in una pasta fritta ripiena, di solito con uova o tonno. A proposito, i tunisini adorano il tonno.
  • Ojja – Una specie di stufato di pomodoro disponibile in diverse versioni, dalla salsiccia locale (mergez) ai frutti di mare. Ojja è disponibile praticamente in tutti i ristoranti locali.
  • Couscous – Piatto tipico maghrebino e la versione tunisina è molto piccante.
  • Frutti di mare – Nelle città costiere della Tunisia puoi trovare dei frutti di mare davvero ottimi, il più notevole che ho mangiato è stato un polpo in umido in salsa di pomodoro, assolutamente tenero e delizioso. L’ho mangiato a Sousse, in un ristorante chiamato Cafe Bellar.

Ojja con frutti di mare

Come muoversi: trasporti

In genere, ci sono 2 modi per viaggiare in Tunisia:

In giro per la Tunisia in treno

Il treno tunisino è fantastico. È affidabile, relativamente veloce e semplicemente veramente buono. C’è una linea ferroviaria che percorre la costa fino a Gabés e, per quanto mi riguarda, l’intera linea è pienamente operativa.

Durante la mia visita, però, la linea che collega Tunisi con Gabés attraverso Tozeur, nell’ovest del Paese, era chiusa da diversi anni, ma sembra che abbiano già ripreso tutti i treni. In ogni caso puoi controllare le tempistiche sul sito ufficiale delle ferrovie.

In giro per la Tunisia con louage

I Louages ​​sono i mini-furgoni locali che fondamentalmente viaggerai per viaggiare in luoghi che non puoi raggiungere in treno. Li ho usati per viaggiare a Kairouan, El Kef e Tozeur e in alcuni posti nel sud. Sono molto economici.

Soldi, budget e costi

In Tunisia, usano l’estensione Dinaro tunisino (TND) e 1 USD = 2,9 TND, circa.

La maggior parte delle città avrà bancomat e cambiare € o USD dovrebbe essere molto facile.

Quanto costa viaggiare in Tunisia?

La Tunisia è a buon mercato, molto più del Marocco, principalmente a causa della svalutazione della valuta dopo il massiccio calo del turismo. Costo delle cose più tipiche:

  • Sandwich di strada (falafel) – 1-2 dinari
  • Pasto locale (1 ojja) – 5 dinari
  • Pasto in un buon ristorante – 20 dinari
  • Biglietti d’ingresso a luoghi come rovine di Dougga, ribat, fortezze, musei – Da 8 a 12 dinari
  • Hotel economico – 20-30 dinari
  • Hotel di fascia media – Da 40-50 dinari
  • Trasporti – Ho pagato circa 4-7 dinari per la maggior parte dei viaggi in treno, lo stesso per louage.

Con un budget limitato, penso seriamente che tu possa andare con lo zaino in spalla in Tunisia per $ 20 al giorno.

Si prega di notare che la tabella sottostante è solo un’approssimazione.

È sicuro viaggiare in Tunisia?

La Tunisia ha avuto alcuni problemi di sicurezza in passato, soprattutto nel 2015, e questo è stato il motivo principale per cui il turismo è diminuito drasticamente.

Tuttavia la situazione è migliorata drasticamente e per una migliore comprensione vi consiglio di leggere la mia analisi:

La Tunisia è un paese sicuro da visitare?

In ogni caso ricordati di viaggiare sempre con un’adeguata assicurazione di viaggio, non solo per coprire eventuali spese mediche ma anche perché ti copre anche in caso di rapina e tante altre cose. raccomando Nomadi del mondo.

CLICCA QUI PER OTTENERE IL TUO PREVENTIVO GRATUITO

Itinerario Tunisia – Luoghi da visitare in 2 settimane

Per quanto tempo dovresti andare con lo zaino in spalla in Tunisia?

Personalmente ho trascorso quasi 3 settimane, sono andato un po ‘più lentamente dell’itinerario suggerito e ho visitato uno o due posti aggiuntivi non inclusi qui come l’isola di Djerba.

Mappa dell’itinerario di viaggio di 2 settimane in Tunisia

Clicca sull’immagine sottostante per vedere la mappa interattiva

Cose da fare in Tunisia

Giorno 1, 2 – Visita la capitale di Tunisi

Un terzo mediterraneo, un terzo europeo e un terzo nordafricano, Tunisi è una città con molti contrasti culturali e molto probabilmente, il punto di partenza del tuo itinerario di viaggio in Tunisia.

Da un lato, la città vecchia è composta da una medina africana, maghrebina, non molto diversa da quelle che si trovano in Marocco, ma senza la sensazione di trovarsi in una trappola per turisti.

E, d’altra parte, c’è anche la parte europea della città, piena di facciate in stile francese, boulangerie e un’atmosfera relativamente occidentalizzata.

Inoltre, pensa a tutta la vita notturna, ai bei ristoranti, alle rovine romane di Cartagine e al quartiere mediterraneo di Sidi Bou Said, e credo seriamente che valga davvero la pena viaggiare in Tunisia solo per visitare Tunisi.

Cose da fare a Tunisi

Ho trascorso 5 giorni interi a Tunisi e sono riuscito a spremere le cose che ho visitato in un formato Guida di viaggio di 3 giorni

Questa chiesa è uno dei principali punti di riferimento della città e la chiesa più importante da visitare in Tunisia

Dove dormire a Tunisi

Backpacker Hostel – Ostello della gioventù Medina – Situato nel cuore della medina, questo è l’ostello più adatto ai viaggiatori con lo zaino in spalla a Tunisi.

Hotel di fascia media – Dar La LeilaSuper bello, grazioso hotel decorato in modo tradizionale, l’hotel più votato a Tunisi e personale super affascinante.

CLICCA QUI PER CONTROLLARE GLI ULTIMI PREZZI

Hotel di fascia alta – Dar El Jeld Hotel and Spa – Un hotel a 5 stelle ma tradizionale che offre tutti i lussi.

CLICCA QUI PER TROVARE GLI ULTIMI PREZZI

I migliori tour a Tunisi

Ti consiglio di cercare tour via GetYourGuide.

Cartagine e Sidi Bou Said – Rovine romane di Cartagine e la città simile a Santorini di Sidi Bou Said.

Museo del Bardo e Medina – La medina classica + il museo che contiene una delle più grandi collezioni al mondo di mosaici romani.

Visitare le rovine di Cartagine è uno dei posti migliori da visitare in Tunisia

Giorno 3 – La città di Sousse, simile a una località turistica

Questa è la principale destinazione turistica del paese, sia per gli stranieri che per i tunisini, ma per i viaggiatori indipendenti sembra un po ‘strano.

Sembra strano perché la linea del fronte costiera della nuova parte della città è composta da brutti edifici simili al turismo di massa, ristoranti con menu troppo cari e proprio il tipo di turismo scadente da cui proverei a scappare.

Tuttavia, Sousse è la città che ha assistito a tutti questi sfortunati eventi terroristici del 2015, quindi durante la mia visita nel mese di maggio, mi è sembrata una vera città fantasma e, in ogni caso, la parte vecchia di Sousse è un ottimo posto in cui perdersi, tra i suoi stretti vicoli.

Inoltre, Sousse è una buona base per esplorare alcuni posti nei dintorni come Kairouan, Monastir o El Jem. Voglio dire, puoi trovare alloggio in quelle città, ma Sousse ha la più ampia offerta di hotel, ristoranti e caffè, quindi per me aveva senso restare lì per un po ‘.

Cose da fare a Sousse

  • Medina – Come tutte le medine in Africa, la medina di Sousse è un labirinto di strade dove il momento clou è perdersi e fuggire dalla principale area di souvenir.
  • Grande moschea – Dall’VIII secolo. Ti fanno pagare un biglietto d’ingresso, un po ‘insolito per essere una moschea normale, ma la Tunisia è per lo più così.
  • Ribat – Vecchia fortezza islamica dell’VIII secolo. Contiene una delle più antiche sale di preghiera in Africa.
  • Museo Archeologico di Sousse – Sono la persona meno amica dei musei, ma ho adorato il museo di Sousse perché contiene alcune delle più grandi collezioni di mosaici romani, tra cui una massiccia di Medusa. Controlla il Sito ufficiale per i tempi.

Ribat – Un ribat è una piccola fortezza araba che si trova tipicamente lungo la costa nordafricana e costruita durante i primi anni della conquista musulmana. La maggior parte delle città costiere della Tunisia hanno il proprio ribat e tendono ad essere abbastanza ben conservate. La parola “ribat” significa “difesa dell’Islam”.

Il Ribāt di Sousse

Dove alloggiare a Sousse

Economico / backpacker – Hotel Paris – Hotel essenziale con Wi-Fi relativamente buono all’interno della medina. Sono rimasto qui.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Fascia media – Dar Antonia – Dar tradizionale e stravagante nella medina.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Come arrivare a Sousse da Tunisi

Ci sono diversi treni al giorno che collegano Sousse dalla stazione centrale di Tunisi.

Un biglietto normalmente costa 10.000 dinari e impiega poco più di 2 ore.

La Medina di Sousse era un luogo molto frequentato, ma ora che solo pochi turisti visitano la Tunisia, è abbastanza vuota

Giorno 4 – Gita di un giorno a Monastir

Se hai tempo, Monastir è una piacevole cittadina fondata come insediamento commerciale fenicio più di 2000 anni fa.

Monastir è una città tranquilla e priva di folla, poiché la zona turistica è abbastanza lontana dal centro, quindi è riuscita a mantenere un certo fascino, inoltre secondo me Monastir ha il ribat meglio conservato del paese , un insieme di passaggi e scale labirintici che sembrano presi da un film.

Inoltre, Monastir è il luogo di nascita di Habib Bourguiba, l’uomo che guidò il paese all’indipendenza dalla Francia e governò il paese dal 1956 al 1987.

Oltre a questo, Monastir è un posto perfetto dove fermarsi per un po ‘.

La mia visita qui è stata particolare. Dopo aver visitato il ribat, ho incontrato una signora locale che mi aveva contattato tramite Instagram e mi ha portato negli uffici della stazione radio locale – lavorava lì – e ho continuato a fissare quello che stavano facendo per un po ‘.

Poi siamo andati al mausoleo di Habib Bourguiba.

Come arrivare a Monastir da Sousse

Monastir è a 20 km di treno da Sousse e i treni circolano continuamente per tutto il giorno per $ 1 o meno.

La Grande Guerra Civile Romana
Conosci la famosa Guerra Civile Romana tra Giulio Cesare e Pompeo? Fu la guerra che portò Roma da una Repubblica a un Impero, e l’ultima tappa che guidò Giulio Cesare alla vittoria avvenne sul campo di battaglia tra Sousse e Monastir. La cosa più bella è che il Monastir di oggi era la base di Cesare, e Sousse era quella di Pompeo. Hanno persino realizzato una serie TV su Netflix.

Il ribat di Monastir, il migliore da controllare quando viaggi in Tunisia

5 ° giorno – Gita di un giorno a Kairouan, la città più santa della Tunisia

Alcune fonti affermano che Kairouan è la città islamica più santa dell’Africa e la quarta al mondo dopo la Mecca, Medina e la Cupola della Roccia a Gerusalemme.

Non ne sono sicuro, tuttavia, perché sono stato in altri luoghi in Medio Oriente e l’Africa con la stessa pretesa, ma è un dato di fatto che questo è il posto più sacro da visitare in Tunisia e l’atmosfera è così diversa da qualsiasi parte lungo la costa, così discreta, così tradizionale e straordinariamente accogliente.

Grande Moschea di Kairouan dall’interno

Cose da fare a Kairouan

Alla Grande Moschea puoi acquistare un biglietto che ti permette di visitare diversi siti e questi sono quelli che ho visitato:

  • Grande moschea – Dal 7 ° secolo, uno dei luoghi islamici più sacri in Africa.
  • Bir Barouta – Un edificio di epoca ottomana che è stato costruito attorno a un pozzo che, a quanto pare, si collega a un altro pozzo alla Mecca. Purtroppo, hanno ridotto in schiavitù un povero cammello che passa la giornata a girare la ruota del pozzo.
  • Zaouia di Sidi Sahab – Bellissimo complesso musulmano con piastrelle in stile andaluso.

Come arrivare a Kairouan da Sousse

Non c’è una linea ferroviaria che passa per Kairouan, quindi devi prendere un louage, che impiega poco più di 1 ora.

La stazione degli autobus di Sousse è fuori città, qui: 35.809717, 10.636374.

Storie di Mullah
A Kairouan (a Zaouia di Sidi Sahab) sono stato avvicinato da un gentile tunisino che mi ha dato una lezione islamica di 30 minuti nel tentativo di persuadermi a considerare la conversione all’Islam, ed è stato solo 30 minuti perché molto gentilmente, gli ho detto Ho dovuto andarmene. Un uomo molto intenso, ma mi sono imbattuto in molti di quelli nei miei viaggi, e ti raccontano sempre la storia di un inglese o di un americano che ha trovato Dio, quindi pace interiore e felicità, dopo aver ascoltato le sue parole.

Grande Moschea di Kairouan, il luogo più sacro del paese

6 ° giorno – Gita di un giorno a El Jem, un imponente anfiteatro romano

El Jem è stato uno dei miei posti preferiti nel mio itinerario in Tunisia.

Qui si trova uno degli anfiteatri romani più epici al mondo, infatti, il 3 ° più grande, costruito nel II secolo, ma per ovvie ragioni è molto meno affollato di quello di Roma.

Non molte persone nell’arena, come puoi vedere 🙂

A circa 1 km dall’anfiteatro, c’è un museo archeologico che contiene anche molti mosaici romani, molti dei quali mostrano la scena in cui animali selvatici venivano rilasciati nell’arena per mangiare i detenuti.

Il biglietto deve essere acquistato presso l’ufficio dell’anfiteatro e include anche l’ingresso al museo.

Dato che è sulla strada per Sfax, ho preso un treno da Sousse la mattina presto, ho visitato El Jem per alcune ore e poi ho potuto facilmente prendere un treno per Sfax.

Accanto alla stazione ferroviaria di El Jem, c’è un hotel elegante il cui personale è stato così gentile da tenermi lo zaino mentre visitavo la città.

Come arrivare a El Jem da Sousse

Si tratta di un viaggio in treno di 1 ora dalla stazione ferroviaria centrale di Sousse

L’anfiteatro di El Jem dall’esterno

Giorno 7 – Sfax, la medina più bella della Tunisia

Prima di recarmi in Tunisia, avevo letto su una guida che si credeva che gli abitanti di Sfax fossero lavoratori duri molto parsimoniosi.

Nella mia esperienza, la maggior parte delle guide sono sempre piene di citazioni improbabili, ma al mio arrivo a Tunisi, ho passato un po ‘di tempo a discutere del mio itinerario tunisino con un ragazzo del posto che mi ha detto esattamente la stessa cosa.

E, forse, questo è il motivo per cui, nonostante non sia toccato dal turismo, Sfax ha una sorta di atmosfera cosmopolita per gli standard africani, e molte persone sembrano avere una mentalità molto aperta.

Inoltre, Sfax ospita anche la migliore medina di tutta la Tunisia, molto grande e autentica che non è stata ancora rovinata dall’arrivo dei turisti.

Cose da fare a Sfax

  • Perdersi nella medina – Come ho detto, questa medina puramente africana è molto tradizionale e autentica.
  • Sinagoga abbandonata – La Tunisia ospitava una grande comunità ebraica e, a Sfax, c’è una sinagoga abbandonata.
  • Place de la Republique – Edifici in stile francese all’ingresso della medina.

Dove alloggiare a Sfax

Ci sono 2 melanzane economiche (una accanto all’altra) 2 km a nord-ovest fuori dalla Medina.

Per ulteriori opzioni di hotel a Sfax, CLICCA SU QUESTO LINK

Ebrei in Tunisia
La Tunisia oggi ha una delle più grandi comunità ebraiche del mondo arabo, che vive principalmente nella città di Tunisi e nell’isola di Djerba. Certo, la maggior parte di loro è emigrata in Israele dopo la guerra israelo-palestinese, ma molti di loro rimangono e alcune sinagoghe sono ancora funzionanti, un altro fatto che dimostra nel complesso la tolleranza in Tunisia.

Sfax Medina

Giorno 8, 9 – Tataouine e dintorni: terre berbere meridionali

La parte meridionale meno visitata della Tunisia è un territorio arido che si estende fino al confine libico.

Villaggi berberi, cammelli, antichi ksar (villaggi berberi fortificati) e solo lontananza e inospitalità, non c’è da stupirsi perché George Lucas abbia deciso di girare Star Wars in queste terre.

Questo è così diverso da qualsiasi posto che hai visitato in Tunisia, molto più conservatore e dimora dei berberi, gli indigeni del Nord Africa prima che arrivassero gli arabi.

Come visitare Tataouine
L’area è vasta, i siti turistici sono sparsi e non ci sono trasporti pubblici. Voglio dire, ci sono pochi autobus ma non è un modo comodo per spostarsi, nemmeno per i backpackers. Il modo migliore per esplorare questa zona è noleggiare un’auto o fare un tour. Ho noleggiato un’auto per un giorno in un ufficio di autonoleggio a Medenine e ho pagato meno di $ 25.

Ksar Ouled Soltane

Cose da fare a Tataouine e dintorni

Su un percorso normale, avrai bisogno di un’intera giornata per visitare questi luoghi e, tuttavia, potresti dover correre un po ‘. Se vuoi partire la mattina presto, ti consiglio di noleggiare l’auto il giorno prima, poiché i negozi di auto a noleggio non aprivano fino alle 9-10.

I “segnaposto verdi” della precedente mappa interattiva contrassegnano i seguenti luoghi:

  • Ksar Ouled Soltane – I ghorfas meglio conservati della zona. I ghorfa sono antichi edifici a 4 piani che i berberi usavano per immagazzinare il grano.
  • Chenini – Per me, questo è stato il posto migliore da visitare a Tataouine. Un massiccio antico ksar del XII secolo seduto su una collina. Bellissima.
  • Guermassa – Un altro grande ksar, non epico come quello di Chenini ma comunque eccezionale. L’ho visto solo dal basso perché ci vuole quasi 1 ora per salire e non ho avuto tempo. La vetta, invece, può essere raggiunta con le 4 ruote motrici.
  • Ghomrassen – Città moderna fuori dai sentieri battuti con un’architettura locale piuttosto interessante e il luogo ideale dove fermarsi per il pranzo.
  • Ksar Hadada – Questo ksar era un set cinematografico per Star Wars. Non sono un grande fan di Star Wars, quindi per me non è stato così interessante, poiché non era altro che alcuni ghorfa commerciali e restaurati.

Chenini, uno dei posti migliori da visitare in Tunisia

Dove dormire in zona

Ti consiglio di rimanere a Tataouine.

Budget – Auberge Alferdaus – Un auberge / pensione perfetto per viaggiatori in economia e backpackers.

CLICCA QUI PER VERIFICARE PREZZI E DISPONIBILITA ‘

Appartamento – Dar Essadeg – Appartamento tradizionale completo.

CLICCA QUI PER VERIFICARE PREZZI E DISPONIBILITA ‘

Fascia media – Sangho Privilege Tataouine – Per un soggiorno confortevole, questo hotel oasis dispone di ottimi servizi, inclusa una piscina, e non è affatto costoso per quello che ottieni.

CLICCA QUI PER VERIFICARE PREZZI E DISPONIBILITA ‘

Ghomrassen, una grande città berbera

Giorno 10, 11 – La città-oasi di Tozeur e dintorni

Tozeur è una piacevole città oasi con un quartiere antico molto particolare i cui edifici sono fatti di mattoni (apparentemente fatti a mano) e una base da cui partire per esplorare altre oasi di montagna e controllare potenziali carovane di cammelli.

Affermano che quelle oasi sono state abitate per 10.000 anni.

Se stai leggendo il mio blog da un po ‘, saprai che mi piace essere onesto, e la verità è che questa è stata la parte che mi è piaciuta di meno del mio viaggio in Tunisia.

Prima di tutto perché tutti quei paesaggi sono, secondo me, una piccola versione di quelli che trovi nord dell’Oman, un paese che ho visitato più volte. E in secondo luogo, perché questo era l’unico posto in cui i siti principali erano solo pieni di turisti, molti dei quali erano di tipo irresponsabile. Ma per essere onesti, non ha aiutato nemmeno il fatto che il tempo fosse orribile (un sacco di vento e sabbia).

Comunque, viaggiare è estremamente soggettivo e potresti vivere un’esperienza diversa.

Come Tataouine, l’area intorno a Tozeur può essere esplorata al meglio in auto o con un’escursione organizzata. La maggior parte degli hotel può organizzarlo per te. Ho esplorato personalmente tutti i luoghi con un amico locale che avevo incontrato su Instagram.

Tozeur in centro

Cose da fare a Tozeur

Si prega di vedere le “puntine arancioni” dalla mappa interattiva precedente.

  • Chebika – Un piccolo villaggio che ospita un’enorme palmeraie.
  • Tamerza – Un altro piccolo villaggio con una palmeraie, un piccolo canyon e una cascata.
  • Midès – E un altro piccolo villaggio di oasi, ma il punto forte sono le viste mozzafiato che si possono vedere dalla strada che conduce ad esso.
  • Ong Jemal – Un deserto famoso per i suoi tramonti e la location di un set cinematografico di Star Wars, dove rimane ancora la decorazione originale. Le agenzie turistiche ti diranno che ti serve un 4 × 4 per raggiungere il luogo ma non è vero.

Dove alloggiare a Tozeur

Budget – Residence Warda – Una pensione economica buona per i viaggiatori con lo zaino.

Fascia media – Residence Loued – Un hotel tradizionale molto piacevole nel cuore della Città Vecchia.

CLICCA QUI PER VERIFICARE I PREZZI

Come arrivare a Tozeur da Tataouine

Il viaggio è un po ‘più di 300 km.

Da Tataouine, devi prendere un louage per Medenine e da Medenine, un altro per Gabés (non so se puoi trovarne uno diretto da Tataouine).

Se sei fortunato ei treni sono funzionali, dovresti essere in grado di prendere un treno da Gabés a Tozeur. Altrimenti, prendi una louage da Gabés a Gafsa e da Gafsa a Tozeur.

Oasi di Chebika, un po ‘noiosa a mio modesto parere

Giorno 12 – El Kef, città tradizionale fuori dai sentieri battuti

El Kef e l’area intorno erano la mia parte preferita del mio itinerario in Tunisia.

È una città appena visitata e la cima della medina presenta una kasbah da cui si gode una vista mozzafiato della città e dei prati verdi che la circondano.

Ha anche un’atmosfera molto autentica e tradizionale. Ho trascorso 3 notti qui, dato che l’ho usato come base per esplorare alcuni luoghi nei dintorni, e non ho incontrato un solo turista.

Dove alloggiare a Le Kef

Non ci sono molte opzioni, ma ho soggiornato in un hotel vicino alla Medina denominato Hotel Sicca Veneria, dove ho pagato $ 15 a notte. È stato bello!

Come arrivare a Le Kef da Tozeur

È un percorso lungo, circa 330 km.

Da Tozeur, devi prima ottenere una louage a Gafsa. Da Gafsa, un secondo louage a Kasserine e da Kasserine a Le Kef. Ci vuole l’intera giornata.

Viste dalla cima della Medina di El Kef

Giorno 13 – Gita di un giorno a Jugurtha Tableland

Questa gemma fuori dai sentieri battuti è stata l’attrazione principale che ho visitato in Tunisia.

Una fortezza militare naturale, Jugurtha Tableland è una massiccia montagna dalla cima piatta che si eleva sopra i 1270 metri e che è stata usata come fortezza per secoli, dai romani all’attuale esercito tunisino.

Ecco perché questo è un luogo delicato, soprattutto perché questa è una zona di confine da cui si vede l’Algeria – viste mozzafiato dell’Algeria, tra l’altro – quindi avere una guardia con te tutto il tempo è un must (gratuito).

Sulla strada per Jugurtha, il primo posto del mio viaggio in Tunisia

Come arrivare a Jugurtha Tableland da El Kef

Dalla stazione degli autobus di El Kef, puoi prendere un louage per la città di confine con l’Algeria chiamata Qalat come Sanan.

Molto probabilmente, l’autista saprà già delle tue intenzioni, quindi ti lascerà alla stazione di polizia, dove ti faranno rispondere ad alcune domande e registrarti per visitare Jugurtha.

Sono stato estremamente stupido a dimenticare il mio passaporto a El Kef ma, fortunatamente, il mio documento di identità spagnolo è stato sufficiente per loro.

Poi, la polizia mi ha aiutato a cercare un taxi che mi portasse in fondo a Jughurta (4 km), e ho pagato l’equivalente di circa $ 10.

Una volta arrivato, una guida ufficiale ti accoglierà e ti porterà in cima.

È anche possibile accamparsi in cima, ma dovrai ottenere il permesso all’ufficio di polizia e una guardia sarà con te tutta la notte – voglio dire, hanno le loro capanne. Tuttavia, tieni presente che è estremamente ventoso.

In cima alla Jugurtha. Con un drone, sarebbe fantastico

Giorno 14 – Gita di un giorno alle rovine romane di Dougga

Quando ho viaggiato in Tunisia, ho anche avuto la possibilità di visitare questo posto fantastico, patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1997 chiamato Dougga,

Dougga ha alcune delle rovine romane più imponenti che abbia mai visto fuori Roma, probabilmente più belle delle rovine di Baalbek a Libano, o Jerash in Giordania, non solo per le rovine stesse, che sono in ottime condizioni, ma anche perché Dougga è stata allestita in una posizione privilegiata e fertile, oggi circondata da bellissimi ulivi e piantagioni di grano.

Assolutamente bellissimo.

Dougga è dominata dal Campidoglio perfettamente conservato, dedicato a Giove, ma si possono trovare anche molti altri templi in buone condizioni e un anfiteatro.

Allow yourself a few hours to visit the area and try to come by the end of the day, when little crowds are gone and, if possible, on a weekday.

Why visit Tunisia? For epic Roman ruins

How to get to Dougga from El Keff

It was a bit complicated.

From El Kef, I took a louage to a village named Al Karib. Once in Al Karib, I asked for a louage going to Dougga town, which is 4km from the ruins, but everybody kept me saying there weren’t any, so I decided to hitchhike the remaining 20km, but it was a bit hard, as nobody would stop, don’t know why.

Then, on my way walking from Dougga town to the ruins, a kind man – a worker – picked me up.

Coming back to El Kef was fairly easy, as I just got in the first louage that passed by. By the way, from Dougga, you could easily go back to Tunis.

Pretty landscapes

More information for backpacking in Tunisia

Get the Tunisia Travel Guide by Lonely Planet – A bit outdated but so far, the only one available.

CLICK HERE TO CHECK PRICES ON AMAZON

More Tunisia travel blogs

PIN IT FOR LATER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui