Visitare Nouakchott, la peggiore capitale del mondo

437

Nouakchott, la capitale della Mauritania, potrebbe essere una delle capitali meno amate dagli overlander africani, e io mi includo in questo gruppo, perché anche Nouakchott non mi piace.

In effetti, penso che faccia davvero schifo e, dal punto di vista turistico, è una città con ben poco da evidenziare.

Tuttavia, se sei un avido lettore di questo blog, saprai che, quando viaggio verso mete poco attraenti, cerco sempre di trovare l’unico motivo che rende unico un certo luogo, o almeno per cui vale la pena visitarlo.

Oggi volevo dirvi perché personalmente credo che Nouakchott possa essere una città piuttosto noiosa da visitare, evidenziando allo stesso tempo tutte le cose buone al riguardo.

Non dimenticare di controllare il mio Mauritania guida di viaggio con tutti i consigli e le informazioni

Cammelli al mercato dei cammelli di Nouakchott


Nouakchott, la nuova capitale della Mauritania

Nouakchott è una città africana relativamente nuova.

Fino alla metà del XX secolo, la maggior parte dei mauritani era ancora nomade, che viveva nel deserto, e Nouakchott non era altro che un piccolo villaggio di pescatori fortificato che ospitava poche migliaia di persone.

Fu poco prima dell’indipendenza, nel 1960, quando i mauritani dovettero scegliere una capitale per il loro nuovo paese, che scelsero Nouakchott perché si trovava proprio tra Saint-Louis, la città coloniale da cui era governata la Mauritania, e Nouadhibou, il centro economico centro.

Apparentemente, secondo Wikipedia, Nouakchott è stata anche scelta come capitale perché non era dominata prevalentemente da nessuno dei principali gruppi etnici, mori di origine araba o africani sub-sahariani.

Controlla la sezione culturale della mia guida di viaggio in Mauritania per ulteriori informazioni su questo.

Dopo l’indipendenza, molti mauritani abbandonarono il loro stile di vita nomade, si trasferirono nella loro nuova capitale e Nouakchott crebbe in modo esponenziale.

Oggi Nouakchott ospita più di 1 milione di persone.


Perché Nouakchott fa schifo?

Il mio arrivo a Nouakchott non avrebbe potuto essere più sfortunato.

Dopo un lungo volo con scalo incluso, le autorità locali hanno sequestrato il mio drone con la scusa che non avevo la necessaria autorizzazione che, secondo loro, avrei potuto facilmente ottenere tramite il Ministero dell’Aviazione di Nouakchott.

Non vedevo l’ora di far volare il mio drone sulle dune di sabbia e sull’oasi di Terjit, quindi, prima di iniziare il mio percorso intorno alla Mauritania, ho passato i giorni seguenti a cercare di ottenere il permesso che si supponeva necessario.

Per questo, ho contato sull’aiuto di un locale che lavora nel turismo, uno straniero che lavora anche nel turismo, e persino del personale dell’ambasciata spagnola, ma niente; era impossibile e tutto quello che ho ottenuto è stato sprecare 6 giorni preziosi in una città che non mi piaceva.

Dopo aver terminato il mio tour, che è finito a bordo di un treno merci attraverso il Sahara, sono tornato a Nouakchott, dove ho dovuto aspettare 3 giorni prima di ottenere il mio visto per il Mali, e altri 2 giorni aggiuntivi per fare il test PCR e ottenere i risultati, quindi 11 giorni in totale, durante la metà dei quali una tempesta di sabbia ha colpito la maggior parte del paese, impedendo a chiunque di stare all’aperto.

A spasso per Nouakchott durante la tempesta di sabbia

Dopo tutti quei giorni, la mia conclusione è stata che Nouakchott non ha molto da offrire.

Da un lato, fa sempre molto caldo (e io ero lì in inverno), e c’è sabbia e polvere assolutamente ovunque, non c’è da stupirsi che la maggior parte dei locali si ricopra sempre l’intera faccia con un tradizionale sheesh, o turbante, cosa che ho sempre fatto anch’io.

In diverse occasioni, ho effettivamente tentato di lavorare dal giardino di Ostello Triskell (ottimo ostello, tra l’altro), ma il mio portatile finisce sempre coperto di polvere e ancora oggi alcuni dei suoi tasti frusciano ancora quando scrivo.

D’altra parte, a parte Porto di pesca, ho sentito che non c’erano siti notevoli da visitare. Architettonicamente parlando, Nouakchott manca di architettura storica e il suo unico punto di riferimento è la Grande Moschea di Nouakchott, che non è altro che una normale grande moschea.

Strada media di Nouakchott

Inoltre, non ci sono bar (e niente alcolici), né buoni ristoranti, né caffè con Wi-Fi decente da cui lavorare.

Persino Riyad in Arabia Saudita può essere più divertente.

È la capitale africana con il più alto tasso di abbandono tra gli espatriati occidentali – mi ha detto un insegnante di inglese, e si può capire perché, dal momento che la loro concezione della vita sociale è molto diversa dalla nostra.

Anche passeggiare per le strade non era molto piacevole. Erano pieni di immondizia – anche nelle zone più lussuose – e mucchi di sabbia, carichi di vera sabbia del Sahara. In effetti, Nouakchott deve essere l’unica capitale in cui ho visto vere dune del Sahara nel centro della città.

prima ancora viaggio in Mauritania, mi era già stato detto di non passare molto tempo a Nouakchott e, dopo la mia visita di 11 giorni, posso capire perché tutti gli avvertimenti.

Tuttavia, questo è solo un lato della storia, quello più visibile, e i viaggiatori intrepidi potrebbero essere in grado di godersi la Mauritania nascosta, che pochi turisti conoscono.


Cose buone di (e da fare) Nouakchott

Mauritani

Nouakchott è una delle poche capitali mondiali dove è così facile entrare in contatto con la gente del posto. Se tramite Instagram o Couchsurfing, il mio soggiorno di 11 giorni si è rivelato fantastico perché ho incontrato molte persone che mi hanno invitato a riunioni di famiglia, pranzo, cena o semplicemente per uscire a casa loro. Sono stata persino invitata a un matrimonio ma, purtroppo, non ho potuto partecipare perché è avvenuto il giorno in cui ho ha guidato il treno del minerale di ferro.

Inoltre, in generale, anche le interazioni casuali locali sono ottime. Una volta, un uomo ha fermato a caso la sua macchina accanto a me e ha insistito per portarmi ovunque andassi e io ho accettato volentieri, ovviamente. Anche le persone che lavorano nei ristoranti, nei caffè e in qualsiasi negozio erano adorabili e disponibili.

Con un amico del posto a casa sua

Ho avuto esperienze simili viaggiare in Pakistan e Arabia Saudita, ma finora mai in Africa.

Tutti sono abbastanza amichevoli


La capitale più tradizionale di sempre

Come sapete, fino al 1960 la Mauritania era una società prevalentemente nomade e ancora oggi la Mauritania è un paese con pochissima influenza occidentale, e anche le giovani generazioni amano vestirsi sempre con i loro abiti tradizionali e trascorrere le settimane in un tradizionale haima in il deserto.

Nella maggior parte dei paesi in via di sviluppo, si tende a vedere un enorme contrasto tra la capitale e le città rurali più piccole, ma non a Nouakchott, dove la maggior parte delle persone ha ancora una mentalità tribale (nel senso buono della parola), mi ha detto un mauritano.

Al mercato locale


La più grande varietà di cibo africano

Qualcosa che caratterizza la Mauritania è che è etnicamente mista, con persone del Maghreb e di diversi paesi sub-sahariani, che si incontrano tutti a Nouakchott quindi, mentre Nouakchott manca di buoni ristoranti gourmet, ha la più grande offerta di cucina africana, dalla Costa d’Avorio al Senegal , Mali e Nigeria.

Per uno come me, che non ha scoperto molto di questa regione (ancora), questo è qualcosa che vale la pena sottolineare.


Niente traffico, niente caos

A Nouakchott trovi polvere e sabbia ma, a differenza di altre capitali africane, qui la vita è piuttosto lenta e non è particolarmente caotica, forse non così pacifica come Asmara in Eritrea, ma sicuramente, la città più fredda che abbia mai visitato nell’Africa sub-sahariana.


Il mercato dei cammelli

Situato appena fuori Nouakchott e molto meno visitato di Port du Pêche, questo è uno dei più grandi mercati di cammelli che abbia mai visto – e ne ho visti parecchi – perché da nessun’altra parte ho visto così tanti cammelli in un’area così piccola, nemmeno in Hargeisa (Somaliland), Arabia Saudita o Sudan.

Mercato dei cammelli Nouakchott


Porto di pesca

L’attrazione preferita dai turisti e più visitata a Nouakchott è il Port du Pêche, noto anche come porto e mercato del pesce, che dovrebbe essere uno dei porti più vivaci dell’Africa occidentale.

Ogni giorno, tra le 14:00 e le 17:00, centinaia di barche arrivano a riva cariche di tonnellate di pesce che verranno poi vendute al mercato adiacente, ed è un evento davvero interessante.

Porto di pesca