I cani da slitta esistono da più di 9.500 anni

0
89

27 giugno 2020 08:30 EDT

La ricerca ha rivelato che l'allevamento di cani da slitta artici è iniziato quasi diecimila anni fa. Nel 2017, le prove archeologiche portate alla luce dagli scienziati a Zhokhov, una remota isola siberiana, mostrano che gli antichi umani hanno allevato cani per trainare le slitte. Questo documento archeologico è considerato come la prima prova che gli antenati facessero qualche allevamento di cani.

Questi cani da slitta sono stati utilizzati per lo slittino più di novemila anni fa e sono stati adattati alle condizioni artiche che risalgono a molto tempo fa. I ricercatori hanno sequenziato dieci moderni cani da slitta, un antico cane da slitta e un antico lupo siberiano. È stata anche analizzata la loro relazione genetica con i cani attuali. L'esame ha rivelato che esiste un antico lignaggio che risale ad almeno 9.500 anni fa tra cani da slitta preistorici e cani da slitta moderni.

La ricerca mostra che i lupi sono stati allevati con gli antenati dei cani da slitta e dei cani americani pre-contatto. Tuttavia, la loro analisi ha anche determinato che il flusso genetico tra lupi e cani da slitta molto probabilmente si è interrotto prima di 9.500 anni fa. I cani da slitta odierni non hanno acquisito DNA da antichi lupi negli ultimi 9.500 anni. Anche loro non possiedono il genoma del lupo moderno, secondo i ricercatori.

Questo studio condotto dai ricercatori dell'Università di Copenaghen dimostra che i cani da slitta non sono solo più vecchi, ma si sono anche adattati alle condizioni artiche molto prima di quanto si credesse in precedenza.

In precedenza si credeva che il cane siberiano, di nome Zhokhov, dal nome dell'isola, fosse una specie di cane antico che era un tipo di antenato comune di tutti i cani e, forse, uno dei primi cani domestici. Tuttavia, il nuovo studio ha stabilito che il genoma dei cani da slitta moderni come i cani da slitta della Groenlandia, il Siberian Husky e l'Alaskan Malamute condivide un'alta somiglianza con il genoma di Zhokhov.

Mikkel-Holder Sinding, uno degli autori dello studio, ha affermato che i risultati dei cani da slitta implicano che i cani da slitta hanno aiutato la sussistenza umana grazie a una combinazione di questi cani con l'innovativa tecnologia da slitta degli antenati umani. I cani adattati all'Artico erano molto probabilmente essenziali per la vita umana nell'Artico, come suggerito dalle prove archeologiche della Siberia orientale.

Poco si sa del passato genetico e dell'evoluzione dei moderni cani da slitta. Tuttavia, i loro antenati erano molto probabilmente usati per trainare slitte, trasportare merci e risorse nella zona artica ghiacciata e aiutare i viaggi a lunga distanza simili ai ruoli dei cani da slitta moderni.

A parte i fatti recentemente scoperti sulla sequenza genetica e l'ascendenza del cane da slitta, lo studio ha scoperto che tra cani da slitta e cani comuni, il primo non ha gli stessi adattamenti genetici a una dieta ricca di amido o ricca di zuccheri rispetto a l'ultimo. Al contrario, i cani da slitta hanno regolazioni simili a quelle delle persone artiche e degli orsi polari, che è il meccanismo per adattarsi alle diete ad alto contenuto di grassi che è cruciale per la zona climatica e i compiti intensivi che svolgono, nonché per un maggiore assorbimento di ossigeno.

I risultati dimostrano che le persone artiche e i cani da slitta hanno collaborato e si sono adattati insieme per più di 9.500 anni, il che risale alle radici delle antiche tradizioni dello slittino.

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui