NextMind spedisce il suo kit di sviluppo dell'interfaccia cervello-computer in tempo reale per $ 399

0
66

NextMind ha iniziato a distribuire il kit di sviluppo dell'interfaccia cervello computer in tempo reale per $ 399. Il dispositivo traduce i segnali cerebrali in comandi digitali, consentendoti di controllare computer, cuffie AR / VR e dispositivi IoT (luci, TV, musica, giochi e così via) con la tua attenzione visiva.

NextMind, con sede a Parigi, fa parte di un numero crescente di startup che costruiscono interfacce neurali che si basano su algoritmi di apprendimento automatico. Esistono dispositivi invasivi come quello del Neuralink di Elon Musk, che ad agosto ha rivelato un prototipo che mostrava le letture del cervello di un maiale utilizzando un dispositivo a forma di moneta impiantato sotto il cranio. Esistono anche dispositivi non invasivi come il braccialetto per elettromiografia che traduce i segnali neuromuscolari in comandi interpretabili dalla macchina da Ctrl-labs, che Facebook ha acquisito nel settembre 2019. NextMind sta sviluppando un dispositivo non invasivo: un elettroencefalogramma (EEG) indossato sulla parte posteriore della testa, dove si trova la corteccia visiva del tuo cervello.

Quando abbiamo parlato con il CEO di NextMind Sid Kouider l'anno scorso, ci ha promesso che i kit sarebbero stati spediti nel secondo trimestre del 2020. Poi la pandemia ha colpito. "Abbiamo avuto circa tre, quattro mesi di ritardo a causa di COVID-19, ma non di più in termini di produzione", ha detto Kouider a VentureBeat. L'azienda ha spedito "centinaia" di Dev Kit a novembre dopo aver prodotto le sue prime mille unità. Altre mille unità dovrebbero essere prodotte il prossimo mese.

Pratica con il kit di sviluppo di NextMind

Il NextMind Dev Kit include un sensore NextMind, il dispositivo indossabile con rilevamento del cervello con una fascia regolabile, e il NextMind Engine, che comprende algoritmi di apprendimento automatico in tempo reale che trasformano i segnali neurali in comandi. Gli sviluppatori ottengono anche NextMind SDK, che include risorse Unity pronte per l'uso, come tutorial, app e giochi demo e blocchi di costruzione del codice.

NextMind ha raccolto un seed round da 4,6 milioni di dollari a dicembre 2018, incluso un premio per l'innovazione da 1 milione di dollari da Bpifrance e investimenti da parte di collaboratori privati ​​come il fondatore di Eye Tribe Sune Alstrup Johansen e il fondatore di Unity Technologies David Helgason. La relazione di NextMind con Helgason ha contribuito a realizzare gli strumenti di Unity e ha assicurato che il Dev Kit fosse compatibile con piattaforme come Windows 10, macOS, Oculus, HTC Vive e HoloLens.

Ogni volta che utilizzi un dispositivo NextMind, l'azienda consiglia di calibrare prima il dispositivo indossabile. Occorrono circa 45 secondi per creare un profilo neurale. In pochi mesi, il team spera di eliminare completamente questo passaggio.

“Ottenere il profilo neurale; speriamo di sbarazzarci di questo, e per questo abbiamo solo bisogno di molti dati ", ha detto Kouider. “Siamo sulla buona strada per risolvere questo problema. Penso davvero che nei prossimi mesi saremo in grado di avere una procedura senza calibrazione ". Il team ha scelto di mantenere la fase di calibrazione in questa prima versione del software come precauzione. Preferiscono essere prudenti e garantire che il dispositivo funzioni, anche con il passaggio aggiuntivo.

Migliorare i modelli di machine learning

La società prevede di rilasciare aggiornamenti regolari che migliorano gli algoritmi di apprendimento automatico nel NextMind Engine. "Saremo in grado di aggiornare fondamentalmente probabilmente ogni poche settimane ad algoritmi ancora più veloci e robusti", ha detto Kouider. "L'hardware: non saremo in grado di cambiarlo, ma gli algoritmi miglioreranno davvero." Quasi ogni aggiornamento includerà un modello di machine learning aggiornato, ha promesso.

Kouider ha affermato che rimuovere del tutto la necessità di calibrazione è stato un problema di apprendimento del trasferimento degli obiettivi nel dominio del tempo. In definitiva, il team spera di avere un dispositivo che funzioni immediatamente quando qualcuno lo posiziona sulla parte posteriore della testa. Inoltre, grazie al "training sulla plasticità cognitiva", dovresti migliorare nell'utilizzo di NextMind dopo poche sessioni. Proprio come quando usi per la prima volta un mouse o un touchscreen, impari con la pratica.

NextMind prevede inoltre di offrire agli sviluppatori una "modalità boost" che abbassa la soglia minima a seconda del loro caso d'uso. Se uno sviluppatore sta creando un gioco di zombi, ad esempio, potrebbe voler rendere più facile per il giocatore sparare il più rapidamente possibile quando focalizza i suoi obiettivi.

Demo e casi d'uso

Il Dev Kit viene fornito con cinque demo. Due sono molto simili alle demo che ho provato con il prototipo l'anno scorso. Pinpad ti mostra come aprire una schermata di blocco con la tua mente e Neuro TV ti consente di cambiare canale, riprodurre o mettere in pausa il contenuto e disattivare o riattivare l'audio.

Il gioco platform, a cui giochi con la mente e un controller di gioco, è breve ma leggermente più complesso della versione precedente:

Ci sono anche due nuove app: un compositore di musica e Brickbreaker (che sostituisce il gioco Duck Hunt a cui ho giocato). Proprio come quando ho provato il dispositivo l'anno scorso, tutte le app funzionano come promesso. E proprio come l'anno scorso, non esiste ancora un'app killer. Questo è ciò che gli sviluppatori hanno il compito di creare.

"Sono d'accordo con te che il caso d'uso non è del tutto chiaro, ma è anche per questo che lo offriamo agli sviluppatori per creare i propri casi d'uso", ha detto Kouider. "Non sono nemmeno sicuro che saremo in grado di trovare da soli il caso d'uso killer."

Kit aziendale

NextMind sta anche discutendo con 25 aziende per firmare contratti per i kit aziendali dell'azienda. Quelle partnership, che NextMind ha già firmato con tre aziende, implicano l'integrazione della tecnologia in prodotti futuri che "usciranno nei prossimi anni". Kouider ha rifiutato di nominare le tre aziende, ma ha affermato che includono una casa automobilistica, una società di intrattenimento e una società di giochi. È particolarmente entusiasta di quello dei giochi.

"Per il percorso aziendale, stiamo anche integrando i componenti hardware e software", ha affermato Kouider. “Sviluppiamo insieme il codice per integrare la nostra piattaforma nel loro componente hardware. Oppure, se hanno un software potente, se non vogliono utilizzare Unity, ad esempio, diamo loro accesso alla nostra API principale ".

Casi d'uso futuri

L'anno scorso, una delle demo mi ha permesso di cambiare il colore della luce su cui brillava una lampada concentrando la mia attenzione visiva su diversi blocchi colorati. Ho chiesto un aggiornamento su questa esperienza. Il team ora prevede di collaborare con un produttore in modo che i prodotti futuri possano mostrare modelli unici. Gli utenti che indossano un dispositivo NextMind potrebbero quindi visualizzare un modello unico per controllare i prodotti.

"Agire sugli oggetti fisici è come la mente sulla materia", ha detto Kouider. "È un'esperienza molto diversa."

L'anno scorso, Kouider ha parlato anche di una seconda traccia per decodificare l'immaginazione visiva. Questa traccia si baserebbe sullo stesso hardware ma richiederebbe software e algoritmi diversi per gestire tali attività. Quella traccia non è ancora supportata ma è ancora in lavorazione.

Indipendentemente dal fatto che tu stia immaginando qualcosa per controllare un oggetto o guardandolo direttamente, devi comunque indossare un dispositivo NextMind. Non è molto comodo, sia che lo indossi da solo o con un visore VR. Kouider ha promesso che le prossime generazioni saranno più piccole. Ha rifiutato di parlare della versione 2, l'iterazione più piccola del dispositivo NextMind su cui l'azienda ha già lavorato per più di un anno.

"Siamo molto attivi nella ricerca e sviluppo per quanto riguarda la miniaturizzazione, per quanto riguarda la disponibilità di algoritmi migliori e per quanto riguarda l'integrazione della nostra piattaforma nei futuri prodotti AR", ha detto Kouider. "Siamo anche molto entusiasti dell'IoT: essere in grado di controllare fondamentalmente oggetti fisici reali. Vogliamo che tu abbia interazioni senza contatto. Sarai in grado di controllare la tua lampada dietro di te, il lavandino, gli interruttori della porta. Questo è un caso d'uso molto interessante. "

Tutta questa ricerca richiede denaro e NextMind ha in programma di raccogliere un round il prossimo anno. "Inizieremo la nostra serie A – in questo momento siamo concentrati sul prodotto – entro l'inizio del 2021".

Guide ai regali di GamesBeat:

Tutto ciò che consigliamo durante le festività natalizie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui