Il piccolo formichiere nato nella "notte più fredda" sopravvive allo zoo di Miami dopo essere stato abbandonato dalla mamma

0
86

22 dicembre 2020 07:49 EST

Un formichiere bambino è sopravvissuto alla nascita nella "notte più fredda" di Miami nonostante sia stato abbandonato dalla mamma dopo la nascita.

Questo bambino è un combattente nato.

Un cucciolo di formichiere, ritenuto maschio, è nato la sera dell'8 dicembre, una delle notti più fredde dell'anno a Miami. Secondo la dichiarazione del Florida Zoo, il formichiere appena nato è stato trovato debole e freddo nell'angolo della sua area di detenzione.

Il personale dello zoo ha trovato il neonato che si chiamava Ziggy e ha portato il piccolo formichiere all'ospedale dello zoo e lo ha messo in terapia intensiva. Quando il formichiere bambino veniva riscaldato e gli venivano somministrati liquidi, il bambino diventava più reattivo.

LEGGERE: Platypus Whisperer dalla Tasmania sorprende gli esperti di Citizen Science

Abbandonato dalla mamma

(Foto: Pixabay)
Un formichiere bambino è sopravvissuto alla nascita nella "notte più fredda" di Maimi nonostante sia stato abbandonato dalla mamma dopo la nascita.

Due giorni dopo il recupero dall'ospedale, il personale dello zoo ha cercato di reintrodurre il bambino a sua madre. Laura, la mamma di 7 anni, all'inizio ha cercato di mostrare interesse per il formichiere, permettendo al bambino di cavalcarle sulla schiena. Tuttavia, la madre formichiere in seguito divenne disinteressata a suo figlio.

Il personale dello zoo in seguito si rese conto che Laura non era disposta ad accettare il suo bambino, il che significava che spettava a loro allevare il formichiere.

Il baby formichiere viene ora curato dal personale dello zoo, il che comporta l'alimentazione ogni tre ore e il monitoraggio delle condizioni del piccolo guerriero 24 ore su 24.

La buona notizia è che il piccolo formichiere continua a guadagnare forza e il distinto "camice bianco e nero" sta iniziando a mostrare.

All'inizio, i veterinari dello zoo sono "cautamente ottimisti" sul fatto che il bambino possa superare le sfide nei suoi primi giorni. Sperano anche che i miglioramenti sulla salute del bambino continuino nonostante i possibili ostacoli futuri, ha detto lo zoo.

LEGGI ANCHE: Il cervo chiamato carota sopravvive miracolosamente alla freccia sparata in testa

Madri che rifiutano i propri bambini

Le madri normalmente si prendono cura dei loro bambini. Ma perché alcune madri mammiferi rifiutano i propri figli?

Non si sa perché la piccola Ziggy sia stata abbandonata da sua madre, Laura. Ma casi di abbandono di bambini avvengono anche nel mondo animale, seppur rari.

Secondo un articolo su Science Focus, la selezione naturale nei mammiferi favorisce le madri a prendersi cura dei loro piccoli poiché il costo della riproduzione è relativamente alto.

La riproduzione prevedeva lo sviluppo del feto all'interno del corpo della madre, il che mette a dura prova la femmina e limita le dimensioni di ogni cucciolata. Pertanto, i genitori, soprattutto la madre, dedicano molto tempo alla cura dei genitori per proteggere e alimentare il loro "investimento" ha molto senso.

In alcuni casi, l'abbandono può derivare dal fatto che il cibo è limitato e la cura dei piccoli potrebbe causare la malnutrizione dei bambini e delle madri. Pertanto, la selezione naturale potrebbe favorire la madre che abbandona o abbatte selettivamente il più debole dei suoi figli in modo che gli altri possano avere migliori possibilità di sopravvivenza.

In caso di animali in cattività, le madri spesso abbandonano i loro piccoli a causa dell'eccessiva manipolazione. Sebbene il rifiuto della manipolazione umana sia raro, ci sono vari motivi per cui gli animali rifiutano i loro piccoli. Tuttavia, è importante agire rapidamente se si sospetta che una cucciolata o un cucciolo di animale non stia ricevendo un'adeguata attenzione materna, proprio quello che lo staff dello zoo di Miami ha prontamente fatto quando hanno scoperto che il piccolo formichiere Ziggy era stato abbandonato da sua madre.

LEGGI SUCCESSIVO: Come ha vissuto un pollo senza testa per 18 mesi

Controlla per ulteriori notizie e informazioni su Specie in pericolo su Nature World News.

© 2018 NatureWorldNews.com Tutti i diritti riservati. Non riprodurre senza autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui