A chi parlano gli uomini della loro salute?

0
8

"Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere", ha detto quella guida alle relazioni più venduta degli anni '90. Uomini e donne erano visti come mondi separati nel modo in cui pensano e comunicano. Ma un sondaggio statunitense del 2018 ha scoperto che i sessi opposti sono in realtà più simili di quanto pensassimo, almeno quando si tratta di parlare di salute.

Hero Images / Getty Images

Il sondaggio ha rilevato che il 56% degli uomini preferisce tenere per sé i problemi di salute, non condividerli con nessuno, nemmeno con il proprio medico. Molte mogli potrebbero alzare gli occhi al cielo e annuire. Tuttavia, potrebbero essere sorpresi dal fatto che il 57% delle donne abbia riferito di fare lo stesso.

Questo non vuol dire che uomini e donne non ritengano importante condividere problemi di salute con il proprio coniuge o altra persona significativa. La maggior parte di loro lo fa (88% degli uomini, 85% delle donne).

Ma quanti prima parlano con i loro partner di un cambiamento nella loro salute? Solo il 15 per cento degli uomini e il 14 per cento delle donne.

Forse dopotutto non siamo così diversi.

Perché non parliamo

La Cleveland Clinic ha intervistato quasi 2.200 americani che vivono negli Stati Uniti continentali È il terzo anno che conduciamo un sondaggio sulla salute degli uomini, ma è la prima volta che raccogliamo anche approfondimenti dalle donne.

I sondaggi precedenti hanno studiato cosa rende gli uomini così chiusi sui problemi di salute. Abbiamo sentito una serie di ragioni: gli uomini non vogliono sembrare deboli. Non vogliono essere un fastidio. Non vogliono causare preoccupazione. È solo il modo in cui gli uomini vengono educati per essere uomini, ci viene detto.

Il sondaggio di quest'anno ha mostrato che sei uomini su 10 (61%) hanno trascurato di consultare un medico anche quando ne avevano bisogno. A proposito, sei donne su 10 hanno detto la stessa cosa.

Come medico che si concentra sulla salute degli uomini, voglio cambiarlo. Gli uomini, e le donne, del resto, devono parlare apertamente dei cambiamenti nella loro salute e non esitare a richiedere cure mediche.

Parlare di ED salva vite

Per molti uomini, la salute sessuale sembra particolarmente tabù. Due su cinque (41%) non discuteranno di erezioni dolorose con il proprio partner. E il 43% non discuterà della disfunzione erettile (DE).

I pazienti mi dicono sempre quanto sono imbarazzati a sollevare queste cose. Ricordo loro che io e altri medici parliamo di questi problemi medici ogni giorno. Risolviamo questi problemi ogni giorno. È importante parlarne, se non con il tuo partner, almeno con il tuo medico, non solo per farti sentire meglio, ma perché i problemi sotto la cintura possono indicare altri problemi di salute.

Ad esempio, l'ED può essere un segno di malattie cardiache. Uno studio ha rilevato che due uomini su tre ricoverati in ospedale a causa di un attacco di cuore avevano ED. Così ha fatto più della metà degli uomini che hanno subito un intervento chirurgico di bypass per malattie cardiache.

Considerando che l'81% degli uomini e il 90% delle donne ha affermato di essere più preoccupato per le malattie cardiache che per i problemi di salute sessuale, più uomini dovrebbero iniziare a parlare di ED con i loro medici. Il più delle volte, un fornitore di cure primarie può trattare l'ED e rivedere i fattori di rischio delle malattie cardiache. Se i trattamenti iniziali non aiutano, potresti essere indirizzato a un urologo.

Cosa manda gli uomini al dottore

La buona notizia è che il 67% degli uomini vedrebbe il proprio medico se notasse sangue nelle urine. L'urina sanguinante può indicare una serie di condizioni, dalle infezioni ai calcoli renali ai tumori. È sempre saggio farlo controllare.

Circa la metà degli uomini vedrebbe il proprio medico per un cambiamento nei loro testicoli (59%) o dolore ai testicoli (49%). Questi tassi dovrebbero essere molto più alti. Il cancro più comune negli uomini di età compresa tra 15 e 45 anni è il cancro ai testicoli, che si manifesta come un nodulo o una massa nel testicolo.

Anche se non è comune, è qualcosa che abbiamo modi eccellenti di trattare, se lo trovi presto. Sfortunatamente, solo il 41% degli uomini afferma di eseguire regolarmente autoesami testicolari. Gli uomini dovrebbero farlo una volta al mese, di solito sotto la doccia, sostenendo ogni testicolo con una mano e sentendosi per i noduli con l'altra mano.

Un'erezione dolorosa manderebbe il 46% degli uomini dal medico. Un'erezione dolorosa che non scende (priapismo) è un'emergenza e potrebbe causare problemi irreversibili al pene. Ciò richiede sempre cure mediche. Un'erezione dolorosa che scompare dopo il rapporto non è un'emergenza. Potrebbe essere la malattia di Peyronie, curabile se il paziente lo desidera.

Auto-dottorato in Internet

Quando si notano cambiamenti di salute, altrettanti uomini e donne ricercano i propri sintomi online (27% degli uomini, 27% delle donne) mentre consultano un medico (27% degli uomini, 26% delle donne). Sebbene Internet possa aiutarti a sviluppare un vocabolario medico migliore in modo che sia più facile parlare con gli operatori sanitari, la qualità delle informazioni online è variabile. E metterlo nel contesto è impegnativo.

Ad esempio, un paziente con un nuovo cancro alla prostata localizzato può inavvertitamente leggere di cancro alla prostata avanzato e metastatico e avere un'impressione sbagliata sulla sua condizione.

Se cerchi informazioni mediche online, assicurati di utilizzare fonti affidabili, inclusi siti ".gov" e informazioni scritte o controllate da medici certificati dal consiglio. Qualunque cosa impari, avrai bisogno di un medico che ti aiuti a interpretarlo accuratamente.

Uomini contro donne

Mentre le risposte al sondaggio di uomini e donne sembravano essere in linea sulla maggior parte degli argomenti, ce n'era uno che poteva diventare un punto di contesa. La stragrande maggioranza delle donne (83%) pensa che sia importante per il proprio coniuge o altro significativo sottoporsi a controlli annuali. Ma il 30% degli uomini (e il 24% delle donne) afferma di non aver bisogno di controlli annuali perché sono sani.

Se ti senti in salute, è fantastico. È il momento migliore per fare un controllo, compresi i controlli sanitari. Malattie come il cancro alla prostata sono più facili da trattare prima che progrediscano abbastanza da causare sintomi. Quando noti i sintomi, a volte è troppo tardi.

Altre malattie, come l'ipertensione, di solito non hanno affatto sintomi. Non sai di averlo finché non causa un problema irreversibile, come un infarto o un ictus.

Anche se sei un ventenne in buona salute, è importante consultare il tuo medico ogni due anni per assicurarti di mantenerti in buona salute. La maggior parte degli screening sanitari non sono raccomandati prima dei 50 anni, a meno che tu non sia ad alto rischio per una determinata malattia. Tuttavia, dovresti stabilire una relazione con un medico di base ben prima di allora. Non sai mai cosa potrebbe succedere quando.

Una cosa su cui siamo d'accordo

Condividere problemi di salute può far sentire vulnerabile chiunque, uomo o donna. Sì, a volte è necessaria una forza extra per affrontare un argomento delicato o avere una conversazione franca con il medico. Ma è una parte necessaria per proteggersi e rimanere in buona salute.

Non c'è vergogna in questo. E questa è una cosa su cui possiamo essere tutti d'accordo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui