I migliori revisori di Amazon nel Regno Unito sembrano trarre profitto da falsi post a 5 stelle

0
5

Eric Bangeman

Amazon sta indagando sui revisori più prolifici sul suo sito web del Regno Unito dopo che un'indagine del Financial Times ha trovato prove del fatto che stavano traendo profitto dalla pubblicazione di migliaia di valutazioni a cinque stelle.

Justin Fryer, il recensore numero uno su Amazon.co.uk, ha recensito prodotti per un valore di £ 15.000 solo ad agosto, dagli smartphone agli scooter elettrici alle attrezzature da palestra, dando la sua approvazione a cinque stelle in media una volta ogni quattro ore.

In modo schiacciante, quei prodotti provenivano da marchi cinesi poco conosciuti, che spesso si offrono di inviare gratuitamente i prodotti ai revisori in cambio di post positivi. Sembra quindi che il signor Fryer abbia venduto molti dei prodotti su eBay, guadagnando quasi £ 20.000 da giugno.

Quando è stato contattato dal FT, il signor Fryer ha negato di pubblicare recensioni a pagamento, prima di eliminare la cronologia delle recensioni dal sito Web di Amazon. Il signor Fryer ha affermato che le inserzioni di eBay, che descrivevano i prodotti come "non utilizzati" e "non aperti", erano per duplicati.

Almeno altri due revisori di Amazon UK tra i primi 10 classificati hanno rimosso la loro cronologia dopo Mr. Fryer. Un altro recensore di spicco, al di fuori dei primi 10, ha rimosso il suo nome e le recensioni e ha cambiato la sua immagine del profilo per visualizzare le parole "per favore, vattene".

L'analisi di FT ha suggerito che nove degli attuali 10 principali fornitori di rating di Amazon nel Regno Unito erano coinvolti in comportamenti sospetti, con un numero enorme di recensioni a cinque stelle di prodotti esclusivamente cinesi di marchi e produttori sconosciuti. Molti degli stessi articoli sono stati visti dal FT in gruppi e forum che offrono prodotti gratuiti o denaro in cambio di recensioni.

La Competition and Markets Authority, l'autorità di vigilanza sulla concorrenza del Regno Unito, ha lanciato a maggio una propria indagine sui negozi online per recensioni "sospette" e manipolate, che secondo le stime influiscono sui 23 miliardi di sterline di spesa per gli acquisti online nel Regno Unito ogni anno.

Annuncio pubblicitario

"Non esiteremo a intraprendere ulteriori azioni se troviamo prove che i negozi non stanno facendo ciò che è richiesto dalla legge", ha detto una portavoce della CMA.

Il problema di lunga data di Amazon con le recensioni false o manipolate sembra essere peggiorato da quando la pandemia di coronavirus ha messo il turbo al numero di persone che acquistano sul suo sito. Una stima, del gruppo di analisi delle recensioni online Fakespot, ha suggerito che il problema ha raggiunto il picco a maggio, quando il 58% dei prodotti su Amazon.co.uk era accompagnato da recensioni apparentemente false.

"La portata di questa frode è sorprendente", ha affermato Saoud Khalifah, amministratore delegato di Fakespot. "E Amazon UK ha una percentuale molto più alta di recensioni false rispetto alle altre piattaforme".

Amazon ha affermato di aver preso sul serio tali frodi e di aver utilizzato l'intelligenza artificiale per individuare i cattivi attori, oltre a monitorare i rapporti degli utenti. Ha detto che avrebbe indagato sui risultati del FT.

"Vogliamo che i clienti di Amazon acquistino con fiducia sapendo che le recensioni che leggono sono autentiche e pertinenti", ha affermato la società, aggiungendo che sospende, vieta e fa causa alle persone che violano le sue politiche.

La recensione su Amazon di Justin Fryer e un'inserzione su eBay per un articolo identico venduto dal suo account il giorno prima.

Ma Amazon è a conoscenza dell'attività sull'account di Mr. Fryer almeno dall'inizio di agosto, quando un utente del sito ha inviato un'e-mail all'amministratore delegato Jeff Bezos direttamente dopo che le sue lamentele erano state ignorate.

"Jeff Bezos ha ricevuto la tua e-mail", ha risposto in seguito un dipendente di Amazon, impegnandosi a indagare sul signor Fryer e sugli altri account di alto profilo. Diverse recensioni evidenziate sono state successivamente rimosse, ma non sembra essere stata intrapresa alcuna azione più ampia.

Da febbraio, le recensioni di Mr. Fryer da marchi con sede in Cina hanno incluso tre gazebo, più di una dozzina di aspirapolvere e 10 laptop, oltre a tutto, dalle case delle bambole alle luci per selfie a una macchina per la "rimozione del grasso".

Annuncio pubblicitario

I suoi contributi in genere contenevano un video del prodotto estratto dalla confezione ma maneggiato con delicatezza, con commenti principalmente sulle caratteristiche esterne e sulla qualità della scatola in cui è arrivato. Molti degli stessi prodotti sono stati quindi elencati come "non aperti" e "non utilizzati". " su un account eBay registrato con il nome e l'indirizzo del signor Fryer.

Il 13 agosto, ad esempio, il signor Fryer ha venduto uno scooter elettrico per £ 485,99, sette giorni prima di pubblicare una recensione dello stesso prodotto su Amazon, descrivendolo come "senza dubbio il mio giocattolo preferito" che gli è piaciuto "così tanto che abbiamo acquistato un il secondo per la mia fidanzata.”

Quando è stato contattato questa settimana, il signor Fryer ha affermato che gli articoli nelle sue inserzioni su eBay erano duplicati e che l'accusa di ricevere prodotti gratuiti in cambio di recensioni positive era "falsa". Ha detto che aveva pagato per la "grande maggioranza" dei beni, ma non poteva dire quanto aveva speso "a sproposito".

"Ho rapporti con e conosco alcuni dei venditori", ha detto. “Il mio partner è cinese e conosco molte attività commerciali laggiù . . . e mi limito a rivedere."

A differenza di blogger e influencer, che possono accettare e pubblicizzare prodotti gratuiti con adeguata divulgazione, le linee guida della community di Amazon vietano esplicitamente di "creare, modificare o pubblicare contenuti in cambio di compensi di qualsiasi tipo (compresi prodotti gratuiti o scontati) o per conto di chiunque altro". "

L'eccezione è il programma di recensioni "vine" dell'azienda, uno schema solo su invito in cui ai migliori revisori vengono inviati prodotti gratuiti che non sono subordinati a una recensione positiva.

Gli osservatori del mercato di Amazon affermano che gli algoritmi del sito incentivano notevolmente il pagamento di recensioni positive, anche se ciò significa distribuire prodotti costosi.

Oltre al prezzo e ai tempi di consegna, le recensioni sono un fattore cruciale per far salire il prodotto nelle classifiche di Amazon e aiutano a ottenere conferme calcolate algoritmicamente, come l'influente badge "Amazon's Choice".

"Hai più del doppio delle probabilità di scegliere un prodotto inferiore online rispetto al miglior prodotto online se ci sono recensioni false su quei prodotti inferiori", ha affermato Neena Bhati, responsabile delle campagne presso il gruppo di consumatori Which?. L'organizzazione ha fatto una campagna pesante per controlli più rigorosi sulle recensioni online.

© 2020 The Financial Times Ltd. Tutti i diritti riservati Non può essere ridistribuito, copiato o modificato in alcun modo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui